L'esercito britannico potrebbe arruolare 30 mila robot: ipotesi dal 2030

L'esercito britannico potrebbe arruolare 30 mila robot: ipotesi dal 2030

Nel 2030 i robot potrebbero costituire una fetta importante delle unità militari britanniche, da utilizzare in operazioni da remoto e con la supervisione di operatori umani

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Scienza e tecnologia
 

Il generale Nick Carter, Capo di Stato della Difesa Britannica, ha dichiarato nel corso di un'intervista circolata durante la domenica che le forze armate inglesi potrebbero essere composte, a partire dal 2030, da una porzione significativa di robot, macchine autonome controllate da remoto.

Il ministero della Difesa britannico aveva inserito nel bilancio quinquennale la voce "guerra robotica", ma i funzionari governativi hanno deciso di rinviare i colloqui sulla revisione di spesa per via dell'emergenza coronavirus.

30 mila robot nell'esercito britannico: una realtà a partire dal 2030?

"Io ipotizzo che si possa disporre di un esercito di 120 mila unità, di cui 30 mila potrebbero essere robot. La risposta è che dobbiamo aprire le nostre menti non tanto ai numeri, ma a ciò che vogliamo ottenere, ed è davvero quello che dovremmo cercare" ha dichiarato il generale Carter a Sky News, ripreso anche dal Guardian. L'esercito britannico si compone attualmente di quasi 74 mila soldati, al di sotto dell'obiettivo fissato di 82 mila unità.

"Modernizzazione significa essenzialmente che si stanno per mettere da parte alcune capacità, probabilmente dell'era industriale, e si desidera guardare avanti verso alcune delle capacità necessarie per l'era dell'informazione" ha sottolineato il generale.

Il ministero sta già portando avanti un programma di sviluppo nel campo delle tecnologie militari, attualmente concentrato su un drone chiamato i9, che può operare anche in ambienti chiusi e sfrutta algoritmi di intelligenza artificiale per identificare i bersagli. Il drone è equipaggiato con armi da fuoco, il cui azionamento non è però lasciato all'intelligenza artificiale ma è subordinato alla decisione di un operatore umano.

L'operatività da remoto rende il drone i9 adatto per l'uso nelle operazioni di irruzione, cioè quando l'esercito si trova nella situazione di dover assaltare un'area chiusa o un edificio usato come nascondiglio dalle forze nemiche. Si tratta di un'operazione militare tradizionalmente tra le più critiche, che spesso comportano un elevato numero di vittime. Eventuali piani di sviluppo futuri potrebbero includere una variante anti-drone, come difesa verso possibili forze nemiche equipaggiate con tencologie simili o più pericolose.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200609 Novembre 2020, 14:56 #1
O i Dakek o niente!
ninja75009 Novembre 2020, 15:31 #2
i-robot
con will smith
nei cinema
(chiusi)
Ragerino09 Novembre 2020, 16:53 #3
Quindi basterà aspettare che gli si scarichi la batteria . Oppure procurarsi un device emp.
300009 Novembre 2020, 17:11 #4
Fanxxxo la guerra
Fanxxxo le armi
..!..
Marko_00109 Novembre 2020, 17:13 #5

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^