SpaceX accende un Raptor RVac, pubblica un nuovo video e punta a Booster 9

SpaceX accende un Raptor RVac, pubblica un nuovo video e punta a Booster 9

SpaceX sta continuando a portare avanti i propri test per il sistema di lancio Starship (con Ship e Super Heavy) accendendo per la prima volta un motore Raptor Vacuum installato su Ship 20 e iniziando la costruzione di Booster 9.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Anche se è da qualche tempo che SpaceX non fa volare niente nella zona di Boca Chica in Texas, questo non significa che la società di Elon Musk (che potrebbe valere oltre 100 miliardi di dollari) sia ferma, anzi! Il ritmo è decisamente serrato in attesa che ci sia il via libera da parte dell'FAA per il test orbitale.

In questi giorni è stato acceso il primo motore Raptor Vacuum (RVac) posto alla base di Ship 20 (la navicella del sistema Starship). Si tratta del primo static fire di questo tipo e pur durando solamente pochi secondi è stato abbastanza per avere una base di dati iniziale per proseguire con lo sviluppo del grande lanciatore e della navicella. In precedenza i test dei motori RVac erano stati eseguiti sui banchi di prova del sito di assemblaggio di McGregor.

Le novità di SpaceX e del sistema di lancio Starship a Boca Chica

Il test di accensione del motore RVac di Ship 20 è avvenuto il 21 Ottobre. Nella configurazione finale Starship avrà tre motori per la propulsione nel vuoto (RVac appunto) e tre motori per il volo atmosferico simili a quelli impiegati dal grande razzo Super Heavy (che però ne monterà in versione definitiva 33).

Come spiegato da Eric Berger di Ars Technica, così come altri motori per la propulsione nel vuoto, anche gli RVac di SpaceX hanno una grande campana inferiore per l'ugello. Molto più grande della versione per il volo atmosferico. La motivazione è legata alla possibilità di poter spingere i gas più velocemente che fornisce una maggiore spinta e una maggiore capacità di spostare una massa ma di contro è più facile riscontrare una separazione del flusso del gas rispetto alle pareti dell'ugello. Questo può comportare vibrazioni anomale e turbolenze fino all'esplosione del motore.

spacex rvac

Il fenomeno si verifica più semplicemente dove la pressione atmosferica è elevata (come all'interno dell'atmosfera terrestre) mentre nello Spazio non si assiste a questo problema. Questo è uno dei motivi per cui uno static fire completo di un motore RVac eseguito sulla Terra può durare un tempo limitato.

spacex

Per limitare ulteriormente la possibilità di danneggiare il motore Elon Musk ha dichiarato che il Raptor Vacuum utilizzato nel test ha un'alta pressione della camera. In particolare si parla di 270 bar per questa versione. Si sta comunque lavorando per arrivare a oltre 300 bar (a 321 c'è stata un'esplosione, anche se il problema era forse legato a una pressione troppo bassa per l'ossigeno).

Le altre unità in fase di costruzione a Boca Chica

SpaceX si sta poi concentrando su come fissare al meglio le piastrelle isolanti di Ship 20 che a causa dei test spesso si danneggiano o staccano. In queste settimane sta continuando l'assemblaggio di Ship 21 (che è quasi completa) e di Ship 22 (che è ancora in una fase iniziale di costruzione). Sono stati anche avvistati alcuni componenti di quella che dovrebbe essere Ship 24.

Booster 4 è ancora posizionato nella zona di lancio/atterraggio mentre Booster 5 è quasi completato e Booster 6 sta prendendo forma. Negli ultimi giorni sono stati anche avvistati alcuni componenti per quello che dovrebbe essere Booster 9 e che potrebbe avere la configurazione di motori Raptor finale (con 33 unità anziché le 29 dei modelli precedenti).

Anche il sistema di cattura di Super Heavy è in fase di installazione sulla grande torre di lancio. Anche se inizialmente non verrà impiegato (in quanto, per questioni di sicurezza i primi booster ammareranno), si tratta di un sistema ambizioso per velocizzare il riutilizzo di SpaceX Starship.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^