iFixit lancia la nuova raccolta di manuali di riparazione per dispositivi medicali

iFixit lancia la nuova raccolta di manuali di riparazione per dispositivi medicali

Dopo l'avvio dei lavori, due mesi fa, il popolare sito annuncia la realizzazione del più completo database di manuali di riparazione di dispositivi medici e sanitari di ogni tipo, creato grazie al contributo del pubblico

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

iFixit, il sito web noto per i suoi video di "teardown" dove smonta in ogni loro parte i dispositivi elettronici, ha annunciato il debutto di ciò che il CEO Kyle Wiens definisce come la più "completa risorsa online per i professionisti di riparazione di dispositivi medicali". Il nuovo database contiene sezioni dedicate ad attrezzature cliniche, strumentazioni di laboratorio e macchinari medicali, in aggiunta alle altre categorie di dispositivi elettronici consumer già presenti. Con la nuova iniziativa iFixit mette inoltre a disposizione oltre 13 mila manuali di centinaia di produttori di dispositivi medici.

Il grande lavoro di raccolta di documentazione ed informazioni ha preso il via due mesi fa (ve ne avevamo parlato in questa notizia: Coronavirus, iFixit crea un database per le attrezzature mediche. Ecco come contribuire), con una campagna di crowdsourcing e inizialmente - per affrontare le difficoltà conseguenti alla diffusione della pandemia COVID-19 - concentrata sulla documentazione relativa a ventilatori polmonari, sistemi di analisi respiratori e attrezzature e macchinari per le anestesie.

Da quel punto di partenza il progetto ha poi via via preso dimensioni di altra scala, e la stessa iFixit si è trovata a destinare un numero sempre più consistente del suo staff a questa iniziativa. La società ha poi contattato tecnici biomedici, medici e personale infermieristico per comprendere meglio le necessità professionali quotidiane di queste figure, iniziando quindi a raccogliere e catalogare informazioni da altre fonti.

Nel post con cui illustra il progetto Wiens afferma: "Gli ospedali stanno avendo problemi ad ottenere informazioni su come riparare dispositivi medici - e non è un problema legato solamente a COVID-19. Abbiamo ascoltato innumerevoli racconti di tecnici biomedici su come i produttori di dispositivi medici rendano il loro lavoro più difficile limitando l'accesso alle informazioni di riparazione. A causa delle restrizioni sugli spostamenti il problema è però ora più grave che mai. I rappresentanti dei servizi di riparazione non sono in grado di sostenere il ritmo della domanda per la riparazione di macchinari chiave. E anche se potessero, non potrebbero rispondere così velocemente come i tecnici biomedici, già in prima linea".

Wiens afferma che tra i tecnici biomedici è abbastanza comune trascorrere diverso tempo per cercare informazioni di riparazione per sistemare un dispositivo o prevenire la rottura o il malfunzionamento di un componente chiave. "Stiamo cercando di risolvere questo. Negli ultimi due mesi iFixit ha destinato parte del proprio staff alla costruzione del database più completo al mondo su apparati medicali. E' una collezione centrale, multi-produttore, di manuali utenti e documentazione di riparazione per migliaia di dispositivi". Un database che è suddiviso in nove categorie, ciascuna delle quali a sua volta organizzata in numerose altre sottocategorie per praticamente qualsiasi tipo di dispositivo si possa trovare in un contesto sanitario.

Il CEO di iFixit sottolinea poi che alcuni produttori di dispositivi medici rendono queste informazioni più facilmente disponbili rispetto ad altri. "I tecnici biomedici per il loro lavoro quotidiano si sono a lungo affidati ad una serie di risorse messe insieme alla buona per venire a capo dei problemi. Tra i più popolari c'è il Frank's Hospital Workshop, un sito web che ospita centinaia di manuali di dispositivi medici, è la bibbia non ufficiale dei tecnici biomedici". L'obiettivo di iFixit non è quello di rivaleggiare con esso, ma di aggiungere nuove informazioni e manuali non ancora disponibili.

