NASA SLS e l'hot fire test: l'agenzia spaziale fa alcune precisazioni

NASA SLS e l'hot fire test: l'agenzia spaziale fa alcune precisazioni

NASA SLS ha compiuto il suo hot fire test il 16 Gennaio. Questo però non è andato come previsto e c'è stato uno spegnimento di sicurezza dei quattro motori RS-25 dopo poco più di un minuto. L'agenzia ha voluto fare alcune precisazioni.

di pubblicata il , alle 20:41 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Abbiamo scritto del test hot fire (parte della serie Green Run Test) per il super-lanciatore NASA SLS, acronimo di Space Launch System. Come saprà chi ha seguito la diretta del 16 Gennaio, il test di accensione anziché durare circa 8 minuti è durato poco più di 1 minuto. Il sistema è infatti entrato in protezione spegnendo i quattro motori RS-25. L'agenzia spaziale ha rilasciato una serie di informazioni aggiuntive nei giorni scorsi.

nasa sls

NASA SLS: il carico del propellente può avvenire per un totale di 22 volte

Una delle informazioni rilasciate durante la conferenza stampa successiva all'hot fire test aveva fatto intendere che i serbatoi di NASA SLS fossero certificati per un numero di riempimenti limitati a nove. In realtà successivamente c'è stata una rettifica in quanto il numero espresso era riferito solo all'hot fire test e non alla certificazione complessiva.

nasa sls moon

Come scritto nel post sul blog dell'agenzia "attualmente, lo stadio centrale di SLS può ancora essere caricato con propellente e pressurizzato altre 20 volte per un totale di 22 cicli. Gli stadi dei razzi come lo stadio centrale sono progettati per essere caricati con propellente criogenico e pressurizzati un numero specifico di volte". La nota continua scrivendo che "prima dell'inizio dei test Green Run, SLS aveva assegnati nove cicli criogenici per i test presso lo Stennis Space Center [...] e ne ha utilizzati due durante l'hot fire e il wet dress rehearsal, con sette cicli criogenici rimanenti per ulteriori test". Questo significa che sì, c'è un limite, ma questo limite è superiore a quello che si pensava dopo l'hot fire test. Per il lancio della missione Artemis I sono stati riservati 13 dei restanti 20 cicli di caricamento criogenico.

La NASA e i suoi partner (Boeing e Aerojet Rocketdyne) vogliono continuare la valutazione dei dati prima di capire cosa fare: una delle opzioni è quello di ripetere un hot fire test e cercare di arrivare alla durata completa. I dati raccolti attualmente soddisfano completamente solo parte della sequenza prevista mentre una parte non sarebbe ancora sufficiente.

La NASA sta verificando che i motori RS-25 non abbiano subito danni così come la struttura B-2 (che tiene fermo il Core Stage). Vengono comunque confermate condizioni definite "eccellenti" dai tecnici. Si tratta quindi di, parziali, buone notizie e potrebbero permettere un lancio di Artemis I entro Novembre 2021.

Alcuni dati sullo stadio centrale di NASA SLS

Ricordiamo che il Core Stage (stadio centrale) di NASA SLS è decisamente imponente. Alto 64,6 metri, largo 8,4 metri e con un peso a vuoto di oltre 85 tonnellate, realizzato in alluminio 2219 permetterà di portare gli astronauti fino alla Luna. A differenza di SpaceX non si è scelto un approccio al riutilizzo e quindi i vari stadi sono "a perdere".

nasa sls rs-25

All'interno i serbatoi possono contenere propellente criogenico (idrogeno e ossigeno). Per quanto riguarda l'idrogeno liquido si parla di 2 milioni di litri mentre 1,86 milioni di litri per l'ossigeno liquido. La potenza dei suoi quattro motori RS-25, presi dagli Space Shuttle, consente di mandare in orbita bassa terrestre 95 tonnellate di materiale e 26 tonnellate fino alla Luna nella configurazione Block-1.

Attualmente sono previsti 16 motori RS-25 che saranno impiegati in quattro missioni Artemis. Rispetto alle missioni con gli Space Shuttle, dove i motori erano tre spinti al 104,5% i motori di SLS funzioneranno al 109% (come già accaduto nell'hot fire test). Le dimensioni di un singolo motore RS-25 sono pari a 4,2 x 2,4 metri con un peso di 3,5 tonnellate.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^