La Cina lancia un misterioso velivolo spaziale riutilizzabile: una capsula per la stazione orbitante o un drone spaziale?

La Cina lancia un misterioso velivolo spaziale riutilizzabile: una capsula per la stazione orbitante o un drone spaziale?

Alcuni esperti puntano su una capsula in grado di portare gli astronauti nello spazio e riportarli poi a terra, ulteriore passo per i progetti della stazione orbitante cinese, al pari della Soyuz russa. altri invece sono convinti possa trattarsi di un velivolo spaziale più simile al X-37B, piccolo 'drone spaziale' senza equipaggio, che potrebbe avere chiaramente anche scopi militari.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Rispetto agli anni della Guerra Fredda oggi nella corsa allo spazio c'è un pretendente in più: la Cina. Trattandosi del colosso asiatico, però, le informazioni delle novità sui programmi spaziali arrivano con il contagocce. È questo il caso del recente lancio avvenuto il 4 settembre presso il Jiuquan Satellite Launch Center nel deserto del Gobi. Il lancio non è stato preceduto da nessun annuncio ufficiale, ma le restrizioni agli spazi aerei avevano fatto intendere che si stessero scaldando i motori.

L'agenzia di stampa statale Xinhua News Agency ha a posteriori confermato il lancio, dando un particolare molto interessante. A bordo del razzo Long March 2F c'era una navicella spaziale sperimentale riutilizzabile, per testare tecnologie riutilizzabili per un 'uso pacifico dello spazio'. I dati orbitali confermano che un oggetto è stato piazzato nell'orbita a 350 chilometri di altezza, la stessa occupata in precedenza da missioni con equipaggio umano a bordo.

Non si sa però nulla di più: dimensioni del veicolo, durata e scopo della missione della missione. Alcuni esperti puntano su una capsula in grado di portare gli astronauti nello spazio e riportarli poi a terra, ulteriore passo per i progetti della stazione orbitante cinese, al pari della Soyuz russa. altri invece sono convinti possa trattarsi di un velivolo spaziale più simile al X-37B statunitense, piccolo 'drone spaziale' senza equipaggio, che potrebbe avere chiaramente anche scopi militari.

In ogni caso gli esperti sono tutti con il naso all'insù per cercare di capire quali siano i reali piani della Cina e a quale tipo di velivolo spaziale stiano lavorando gli ingegneri cinesi.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko_00106 Settembre 2020, 10:27 #1
è già rientrato.
nessuno2906 Settembre 2020, 11:29 #2
Certo che nel 2020 usare ancora l'idrazina per il primo stadio mah...
Takuya06 Settembre 2020, 12:46 #3
Originariamente inviato da: nessuno29
Certo che nel 2020 usare ancora l'idrazina per il primo stadio mah...


Per i cargo stanno hanno già sviluppato numerosi vettori a propellente liquido e solido e prevedono di pensionare i vetusti Long March 2, 3 e 4 con i Long March 5, 6, 7, 8, 9 e 11.
Invece per ora l'unico lanciatore human rated che hanno è il Long March 2F che usa una miscela ipergolica.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^