"Per essere molto chiari: iFixit non fa soldi con questo progetto. Stiamo mettendo a disposizione hosting e cura dei contenuti gratuitamente e senza pubblicità per la comunità medica. Diamo il benvenuto ai produttori che si uniscono a noi e contribuiscono alla creazione di un archivio aggiornato e centralizzato per la comunità biomedica. Diamo inoltre il benvenuto alla comunità di tecnici biomedici nell'unirsi alla comunità di iFixit. Nessun tecnico è un'isola, e speriamo di facilitare uno scambio di conoscenze e capacità di risolvere i problemi" scrive Wiens.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MorgaNet20 Maggio 2020, 18:58 #1
Mamma mia che stupidaggine.
Ma stiamo scherzando?
Io non vorrei mai che usassero su di me una macchina per dialisi o un ventilatore polmonare aggiustato da un tecnico che si è inventato riparatore leggendo una guida su Internet.
A parte i risvolti legali (se la macchina fa cilecca e ci rimani secco, chi paga? Chi va in galera?), ma proprio in termini di salute la vedo una stupidaggine cosmica. E' un attimo farsi male anche con banali apparecchi ambulatoriali....
turcone20 Maggio 2020, 19:35 #2
Originariamente inviato da: MorgaNet
Mamma mia che stupidaggine.
Ma stiamo scherzando?
Io non vorrei mai che usassero su di me una macchina per dialisi o un ventilatore polmonare aggiustato da un tecnico che si è inventato riparatore leggendo una guida su Internet.
A parte i risvolti legali (se la macchina fa cilecca e ci rimani secco, chi paga? Chi va in galera?), ma proprio in termini di salute la vedo una stupidaggine cosmica. E' un attimo farsi male anche con banali apparecchi ambulatoriali....


mi sa che non conosci il mondo della riparazione
di solito chi fa riparazioni impara da video o da manuali non è come una volta che venivi formato dal "vecchio" è un sistema troppo costoso e inefficiente
mattxx8820 Maggio 2020, 21:30 #3
Originariamente inviato da: turcone
mi sa che non conosci il mondo della riparazione
di solito chi fa riparazioni impara da video o da manuali non è come una volta che venivi formato dal "vecchio" è un sistema troppo costoso e inefficiente


quoto
tanti non immaginano l'omertà che gira intorno a ste cose da parte dei costruttori
uguale su macchine e veicoli in generale
Ser Nwanko20 Maggio 2020, 21:38 #4
In realtà non è proprio come la descrivete...è molto più preoccupante. Gli ospedali di solito appaltano tutto il servizio di manutenzione a grosse società (basta cercare in internet e trovate i nomi) che danno una formazione approssimativa ai propri tecnici che di solito sono giovani e sottopagati. Naturalmente quando si tratta di aggiustare il macchinario più complesso queste società chiamano le case madri che mandano i loro tecnici. Io preferirei che si occupassero delle riparazioni sempre i tecnici delle case madri ma purtroppo si va al risparmio quando si fanno le gare di appalto pubblico e lo sapete il risparmio di solito a cosa equivale vero?

Non so turcone quale mondo della riparazione conosce, io ne conosco uno che lavora con strumentazione scientifica e noi di solito facciamo i corsi di formazione in fabbrica, ovvero dove si produce lo strumento, di certo non ci basiamo sui video tutorial su youtube. Se poi pensate che aggiustare il pc o il telefonino sia uguale ad aggiustare uno strumento per analisi cliniche o chimiche vi assicuro che non è così.
Tozzo7221 Maggio 2020, 02:18 #5
Originariamente inviato da: Ser Nwanko
In realtà non è proprio come la descrivete...è molto più preoccupante. Gli ospedali di solito appaltano tutto il servizio di manutenzione a grosse società (basta cercare in internet e trovate i nomi) che danno una formazione approssimativa ai propri tecnici che di solito sono giovani e sottopagati. Naturalmente quando si tratta di aggiustare il macchinario più complesso queste società chiamano le case madri che mandano i loro tecnici. Io preferirei che si occupassero delle riparazioni sempre i tecnici delle case madri ma purtroppo si va al risparmio quando si fanno le gare di appalto pubblico e lo sapete il risparmio di solito a cosa equivale vero?

