L'interno di Nauka attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale e le novità da Roscosmos

L'interno di Nauka attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale e le novità da Roscosmos

I cosmonauti, nelle scorse ore, sono riusciti finalmente a entrare all'interno del modulo russo Nauka appena attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale. Roscosmos ha anche annunciato l'arrivo di un nuovo modulo e la stazione spaziale ROSS.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Scienza e tecnologia
RoscosmosNASA
 

Dopo l'accensione imprevista dei motori di manovra, il modulo russo Nauka è finalmente saldamente attraccato alla Stazione Spaziale Internazionale diventando parte della stessa. I cosmonauti hanno voluto mostrare l'interno del modulo con un breve video mentre si parla del futuro della ISS.

roscosmos

Roscosmos (agenzia spaziale russa) infatti è ancora indecisa se continuare le operazioni nell'attuale ISS oppure puntare su una nuova stazione spaziale russa, conosciuta attualmente con il nome di ROSS. Sicuramente entro la fine dell'anno si aggiungerà un nuovo modulo a Nauka, ma l'incertezza è grande (e i piani potrebbero prendere forma entro il 2025).

Il modulo Nauka, la Stazione Spaziale Internazionale e Roscosmos

Iniziando da Nauka (chiamato anche MLM o Multipurpose Laboratory Module), i cosmonauti Pyotr Dubrov e Oleg Novitskiy hanno fatto il loro ingresso nel nuovo modulo russo per sistemare i vari sistemi e strumenti di bordo. C'è stata anche l'occasione per registrare un breve filmato all'apertura del portello di separazione da Zvezda così da mostrare l'interno a tutti gli appassionati.

Qualche tempo prima Ria Novosti aveva segnalato un calo di pressione "pericoloso" all'interno della sezione russa della Stazione Spaziale Internazionale forse dovuti a Nauka. Sappiamo che il modulo Zvezda ha alcune perdite d'aria che sono state solo parzialmente riparate, ma comunque non mettono in pericolo gli astronauti. All'agenzia stampa ha risposto Dmitry Rogozin (direttore generale di Roscosmos) che ha mostrato gli ultimi dati di pressione rilevati all'interno della sezione russa della ISS.

Secondo quanto riportato la pressione il 14 Luglio era pari a 473 mmHg, il 20 Luglio era 273 mmHg, il 25 Luglio 200 mmHg, il 28 Luglio 167 mmHg. Quando ha attraccato Nauka il 29 Luglio era 160 mmHg. Rogozin ha aggiunto anche "un calo previsto e per nulla -forte- nell'ancora problematico Zvezda. E non ha nulla a che fare con MLM".

Il nuovo modulo russo Prichal e il futuro della ISS

Roscosmos ha anche annunciato che a Nauka sarà aggiunto un nuovo modulo. Il suo nome sarà Prichal e attualmente si trova al cosmodromo di Baikonur prima del lancio fissato per il 24 Novembre 2021. Si tratta del sostituto (più evoluto) di Pirs che è stato sganciato e fatto bruciare nell'atmosfera insieme alla Progress MS-16.

iss prichal

Prichal avrà più portelli per l'attracco e consentirà quindi una maggiore flessibilità nelle operazioni rispetto a Pirs. Questo permetterà quindi di agganciare navicelle Progress o Soyuz in posizione diversa in base alle esigenze oltre a consentire le "passeggiate spaziali".

In un comunicato stampa, Roscosmos ha anche aggiunto informazioni su ROSS, la stazione spaziale russa. In una riunione tenutasi in questi giorni è stato sottolineato che per via dell'obsolescenza dei moduli che compongono la sezione russa, non è garantita la sicurezza dopo il 2024.

ross russia roscosmos

Vista però l'importanza di avere un avamposto umano in orbita bassa terrestre è stata proposta la realizzazione della Russian Orbital Service Station (ROSS). Questa sarà sviluppata con nuove tecnologie e assicurerà la possibilità di continuare gli esperimenti utili per le missioni lunari e marziane. Saranno comunque valutate due possibilità.

La prima è che ROSS sarà parte della Stazione Spaziale Internazionale sostituendo l'attuale segmento russo. La seconda ipotesi è che ROSS funzionerà come sistema indipendente (ci sarebbero così ISS, Tiangong e ROSS a orbitare intorno alla Terra). In entrambi i casi si parla del 2028 come periodo di completamento delle operazioni.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan02 Agosto 2021, 15:50 #1
SE il modulo che perde aria ho tot anni e la tecnologia dei moduli è la stessa a spanne si può valutare quando ogni modulo andrà in avaria con perdite d'aria a seconda dell'anno di installazione nella ISS.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^