Samsung: droni e Intelligenza Artificiale per la manutenzione delle torri 5G

Samsung: droni e Intelligenza Artificiale per la manutenzione delle torri 5G

Il controllo del corretto posizionamento delle antenne delle torri cellulari può essere condotto con droni: un domani anche la loro regolazione potrà avvenire da remoto

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Scienza e tecnologia
Samsung
 

La coreana Samsung sta preparando una soluzione di manutenzione basata su droni ed intelligenza artificiale per effettuare operazioni di verifica e messa a punto delle torri di comunicazione per le reti 5G. Lo scopo è quello di sostituire man mano la manutenzione manuale che richiede tecnici specializzati non solo dal punto di vista ingegneristico ma anche da quello, meramente più pratico, che riguarda la capacità di scalare strutture verticali in piena sicurezza.

La soluzione è oggi in fase sperimentale, ma l'idea di base è quella di consentire agli ingegneri di usare dispositivi come smartphone, tablet o PC per controllare droni provvisti di videocamere così da poter scattare foto e video delle antenne da inviare ad una rete Deep Learning in grado di analizzarle per verificare se il loro posizionamento, in termini di rotazione e inclinazione, sia congruente a quello delle impostazioni ottimali.

Sasmung ha già effettuato alcuni test del sistema, con risultati positivi, presso il campus di Seoul, in Corea del Sud, e pianifica il lancio a livello globale nel corso del 2020. In particolare la società si aspetta che questa soluzione possa essere di particolare aiuto negli Stati Uniti, dove la manutenzione delle torri cellulari richiede la presenza di due persone con competenze avanzate in materia di sicurezza sul lavoro.

Un'offerta non propriamente ampia di forza lavoro con queste caratteristiche sta minacciando il rallentamento delle installazioni della rete 5G, pertanto i sistemi AI basati su droni covano un effettivo valore reale permettendo operazioni di manutenzione senza la necessità di personale capace di arrampicarsi o che abbia una formazione specifica in tema di sicurezza.

Un futuro aggiornamento di questo sistema permetterà agli ingegneri non solo di verificare il corretto posizionamento delle antenne, ma anche di intervenire da remoto per regolarne roazione e inclinazione: operazioni che attualmente richiedono qualche ora, potrebbero presto essere condotte in una manciata di minuti e con rischi minimi per l'incolumità dei tecnici.

Si ripone una grande aspettativa verso le potenzialità dei droni, in quanto l'avvento del 5G viene visto come il catalizzatore in grado di concretizzarle: monitoraggio remoto, risposta d'emergenza, sorveglianza, consegna di pacchi e registrazioni video sono alcune delle attività che i droni potranno essere in grado di compiere con la connettività pervasiva. L'uso dei droni stessi nella manutenzione e costruzione delle reti 5G è una nuova svolta che, assieme alle future evoluzioni e innovazioni nel campo dell'AI, potrebbe condurre alla realizzazione di reti in costante auto-miglioramento.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200623 Giugno 2020, 20:45 #1
Si attendono i complottisti che si lamentano per i posti di lavoro rubati dai droni...
demon7723 Giugno 2020, 22:52 #2
Originariamente inviato da: Axios2006
Si attendono i complottisti che si lamentano per i posti di lavoro rubati dai droni...


AAAHH!!! NON SONO DRONII!!!!
Sono esseri umani a cui hanno iniettato il mercurio coi vaccini di Bill Gates!!!

SI SONO TRASFORMATI IN PIKKOLI ROBOT E ADESSO LI KOMANDANO PER DIFFONDERE IL CINQUEGGI' E TRASFORMARCI TUTTI!!!!
dav1deser24 Giugno 2020, 13:09 #3
Mi aspettavo dei commenti migliori in questa news...

Ci penserò io a fare una teoria complottista allora:
Secondo me in realtà questi sono droni armati, utilizzati per fermare eventuali attacchi a danno delle antenne del "5G".
Così noi poveri esseri umani mortali non potremo più fermare la diffusione del 5G, che porterà ad ancora più casi di coronavirus, saremo quindi costretti a farci vaccinare, e all'interno del vaccino ci sarà un microchip, con cui saremo monitorati e controllati (grazie ovviamente al 5G).
A questo punto i droni verranno utilizzati per eliminare le ultime resistenze date da quei pochi che saranno riusciti a non farsi vaccinare.

Io lo dico, se siamo arrivati ai droni, è ufficialmente guerra.




Forse dovrei scrivere un libro di fantascIenza.
biometallo24 Giugno 2020, 15:11 #4
Originariamente inviato da: dav1deser
Mi aspettavo dei commenti migliori in questa news...


Già abbastanza deludente, comunque ti sbagli i droni non serviranno a proteggere le torri radio, quando il 5G sarà attivo il loro raggio della morte sarà talmente potente che nessun essere vivente potrà avvicinarsi, gli ucelli friggeranno in volo, gli alberi prenderanno fuoco e un qualunque essere umano che si avvicinasse verrebbe ucciso in pochi minuti... i droni attenuti dalla migliore tecnologia retiliana sareanno le uniche cose che potranno avvicinarsi...
a meno che non si abbia la magica chiavetta usb a sole 283 sterline, ovviamente i poterti forti vogliono farci credere che sia una truffa, ma non è vero niente grazie al suo magico campo quantico è in grado di proteggerci contro 5G Vampiri e Lupi Mannari...

edit chi ha qualche anno sulla schiena potrebbe ricordare questo vecchio cartoon
https://www.youtube.com/watch?v=wO2Cd9tyUvY

ecco la zona spirale non è altro che il cinquegì

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^