Non so turcone quale mondo della riparazione conosce, io ne conosco uno che lavora con strumentazione scientifica e noi di solito facciamo i corsi di formazione in fabbrica, ovvero dove si produce lo strumento, di certo non ci basiamo sui video tutorial su youtube. Se poi pensate che aggiustare il pc o il telefonino sia uguale ad aggiustare uno strumento per analisi cliniche o chimiche vi assicuro che non è così.


Non riesco a capire. Dici che è spesso tutto approssimativo o che è quasi sempre tutto professionale?
Ser Nwanko21 Maggio 2020, 08:48 #6
Originariamente inviato da: Tozzo72
Non riesco a capire. Dici che è spesso tutto approssimativo o che è quasi sempre tutto professionale?


Dico che negli ospedali il servizio generico è approssimativo perché di solito affidato a persone non qualificate. Queste stesse persone d'altronde sono in grado di capire che la grande strumentazione non fa per loro e quindi di solito chiamano le case madri che fanno formazione seria ai loro tecnici e la qualità è molto migliore. Detto questo ci sono molte variabili, per esempio nei piccoli ospedali molto spesso non c'è un sistema di gestione delle apparecchiature e quando si rompe qualcosa di costoso si preferisce semplicemente interrompere il servizio alla comunità.
omega72621 Maggio 2020, 10:39 #7
Originariamente inviato da: Ser Nwanko
In realtà non è proprio come la descrivete...è molto più preoccupante. Gli ospedali di solito appaltano tutto il servizio di manutenzione a grosse società (basta cercare in internet e trovate i nomi) che danno una formazione approssimativa ai propri tecnici che di solito sono giovani e sottopagati. Naturalmente quando si tratta di aggiustare il macchinario più complesso queste società chiamano le case madri che mandano i loro tecnici. Io preferirei che si occupassero delle riparazioni sempre i tecnici delle case madri ma purtroppo si va al risparmio quando si fanno le gare di appalto pubblico e lo sapete il risparmio di solito a cosa equivale vero?

Non so turcone quale mondo della riparazione conosce, io ne conosco uno che lavora con strumentazione scientifica e noi di solito facciamo i corsi di formazione in fabbrica, ovvero dove si produce lo strumento, di certo non ci basiamo sui video tutorial su youtube. Se poi pensate che aggiustare il pc o il telefonino sia uguale ad aggiustare uno strumento per analisi cliniche o chimiche vi assicuro che non è così.


Guarda, tu hai ragione ma spesso sono anche i costruttori che ci si mettono.
Io in azienda ho una stampante di una famosissima azienda Giapponese di primo piano.... è una stampante inkjet molto particolare che costa circa 4000 euro.
Bene, questa macchina ogni 100k stampe si blocca completamente (impossibile utilizzarla in alcun modo) perchè c'è un counter che impone la sostituzione della testina di stampa, pompe di aspirazioene inchiostro e tutti i tubi di collegamento.... l'operazione può essere effettuata solo dai tecnici della casa anche perchè sono gli unici che possono entrare nel service e sbloccare la macchina a seguito della manutenzione....
Bene, costo dell'operazione circa 2800 euro ... su una macchina che ne costa circa 4000 nuova.... per sostituire pezzi che valgono si e no 50 euro...

E poi non vuoi passare al fai da te?

Ovvio che ho trovato un software sottobanco che può sbloccare la modalità service e far ripartire la macchina....

E per la cronaca, avendone due ho provato a fare uno sblocco senza sostituire nulla e la macchina ora ha fatto 200k stampe in a row senza mostrare cedimenti delle componenti non sostituite...
Tozzo7221 Maggio 2020, 12:59 #8
Originariamente inviato da: Ser Nwanko
Dico che negli ospedali il servizio generico è approssimativo perché di solito affidato a persone non qualificate. Queste stesse persone d'altronde sono in grado di capire che la grande strumentazione non fa per loro e quindi di solito chiamano le case madri che fanno formazione seria ai loro tecnici e la qualità è molto migliore. Detto questo ci sono molte variabili, per esempio nei piccoli ospedali molto spesso non c'è un sistema di gestione delle apparecchiature e quando si rompe qualcosa di costoso si preferisce semplicemente interrompere il servizio alla comunità.

Grazie, ora ho capito bene cosa intendevi e sono d'accordo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^