NASA SLS: emergono i primi dettagli sui problemi del test e ci sarebbero buone notizie

NASA SLS: emergono i primi dettagli sui problemi del test e ci sarebbero buone notizie

Il test di NASA SLS, come sappiamo, non è durato il tempo previsto (circa 8 minuti). Dopo poco più di un minuto c'è stato uno spegnimento dovuto a uno stop della procedura. La NASA ora ha spiegato alcuni dettagli.

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Abbiamo scritto nella giornata di ieri di come Jim Bridenstine (amministratore della NASA) abbia dichiarato che Core Stage e motori di NASA SLS fossero in buone condizioni dopo l'hot fire test non andato a buon fine. Come dichiarato dall'alto dirigente dell'agenzia spaziale, ci sarebbero state alcune comunicazioni nelle ore successive, e così è avvenuto. Sul blog ufficiale infatti si possono leggere le prime informazioni.

nasa sls test

L'agenzia spaziale ha voluto confermare ancora una volta che il Core Stage e i motori sono in buone condizioni. Secondo quanto riportato, il blocco dell'hot fire test sarebbe "stato attivato da parametri di test intenzionalmente conservativi per garantire la sicurezza della fase principale durante il test". La NASA ha aggiunto che i parametri sono stati pensati appositamente per i test a terra per poter lavorare in sicurezza.

NASA SLS: alcune indicazioni sui problemi avvenuti nel test

In particolare lo stop sarebbe avvenuto a causa del TVC (thrust vector control) che permette ai quattro motori RS-25 di muoversi per modificare la direzione della spinta. Proprio durante le prove programmate, il sistema idraulico associato all'unità di potenza dello stadio principale per il motore 2 (codice E2056), ha superato i limiti di prova preimpostati. Il computer ha quindi bloccato i test per evitare possibili danni maggiori.

nasa sls

Cosa sarebbe successo nel caso lo stesso problema avesse afflitto NASA SLS in volo? L'agenzia spaziale ha dichiarato che in quel caso il razzo avrebbe continuato a volare utilizzando le restanti CAPU per alimentare i sistemi di controllo del vettore di spinta per i motori. Le CAPU sono le Core Stage Auxiliary Power Units e servono ad alimentare il TVC. Come previsto in sistemi di questo tipo, si tratta di soluzioni ridondanti e quindi permettono di superare queste problematiche in situazioni critiche.

Nonostante tutto sono stati condotti diversi test con successo come il wet dress rehearsal (carico del carburante) mentre sono state apportate alcune modifiche alle procedure. Inoltre è stato confermato il raggiungimento del 109% di spinta come nel caso di una missione vera e propria.

L'MCF (major component failure), che si è verificato circa 1,5" dopo l'avvio dei motori, non è stata la causa del blocco del test. In quel caso c'è stato un problema alla strumentazione del motore 4 (E2060) perdendo parte della ridondanza. Ma un problema di questo tipo non è considerato così grave da portare al blocco del test. Ora che però è emerso, sarà risolto prossimamente dai tecnici.

nasa sls

Non è finita qui! Infatti i tecnici stanno anche cercando di capire da dove arrivi il "flash" che si è visto nei video. Una prima ispezione non ha rilevato niente di anomalo con temperature nella norma. Le coperture termiche sembrerebbero aver funzionato correttamente proteggendo le parti critiche. Cosa succederà ora? NASA SLS potrebbe subire un secondo hot fire test ma ancora non è stato deciso: questo perché i serbatoi dei carburanti ultra-freddi sono certificati per nove utilizzi e ogni ulteriore test (che prevedesse il carico del carburante) sarebbe quindi da valutare attentamente. A titolo di esempio è stato fatto notare che il serbatoio esterno utilizzato dallo Space Shuttle aveva un limite fissato a tredici.

Potrebbero inoltre essere "rilassati" gli stringenti parametri attuali per evitare ulteriori spegnimenti dovuti a valori non preoccupanti. Nulla è ancora perduto per un possibile lancio del 2021, ma sicuramente la situazione potrebbe evolvere nei prossimi giorni, settimane e mesi.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^