La NASA si prende del tempo per la scelta del lander per le missioni sulla Luna

La NASA si prende del tempo per la scelta del lander per le missioni sulla Luna

La gara per assegnare la produzione di un lander lunare da collegare al Lunar Gateway ha subito un ritardo. La NASA ha deciso di non scegliere più i due progetti che passeranno alla fase successiva entro il 28 Febbraio, ma ora si parla di Aprile.

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

A metà dello scorso anno la NASA aveva annunciato che tre progetti avrebbero partecipato al bando per la scelta di un lander dedicato alle missioni sulla Luna (dopo Artemis III). I nomi coinvolti sono SpaceX, Dynetics e Blue Origin che hanno ricevuto complessivamente 967 milioni di dollari. Ora però l'agenzia spaziale ha deciso di rallentare i tempi della scelta secondo quanto dichiarato il 27 Gennaio 2021.

lander luna

La NASA rallenta la corsa al lander lunare

Il programma al quale si fa riferimento è lo Human Landing System (abbreviato con HLS). Tra le tre realtà che si sono fatte avanti ne verrà scelta una che realizzerà il lander lunare che dovrà a sua volta agganciarsi al Lunar Gateway per portare gli astronauti dall'orbita lunare al suolo del nostro satellite e viceversa.

Inizialmente la decisione sarebbe dovuta essere presa entro la fine di Febbraio 2021, ma la NASA ha deciso di spostare questo termine al 30 Aprile 2021 per la prima fase di selezione. Il tutto ovviamente senza fornire altri soldi alle società coinvolte.

luna lander spacex

Nel comunicato si legge che "la tempistica di questa estensione è pensata per consentire alla NASA di completare il processo di valutazione, selezione e aggiudicazione dell'opzione A e per preservare la capacità di passare senza problemi dai contratti iniziali ai contratti dell'opzione A. Tuttavia, la NASA potrebbe non aver bisogno dell'intero periodo di proroga per completare tali attività [...]".

Alla base di questo rinvio ci sarebbe una riduzione dei fondi previsti (3,3 miliardi di dollari) a quelli effettivamente concessi (850 milioni di dollari). La riduzione dei fondi potrebbe avere un impatto sulle tempistiche complessive e sul ritorno dell'essere umano sulla Luna, con Joe Biden che potrebbe quindi decidere di non rimanere all'interno della roadmap del 2024.

Attualmente non c'è però ancora nessun pronunciamento ufficiale preciso e se la parte tecnica (vedi le problematiche di NASA SLS) saranno risolte, l'essere umano potrebbe comunque tornare sul nostro satellite entro il 2024. Nulla però è ancora certo anche se il sostegno espresso dall'amministrazione Biden al programma Artemis fa ben sperare in un rispetto (quantomeno politico) della roadmap "pensata" al tempo dall'amministrazione Trump.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
harlock1005 Febbraio 2021, 12:37 #1
La nasa prende tempo ma SpaceX non sta a guardare, se continua così arriverà seconda sulla Luna a sto giro.
Senza contare che in teoria un progetto di lander testato sul campo lo hanno, basterebbe aggiornare al 2020 il Lem.
phmk05 Febbraio 2021, 13:15 #2
Eh bhè troppo difficile, vuoi mettere, nel '70 era tutta un'altra cosa, a quei tempi si che avevamo la tecnologia, ora con i calcolatori e i materiali che ci ritroviamo siamo di nuovo nel "Medioevo tecnologico"...
phmk05 Febbraio 2021, 13:17 #3
Eh bhè troppo difficile, vuoi mettere, nel '70 era tutta un'altra cosa, a quei tempi si che avevamo la tecnologia, ora con i calcolatori e i materiali che ci ritroviamo siamo di nuovo nel "Medioevo tecnologico"...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^