L'eolico offshore arriva anche in Italia: previsto un progetto da 250 MW a largo di Marsala

L'eolico offshore arriva anche in Italia: previsto un progetto da 250 MW a largo di Marsala

L'eolico offshore sbarca anche in Italia con il progetto denominato 7Seas Med, primo nel Mar Mediterraneo, che prevede l'installazione di 25 pale eoliche, da 15 MW ciascuna, installate su piattaforme galleggianti

di pubblicata il , alle 20:41 nel canale Scienza e tecnologia
 
35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Albi8024 Giugno 2020, 17:40 #21
Originariamente inviato da: Alzatan
Avete guardato il documentario di Michael Moore? Io non mi occupo dell'aspetto energetico o finanziario, lavoro in qualità e ammetto che la mia formazione è "old style" (sono laureato in energetica sulle turbo macchine).
Il ROI è sicuramente positivo da un punto di vista finanziario, ma da un punto di vista di tonnellate di CO2? Vorrei vedere il calcolo, considerando che tuttora le operations sia Onshore che offshore sono ancora tutte basate sul gasolio (e per offshore si deve considerare il vascello di supporto che per i parchi grandi è stazionario 24/7).
Lavoro in GE renewables.



Io sono un Ing. Elettrico .
Ed una pala eolica si ripaga in megawatt prodotti , ovvero in energia pulita fornita alla rete che corrisponde in tonnellate di CO2 risparmiate . Se la CO2 prodotta per farla sarebbe maggiore di quella risparmiata , vorrebbe dire che l'energia fossile utilizzata per creare il tutto ( è quindi l'investimento ) è necessariamente maggiore della energia pulita fornita (escludendo il costo delle materie prime e della manovalanza) . Perchè qualsiasi processo richiede energia , e l'energia ha un costo . E se dopo poco tempo la pala si ripaga , implica che l'energia pulita fornita alla rete deve essere necessariamente maggiore dell'energia fornita per realizzarla . Nulla si crea e nulla si distrugge
Mparlav24 Giugno 2020, 17:55 #22
Le sovvenzioni sono inferiori a quelle ricevute dalle trivellazioni di gas e petrolio.
Se poi vogliamo parlare di valutazioni d'impatto ambientale penso che un impianto eolico offshore sia secondo solo ad un fotovoltaico in mezzo al deserto.

Dell'impianto eolico tutto è riciclabile eccetto le pale, quelle rappresentano un problema a cui stanno lavorando da diverso tempo per utilizzare materiali più economici e meno "impattanti" nella fase di riciclaggio.

Fondazioni e/o sovrastrutture galleggianti rappresentano problemi minori a fine vita si possono affondare o lasciare lì come fanno con le piattaforme d'estrazione offshore.

E gli studi sugli uccelli sono stati fatti:
https://theconversation.com/wind-fa...heres-why-79567
Mparlav24 Giugno 2020, 17:57 #23
Originariamente inviato da: Alzatan
Cioè mi spiego, il business si regge comunque e sempre sulla CO2, quello che vorrei capire è se converrebbe bruciare il carbone/gas naturale al 50% di rendimento termico (facciamo una media tra centrale a vapore e ciclo combinato) come dice il documentario oppure conviene fare una torre di acciaio e delle pale di vetroresina e farle girare per 25 anni...


Edit, mi rispondo da solo... Sembra che quella parte del documentario non sia molto veritiera
https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.factcheck.org/2018/03/wind-energys-carbon-footprint/&ved=2ahUKEwj62aaBv5rqAhUJyYUKHUqFCXkQFjALegQIARAC&usg=AOvVaw1IgvZpwOVdVUp3KNwy55Hr&cshid=1593003217830


Questo è il calcolo che ha fatto Siemens con le turbine Gamesa:
https://www.siemensgamesa.com/-/med...-sg-8-0-167.pdf
Albi8024 Giugno 2020, 18:04 #24
Originariamente inviato da: Mparlav
Questo è il calcolo che ha fatto Siemens con le turbine Gamesa:
https://www.siemensgamesa.com/-/med...-sg-8-0-167.pdf


Dal documento :
"During its entire lifecycle the wind power plant produces 41 times more energy than it consumes."
Alzatan24 Giugno 2020, 18:16 #25
Originariamente inviato da: Albi80
Io sono un Ing. Elettrico .
Ed una pala eolica si ripaga in megawatt prodotti , ovvero in energia pulita fornita alla rete che corrisponde in tonnellate di CO2 risparmiate . Se la CO2 prodotta per farla sarebbe maggiore di quella risparmiata , vorrebbe dire che l'energia fossile utilizzata per creare il tutto ( è quindi l'investimento ) è necessariamente maggiore della energia pulita fornita (escludendo il costo delle materie prime e della manovalanza) . Perchè qualsiasi processo richiede energia , e l'energia ha un costo . E se dopo poco tempo la pala si ripaga , implica che l'energia pulita fornita alla rete deve essere necessariamente maggiore dell'energia fornita per realizzarla . Nulla si crea e nulla si distrugge


Perfettamente d'accordo sul tuo discorso sull'energia, ma occhio a parlare di soldi... Ammetto di non conoscere le attuali politiche sul prezzo dell'energia rinnovabile ed eventuali sussidi, ma credo che questo sfalsi un po' il discorso del ritorno dell'investimento. Inoltre che mi ricordi non è proprio poco, almeno per i pannelli solari si parla di 10 anni e più (con i sussidi e con una vita del prodotto di massimo 20 anni?)

Comunque il link che ho messo sopra sembra chiarire che in media una pala eolica emette meno di un decimo della CO2 che bruciare metano
zappy24 Giugno 2020, 19:08 #26
Originariamente inviato da: Alzatan
....Edit, mi rispondo da solo... Sembra che quella parte del documentario non sia molto veritiera


tutto il documentario di moore è già stato classificato come una grossa fake news...
zappy24 Giugno 2020, 19:09 #27
Originariamente inviato da: Albi80
Io sono un Ing. Elettrico .
...Se la CO2 prodotta per farla sarebbe maggiore di quella risparmiata ....

e si vede...
Alzatan24 Giugno 2020, 21:26 #28
Originariamente inviato da: Mparlav
Questo è il calcolo che ha fatto Siemens con le turbine Gamesa:
https://www.siemensgamesa.com/-/med...-sg-8-0-167.pdf


Grazie mille, perfetto era proprio il documento che cercavo!
Le turbine onshore (un mercato più grande) saranno forse un po' peggio a causa delle torri più alte, ma in generale si parla di mesi di operazione per recuperare la CO2 e non di anni!
WarDuck24 Giugno 2020, 21:35 #29
A me sinceramente l'idea che siano piazzati dei pali di cemento in mezzo al mare non entusiasma molto.

D'altra parte se su ogni tetto ci fossero dei pannelli fotovoltaici forse basterebbe a soddisfare il bisogno energetico, o no?

Per curiosità qual è l'efficienza dei due sistemi oggi?
hypershield24 Giugno 2020, 21:42 #30
In pratica avremo le turbine eoliche più potenti al mondo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^