SpaceX Starhopper: dall'insuccesso al successo dei test! Ecco i video

SpaceX Starhopper: dall'insuccesso al successo dei test! Ecco i video

SpaceX Starhopper aveva fallito nella serata di ieri (ora italiana) il test di volo non ancorato a terra. Sembrava dunque un insuccesso per la società di Musk. Dopo poche ore però un secondo tentativo ha avuto esito positivo.

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Sembrava che il test abortito di SpaceX Starhopper nella serata di ieri (ora italiana) potesse preconfigurare un rinvio delle successive prove del nuovo velivolo (dopo il precedente fallimento). Ma il team della società di Elon Musk ha voluto subito riprovare dopo qualche ora a far alzare di nuovo in volo il prototipo mosso da un motore Raptor. E questa volta è andato tutto come previsto. 

Video del primo tentativo non andato a buon fine.

Ricordiamo che questi sono test preliminari su un prototipo di SpaceX Starship (denominato per l'appunto SpaceX Starhopper). Che non tutti i test possano riuscire è quindi qualcosa di normale e non preoccupante in senso assoluto anche se gli ultimi successi della società di Musk avevano abituato gli utenti a considerare le operazioni di questo genere quasi "infallibili".

Il motore Raptor (un nuovo modello rispetto a quelli utilizzati fino a ora), che utilizza metano e ossigeno come propellenti, sembrerebbe aver funzionato nominalmente durante le prove che si sono svolte a Boca Chica, in Texas, nonostante il primo test non sia andato a buon fine e ci sia stato bisogno di un secondo tentativo per raggiungere l'obiettivo sperato.

I due video condivisi da Musk su Twitter con il risultato del test.

Il nuovo SpaceX Starhopper utilizza una struttura realizzata in acciaio inossidabile in grado di essere resistente anche ad alcuni imprevisti verificatisi durante le scorse prove (sia quello di poche ore fa, sia quello di qualche giorno fa) riuscendo così a procedere con la roadmap senza particolari ritardi.

Il test ha visto SpaceX Starhopper sollevarsi per circa 15 secondi a pochi metri e spostarsi lateralmente rispetto alla posizione iniziale. In gergo questo genere di prove vengono definite "hops" (saltelli) e da questo deriva anche il nome del prototipo impegnato in queste operazioni. La configurazione finale invece si chiamerà Starship e prevederà 6 motori Raptor mentre il razzo a cui sarà collegato, chiamato SpaceX Super Heavy, di motori ne avrà ben 35.

SpaceX Starhopper test

Una fotografia del primo test non andato a buon fine in cui si vede Starhopper.

Se tutto andrà come previsto, con Starship (quindi la configurazione finale) si potranno inviare fino a 100 persone alla volta in orbita oppure avere molto carico utile a disposizione mentre grazie al nuovo razzo si potrà arrivare fino alla Luna o addirittura puntare in direzione di Marte, concorrendo così con NASA SLS che è in fase di assemblaggio negli stabilimenti dell'agenzia statunitense.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^