L'analisi della roccia lunare di Chang'e-5 ha rilevato la presenza di molecole d'acqua

L'analisi della roccia lunare di Chang'e-5 ha rilevato la presenza di molecole d'acqua

La missione cinese Chang'e-5 ha riportato sulla Terra circa 1,7 kg di rocce lunari. Ma l'analisi dei dati da parte degli scienziati è stata condotta anche sui dati raccolti nel sito di atterraggio scoprendo la quantità d'acqua presente in zona.

di pubblicata il , alle 17:08 nel canale Scienza e tecnologia
CNSA
 

Continuano le ricerche legate alla roccia lunare (regolite) che si trovava nelle vicinanze del sito di atterraggio della missione cinese Chang'e-5. Ricordiamo che lo scopo principale era quello di riportare sul nostro pianeta dei campioni dal satellite naturale. Sono passate diverse decine di anni dall'ultimo tentativo (Unione Sovietica nel 1976 con la missione Luna 24). Avere a disposizione più campioni da zone diverse rimane fondamentale.

chang'e-5

La struttura modulare della missione cinese potrebbe essere anche un preludio alle missioni umane che la nazione asiatica intende inviare sulla Luna intorno al 2030. La Cina ha anche annunciato una collaborazione con la Francia per lo studio dei campioni di roccia lunare (1,731 kg). Ora è stato pubblicato uno studio legato ai dati delle rocce che si trovavano nella zona d'atterraggio e focalizzato sulla presenza di molecole d'acqua.

Chang'e-5 e la presenza di acqua nella zona di atterraggio sulla Luna

Secondo quanto emerso nello studio condotto da Lin Yangting e Lin Honglei dell'Institute of Geology and Geophysics of the Chinese Academy of Sciences, nelle rocce lunari vicine alla zona d'atterraggio della missione erano presenti molecole d'acqua. Nelle vicinanze sono stati anche raccolti i campioni di regolite lunare che sono stati poi riportati sulla Terra a dicembre 2020. Questi serviranno ad acquisire ulteriori informazioni.

acqua luna

L'analisi che è alla base dello studio ha utilizzato la riflettanza (range spettrale da 0,48 a 3,2 μm) per determinare le caratteristiche delle rocce presenti nei paraggi del lander Chang'e-5 nella zona Nord dell'Oceanus Procellarum. Secondo i dati è stata stimata una concentrazione di molecole d'acqua (e idrossile) fino a 180 ppm nella roccia chiamata CE5-Rock. Non è la prima volta che viene scoperta la presenza di acqua sulla Luna ma la sua natura e la distribuzione non sono ancora del tutto chiare. Per questo sono previste future missioni (come NASA VIPER) per avere ulteriori informazioni.

Secondo gli scienziati che hanno collaborato a scrivere lo studio oggetto della notizia, una delle possibili spiegazioni della presenza di acqua sulla Luna sarebbe quella del trasporto attraverso il vento solare. Le molecole d'acqua avrebbero concentrazioni massime intorno ai 120 ppm nella zona d'atterraggio (una media prevista è di 30 ppm). I 180 ppm di CE5-Rock sarebbero invece attribuibili a un'aggiunta dovuta all'interno del satellite.

acqua luna

La missione Chang'e-5 è atterrata in una zona dove il basalto che forma la regolite è particolarmente recente (in termini geologici). La roccia esaminata potrebbe invece arrivare da uno strato di basalto più antico che è stato frammentato da un impatto di un meteorite. Conoscere la quantità d'acqua sulla Luna permette da un lato di avere maggiori informazioni sul satellite. In aggiunta queste riserve potrebbero essere impiegate nelle future missioni umane (per esempio per realizzare propellente per razzi). Come scritto sopra, mancano ancora molti dati per avere un quadro completo, ma le missioni future e l'analisi dei campioni e dei dati già presenti potrebbero dare un grande aiuto per l'esplorazione.

Idee regalo, perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?
REGALA UN BUONO AMAZON
!

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^