ISS: la Russia potrebbe rendere pubblico il rapporto sull'incidente del modulo Nauka

ISS: la Russia potrebbe rendere pubblico il rapporto sull'incidente del modulo Nauka

Il rapporto sull'incidente avvenuto dopo l'attracco tra il modulo russo Nauka e la ISS (Stazione Spaziale Internazionale) potrebbe essere reso pubblico nel corso dei prossimi mesi, secondo quanto dichiarato da un dirigente di Roscosmos.

di pubblicata il , alle 15:47 nel canale Scienza e tecnologia
NASARoscosmos
 

A fine Luglio è avvenuto l'attracco tra il modulo russo Nauka e l'ISS. Inizialmente tutto sembrava andare come da previsioni ma qualche tempo dopo l'attracco c'è stata un'accensione imprevista dei motori del modulo stesso che hanno causato non pochi problemi alla Stazione Spaziale Internazionale.

nauka iss

Inizialmente sembrava che la Stazione Spaziale avesse ruotato "solamente" di 45°, ma un'intervista a uno dei direttori di volo della NASA ha svelato che la rotazione è stata ben più ampia. Gli astronauti non hanno dovuto abbandonare la ISS ma sono comunque state valutate tutte le possibilità. Per evitare il ripetersi di eventi simili, Roscosmos ha aperto un'indagine interna.

ISS e Nauka: Roscosmos renderà pubblico il rapporto sull'incidente

Durante un'intervista a RIA Novosti a Vladimir Solovyov (direttore di volo russo e cosmonauta) ha dato la versione dell'agenzia spaziale russa oltre ad alcune informazioni aggiuntive. Secondo quanto riportato, "dopo il completamento dei lavori di questa commissione [ndr. della commissione interna di Roscosmos], alcune informazioni potrebbero essere rese pubbliche".

nauka

Solovyovha comunque confermato che ci sono stati diversi problemi sia prima che dopo l'attracco alla ISS da parte del modulo Nauka. Inizialmente ci sono stati dei problemi ai sensori e ai motori quando ancora il modulo era separato dalla Stazione Spaziale, dopo il lancio. Successivamente, il problema dopo l'attracco è avvenuto a causa del software.

Il dirigente ha confermato che si è trattato di problemi che non erano tra quelli previsti e che sono stati "piuttosto seri". Uno dei limiti segnalati è la mancanza di un modello "a terra" per provare le varie configurazioni, per via delle ristrettezze del budget. Questo ha significato dover operare su modelli matematici che hanno complicato le cose. Solovyov ha anche aggiunto che, per quanto il propellente non sia stato ridistribuito correttamente e non sia stato ottimizzato il suo utilizzo, non era a rischio esaurimento prima del previsto.

Le problematiche dopo l'attracco di Nauka alla ISS

Sono state chiarite anche le modalità di attracco. Inizialmente era stato dichiarato che era avvenuto in manuale successivamente questa voce è stata smentita. In realtà Vladimir Solovyovaveva dato l'ordine per utilizzare l'attracco manuale quando il modulo Nauka sembrava fuori rotta (negli ultimi metri) rispetto alla ISS. Una correzione finale eseguita automaticamente ha però riportato tutto alla normalità senza la necessità di un intervento del cosmonauta.

Per quanto riguarda invece l'accensione dei motori del modulo Nauka dopo l'attracco, anche qui Solovyov ha dato una risposta. Dopo la chiusura dei ganci (hard docking), al centro di controllo c'è stato un momento di pausa. Ma è proprio a quel punto che il computer di bordo di Nauka ha pensato di essere ancora in volo libero e non collegato alla ISS.

nauka iss

A quel punto si sono accesi i motori di manovra per 7". Questo ha causato il problema che ha fatto ruotare la Stazione Spaziale. Vladimir Solovyov ha anche aggiunto che Nauka in quel momento non era ancora collegato elettricamente alla ISS e pur avendo accumulato energia a sufficienza per un certo periodo di tempo, c'era da considerare una zona d'ombra in arrivo (l'alimentazione avviene con pannelli solari).

Questo significava caricare dei comandi "per dire" a Nauka di collegarsi elettricamente alla ISS quando il sistema di bordo credeva di essere in volo libero. Una situazione paradossale. Durante le ore successive si è operato per correggere il bug che affliggeva il software. Un'avventura finita (fortunatamente) bene ma che con un rapporto pubblico permetterebbe di fare ulteriore luce su quanto accaduto.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^