Inspiration4 porterà del luppolo in orbita per realizzare una birra, è per beneficenza

Inspiration4 porterà del luppolo in orbita per realizzare una birra, è per beneficenza

La missione spaziale Inspiration4, il cui lancio è programmato per il 15 Settembre 2021, trasporterà anche 30 kg di luppolo che potrà essere impiegato per realizzare una birra. Lo scopo è benefico a favore dell'ospedale St. Jude.

di pubblicata il , alle 07:31 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Della missione spaziale Inspiration4 abbiamo scritto recentemente in occasione dell'annuncio di una docu-serie che sarà disponibile su Netflix a partire dal 6 Settembre. Ma non è l'unica novità, perché in queste ore Jared Isaacman (il facoltoso che l'ha finanziata) ha annunciato una curiosa iniziativa.

inspiration4

A bordo della capsula Crew Dragon di SpaceX, oltre all'equipaggio di quattro civili ci saranno rifornimenti ma anche del luppolo. Si tratta ancora una volta di un'iniziativa a scopo benefico sempre dedicata all'ospedale pediatrico St. Jude che è al centro di una raccolta fondi promossa proprio da Isaacman per raggiungere i 200 milioni di dollari.

Il luppolo per una birra andrà nello PSazio grazie a Inspiration4

L'annuncio della nuova iniziativa è avvenuto con un tweet da parte dello stesso Isaacman (grazie all'idea di Dan McDonough). Non c'è alcuna velleità scientifica nel portare del luppolo, poco meno di 32 kg, nello Spazio in quanto il tempo di permanenza della missione Inspiration4 sarà comunque limitato.

Questo luppolo però potrà essere utilizzato da un birrificio per realizzare della birra dopo che sarà battuto all'asta benefica. Non sappiamo quale sarà la varietà scelta né in che "forma" sarà conservato all'interno della capsula spaziale. I dettagli potrebbero essere annunciati prossimamente, prima del lancio fissato per il 15 Settembre 2021.

inspiration4

In generale si può pensare che per una cotta da una ventina di litri di birra possono essere necessari un po' meno di 100 grammi di luppolo (ma molto dipende dalla ricetta e dallo stile scelto per la produzione). 32 kg dovrebbero essere sufficienti per arrivare a una produzione ristretta ma comunque in grado di essere assaporata da più clienti curiosi.

Inspiration4 non è la prima missione spaziale che ha a che fare con una bevanda alcolica. Per esempio nel 2019 fino al 2021 sulla Stazione Spaziale Internazionale sono state conservate dodici bottiglie di vino Petrus 2000 che sono state poi messe in vendita per un milione di dollari (contro i 6000 dollari della bottiglia "terrestre"). In questo caso però sono passati ben 14 mesi in orbita intorno alla Terra mentre il luppolo ci resterà solo qualche giorno. Si tratta comunque di un gesto a fin di bene per il St. Jude, quindi le velleità scientifiche o gastronomiche non sono lo scopo principale.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CYRANO13 Agosto 2021, 07:47 #1
Miaaaaaaaaa




Cndnsbxzjsjsisososixjxn
albatros_la13 Agosto 2021, 09:36 #2
Si tratta comunque di un gesto a fin di bene per il St. Jude, quindi le velleità scientifiche o gastronomiche non sono lo scopo principale.

Non che l' esperimento WISE che ha portato le famigerate bottiglie di vino francese sull'ISS avesse particolare rilievo scientifico. Ha pure scatenato molte ire in seno a NASA, che nonostante i piani di apertura commerciale non ha ancora cominciato a fare sul serio in tal senso. In pratica quel vino poi battuto all'asta a prezzi folli non poteva essere venduto perché NASA non contempla attività a bordo del ramo occidentale dell'ISS che abbiano scopo di profitto, cosa che invece si è poi palesata (facile fare un giro di assaggi in cieco solo per giustificare la messa in asta del vino...). Comunque sia, questo aspetto distingue fondamentalmente WISE da questa iniziativa, che invece parrebbe avere uno scopo puramente benefico, e dunque senza fini di lucro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^