Realtà virtuale e realtà aumentata in aiuto ai pazienti affetti da glaucoma

Realtà virtuale e realtà aumentata in aiuto ai pazienti affetti da glaucoma

Secondo un nuovo studio della City University of London, i dispositivi di realtà virtuale e aumentata, simulando il deficit visivo dei pazienti affetti da glaucoma, possono aiutare gli architetti a progettare edifici più accessibili

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

OpenVision è un software concepito per simulare la menomazione visiva, ovvero un'area di visione offuscata nota come scotoma, che oscura una porzione del campo visivo. In abbinamento ai visori di realtà virtuale e realtà aumentata, questo software può aiutare gli architetti a progettare edifici più accessibili per i pazienti affetti da glaucoma.

È la conclusione di uno studio realizzato dalla City University of London e pubblicato durante la Settimana Mondiale del Glaucoma 2020. Il termine glaucoma è utilizzato per un gruppo di malattie oculari degenerative che colpiscono il nervo ottico. Il glaucoma è la principale causa di cecità irreversibile in tutto il mondo e si stima che rappresenti l'11% dei casi di grave deficit visivo nel Regno Unito.

VR e glaucoma

Lo scopo dello studio è stato quello di valutare meglio l'impatto della disabilità visiva sui pazienti. A 22 soggetti è stato consegnato un dispositivo HMD (Head Mounted Display) per lo svolgimento di una serie di compiti.

Nel compito di realtà virtuale, sono "entrati" in una simulazione di una tipica casa "in disordine". Muovendo gli occhi e la testa hanno potuto guardarsi attorno per cercare un cellulare nascosto da qualche parte nella casa virtuale. Nel compito di realtà aumentata, i partecipanti hanno "navigato" in un "labirinto per topi" a misura d'uomo, che hanno visualizzato grazie alle telecamere situate nella parte anteriore del dispositivo. Mentre nel primo caso si è trattato di un ambiente completamente virtuale estraneo completamente alla realtà, nel secondo immagini virtuali sono state sovrimpresse rispetto alla realtà.

I sensori del casco HMD hanno tracciato la posizione degli occhi dei partecipanti (eye-tracking), e sulla base dei dati così raccolti è stato simulato l'effetto scotoma. Quest'ultimo è stato creato utilizzando i dati medici di un vero paziente affetto da glaucoma e la visione limitata nella parte superiore o nella parte inferiore del campo visivo del partecipante. Nelle prove di "controllo" lo scotoma era assente.

VR e glaucoma

Per i due compiti assegnati sono stati usati i visori Fove0 VR e un prototipo di HTC Vive modificato con telecamere stereoscopiche ZEDmini e si sistema di tracciamento della posizione degli occhi Tobii.

Similmente ai pazienti con glaucoma reale, i partecipanti erano più lenti nell'esecuzione dei compiti quando era presente la compromissione simulata e facevano anche più movimenti della testa e degli occhi. Allo stesso modo, hanno trovato i compiti particolarmente difficili quando la perdita della vista ha oscurato la parte inferiore del loro campo visivo. I risultati hanno anche mostrato come alcune persone sono state in grado di reagire meglio di altre alla medesima menomazione.

"Anche se è impossibile ricreare esattamente come ci si sente ad avere un glaucoma, le nostre scoperte suggeriscono che i simulatori digitali possono almeno permettere alle persone di sperimentare alcune delle sfide che le persone con glaucoma affrontano ogni giorno" ha dichiarato il Dott. Peter Jones, docente presso il Crabb Lab della City University of London, principale referente dello studio. "Ora stiamo lavorando con gli architetti per cercare di capire se i simulatori di perdita della vista possano essere utilizzati per progettare edifici e sistemi di trasporto più accessibili". Altri dettagli si trovano sul blog del Dott. Peter Jones, mentre il software OpenVisSim è scaricabile gratuitamente tramite GitHub.

Se hai trovato di interesse questa news, probabilmente vorrai leggere anche di come le lenti a contatto smart monitoreranno la salute delle persone.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^