Il dipartimento della difesa USA sceglie i microscopi con AI e AR di Google per la rilevazione precoce dei tumori

Il dipartimento della difesa USA sceglie i microscopi con AI e AR di Google per la rilevazione precoce dei tumori

Il dipartimento della difesa statunitense, in particolare la divisione Defense Innovation Unit (DIU), ha scelto di adottare presso alcune delle sue strutture il microscopio con AI e AR integrate di Google Cloud, per aiutare i medici militari a rilevare più precocemente i segni di diversi tipi di cancro

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Scienza e tecnologia
Google
 

La lotta contro il cancro è una delle sfide in cui l'intelligenza artificiale potrebbe giocare un ruolo fondamentale. In particolare i sistemi AI (Artificial Intelligence) promettono di diventare dei preziosi assistenti nella diagnosi precoce, arma fondamentale per la cura dei tumori.

Google è molto attiva nel campo e da anni lavora a un microscopio AR in cui la realtà aumentata fa leva sull'intelligenza artificiale e sul framework TensorFlow per aiutare nella diagnosi dei tumori. La notizia è che il dipartimento della difesa statunitense, in particolare la divisione Defense Innovation Unit (DIU), ha scelto di adottare presso alcune delle sue strutture il microscopio con AI e AR integrate di Google Cloud, per aiutare i medici militari a rilevare più precocemente i segni di diversi tipi di cancro.

Secondo una ricerca negli Stati Uniti il 5% delle diagnosi di tumore è errata e questo porta a trattare in modo scorretto (o a non trattare) 12 milioni di pazienti all'anno. Il sistema di Google utilizza l'analisi dei big data per assistere i medici nell'analisi dei campioni e nelle decisioni diagnostiche da prendere, migliorando l'accuratezza, ma anche la velocità delle analisi.

I sistemi di intelligenza artificiale sono stati allenati tramite set di dati anonimizzati pubblici e privati e nella nota che annuncia la partnership Google sottolinea come i dati personali dei pazienti analizzati con il sistema saranno gestiti interamente dai singoli ospedali.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^