NASA Spitzer aiuta l'analisi della superficie di un esopianeta

NASA Spitzer aiuta l'analisi della superficie di un esopianeta

Il telescopio spaziale NASA Spitzer è stato impiegato per cercare di capire se un esopianeta a 50 anni luce dalla Terra potesse avere o meno un'atmosfera. Una ricerca utile per capire le categorie di pianeti abitabili al di fuori del Sistema Solare.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Il telescopio spaziale NASA Spitzer è stato impiegato per conoscere le condizioni della superficie di un esopianeta distante dalla Terra circa 50 anni luce. La scoperta è stata poi inserita in uno studio in grado di fare luce sulle caratteristiche di pianeti distanti.

NASA Spitzer esopianeti

Ricostruzione artistica dell'esopianeta LHS 3844b.

Si tratta di uno studio fondamentale per capire sia il nostro Sistema Solare che ciò potremo trovare nello Spazio. L'esopianeta sul quale si sono concentrate le ricerche di NASA Spitzer è LHS 3844b, individuato inizialmente da NASA TESS. Si tratta di un corpo poco più grande della Terra (circa 1,3 volte), senza un'atmosfera e di tipo roccioso, più precisamente formato da roccia basaltica.

I ricercatori hanno paragonato la superficie di LHS 3844b a quella della nostra Luna o a Mercurio, anche se con dimensioni ovviamente differenti. Una delle caratteristiche promettenti è che si trova in orbita intorno a una nana rossa (tipo M) che è tra le più longeve e comuni nella nostra galassia. Proprio questa tipologia stellare, che emette molte radiazioni ultraviolette, potrebbe aver causato la scomparsa dell'atmosfera.

Ma se NASA TESS è riuscito a scoprire l'esopianeta osservando la variazione di luminosità della stella, NASA Spitzer è stato fondamentale per capire la composizione superficiale del corpo (la luce della nana rossa era troppo forte per TESS). Si è quindi scoperto che LHS 3844b ha una rotazione sincrona con la propria stella alla quale rivolge sempre la stessa faccia.

In queste condizioni la superficie raggiunge temperature di circa 770°C emanando grandi quantità di radiazione infrarossa, lunghezza d'onda dove "lavora" proprio NASA Spitzer. Ed è proprio grazie a caratteristica che il telescopio spaziale ha potuto essere d'aiuto a TESS e ai ricercatori con la prima analisi di questo tipo (misurazione dell'albedo superficiale).

Capire come può evolvere l'atmosfera di un pianeta è fondamentale per capire quali mondi potrebbero essere considerabili abitali restringendo così il campo di ricerca.

Laura Kreidberg (una delle ricercatrici a cui dobbiamo la scoperta) ha dichiarato: "abbiamo molte teorie sul modo in cui le atmosfere planetarie si muovono attorno alle nane rosse, ma non siamo stati in grado di studiarli empiricamente. Con LHS 3844b, abbiamo un pianeta terrestre al di fuori del nostro Sistema Solare dove per la prima volta possiamo determinare osservandolo che non è presente un'atmosfera".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^