Inventata la carta interattiva: basta toccarla per generare elettricità. Guardate

Inventata la carta interattiva: basta toccarla per generare elettricità. Guardate

Un gruppo di ricercatori realizza una particolare carta che può funzionare da tastiera senza alimentazione esterna, grrazie ad uno speciale inchiosto e ad un trattamento impermeabile

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Un gruppo di ingegneri della Purdue University ha realizzato un particolare processo di stampa che permette di rivestire fogli di carta o cartoncino con un particolare trattamento allo scopo di rendere la carta antipolvere oleo- e idrorepellente: in questo modo diventa possibile stampare sulla carta più strati di circuiti senza sbavare l'inchiostro realizzando delle "zone triboelettriche" che possono essere capaci di sostenere "comunicazioni wireless Bluetooth autoalimentate", almeno secondo quando si legge nell'articolo pubblicato su Nano Energy.

In termini più comprensibili: si può realizzare una carta "interattiva" che non richiede alimentazione esterna poiché capace di generare elettricità dal contatto con il dito di un utilizzatore. I ricercatori hanno realizzato tre video dimostrativi che mostrano il funzionamento di questa particolare carta. Nel primo di essi si può vedere una "tastiera di carta" trattata con lo speciale rivestimento, che viene poi cosparsa con una soluzione di colore verde che viene facilmente asciugata senza lasciare tracce.

Nel secondo video la tastiera di carta viene utilizzata per digitare su un portatile con la tastiera disabilitata. Vi è poi un ulteriore video dove gli ingegneri hanno stampato su un pezzo di carta dei controlli di riproduzione audio e di regolazione del volume, utilizzandolo per controllare un brano musicale.

Ramses Martinez, assistente professore per la School of Industrial Engineering della Purdue University, e coautore dell'articolo, ha commentato: "Immagino questa tecnlogia come un mezzo per semplificare l'interazione dell'utente con, ad esempio, il confezionamento degli alimenti o per la consegna dei pacchi". Questa tecnologia potrebbe infatti consentire la realizzazione, in maniera agevole, di imballaggi "smart" adatti per svariati ambiti di impiego.

L'innovazione di Purdue è particolarmente interessante in quanto elimina la necessità di fonti di alimentazione esterne, rendendo più vicine alla realtà applicazioni come l'imballaggio "smart". Per ora, comunque, si tratta di una sperimentazione di laboratorio e non vi sono informazioni su possibili sviluppi commerciali della cosa.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1304 Settembre 2020, 14:22 #1

imballaggi smart?

ma di tutto quello che si poteva pensare a imballaggi smart pensate?? no ad esempio tastiere veramente senza fili/batterie? tastiere pieghevoli e sottili come fogli? sensori di pressione/posizionamento smart? guanti tattili per realtà virtuale? tavoli/tabelle per le ordinazioni senza alimentazione?
D4N!3L304 Settembre 2020, 14:41 #2
Che figata pazzesca!!
wingman8704 Settembre 2020, 14:46 #3
Dalla qualità dei video sembra una bufala
io78bis04 Settembre 2020, 17:22 #4
Originariamente inviato da: djfix13
ma di tutto quello che si poteva pensare a imballaggi smart pensate?? no ad esempio tastiere veramente senza fili/batterie? tastiere pieghevoli e sottili come fogli? sensori di pressione/posizionamento smart? guanti tattili per realtà virtuale? tavoli/tabelle per le ordinazioni senza alimentazione?


Ecco le tue sono idee intelligenti.

EDIT: [S]A me però non è chiaro come avviene l'interfacciamento con il PC perchè non credo il pezzo di carta includa anche il componente per l'invio dati.[/S] Invece include anche il BT, speriamo si sbrighino perchè in alcuni progetti a me farebbe molto comodo.

Immagino sia carta non riciclabile
TheAle04 Settembre 2020, 22:21 #5
Figo, chissà come funziona nello specifico. Forse si crea un pairing tra un file (che magari ha un ID univoco) e la stampa. File che deve essere configurato, in senso che bisogna abbinare ogni zona a un comando. Una cosa del genere potrebbe esistere anche con un miniproiettore che proietta sulla scrivania, senza usare fogli.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^