Entanglement quantistico: una nuova immagine storica!

Entanglement quantistico: una nuova immagine storica!

Dopo l'immagine del buco nero di M87 arriva un'altra immagine sorprendente dal mondo della fisica: si tratta dell'immagine che mette in evidenza il fenomeno dell'entanglement quantistico. La prima del suo genere.

di pubblicata il , alle 09:41 nel canale Scienza e tecnologia
 

Qualche giorno fa è rimbalzata in tutto il Mondo la notizia secondo la quale dei fisici dell'Università di Glasglow avrebbero realizzato la prima immagine che mostra un entanglement quantistico. Si tratta della seconda immagine storica per il genere umano nel campo della fisica nel 2019: la prima fu quella del buco nero di M87!

Questa volta però dal "molto grande" si passa all'infinitamente piccolo per cercare di mostrare un'immagine di una violazione della disuguaglianza di Bell e del principio di località (due particelle distanti non si influenzano vicendevolmente istantaneamente). I fisici che hanno svolto questo esperimento lo hanno definito come "una manifestazione fondamentale di un sistema quantistico". Ma come è stato realizzato questo esperimento storico? E quali conseguenze avrà?

entanglement quantistico

Entanglement quantistico: l'esperimento

Per riuscire a mostrare un'immagine dell'entanglement quantistico è stato utilizzato un laser a 355 nm per emettere coppie di fotoni (a 710 nm) "legati" ma divisi spazialmente grazie a un cristallo di β-Bario Borato (BBO). A questo punto i due fotoni vengono separati da uno splitter che li invia in due sezioni ottiche distinte e non influenzabili direttamente.

Il primo fotone è riflesso da un modulatore di luce spaziale per poi essere rilevato da un diodo. Il secondo fotone invece subisce un cambiamento di fase (sostanzialmente viene "ruotato") per poi essere rilevato a valle. Il sistema garantisce che i due fotoni che erano legati vengano correttamente "accoppiati" garantendo così il risultato (non tutti i fotoni che passano per il secondo braccio arrivano a destinazione).

Quello che si è osservato è che anche il fotone che non avrebbe dovuto cambiare fase in quanto non passato attraverso il filtro di fase è stato influenzato (grazie all'entanglement quantistico) dall'altro fotone della coppia.

entanglement quantistico

Nell'immagine più in alto si possono così vedere i risultati di questo cambiamento di fase come due forme "che si specchiano". Se non ci fosse l'entanglement quantistico una delle due metà non avrebbe dovuto "ruotare" rispetto all'altra, cosa che invece è accaduta come ci si sarebbe aspettati (e come confermato da altri esperimenti precedenti).

Le ricadute di questo genere di scoperte sono, per ovvi motivi, molto particolari e attualmente estremamente settoriali. Questo esperimento potrebbe portare qualche novità nel campo dei computer quantistici ma soprattutto nell'imaging quantistico (dove altre tecniche non possono essere impiegate). Non c'è invece da aspettarsi ricadute nel campo consumer, se non tra molti, molti anni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco16 Luglio 2019, 10:11 #1
OK, chi posta il meme di Katie Bouman?
Luca198016 Luglio 2019, 10:15 #2
Si sa da sempre che se la moglie va in vacanza da sola, ne è influenzato anche il comportamento del marito che resta a casa.
cignox116 Luglio 2019, 11:53 #3
>>Si sa da sempre che se la moglie va in vacanza da sola, ne è influenzato anche il comportamento del marito che resta a casa.

Questo non é entanglement. L'entanglement dice che se mentre lei é in vacanza tu te la spassi con la vicina, ti squilla il telefono perché, in un modo che la fisica classica non é in grado di spiegare, lei lo ha scoperto istantaneamente
cignox116 Luglio 2019, 11:54 #4
L'immagine di per sé é interessante, ma mostra visivamente ció che giá si sapeva, nulla di nuovo (per quanto la non localitá sia sempre un concetto affascinante e misterioso).
A cosa potrá servire, in futuro, questa tecnica?
themac16 Luglio 2019, 12:18 #5
Originariamente inviato da: cignox1
L'immagine di per sé é interessante, ma mostra visivamente ció che giá si sapeva, nulla di nuovo (per quanto la non localitá sia sempre un concetto affascinante e misterioso).
A cosa potrá servire, in futuro, questa tecnica?


A livello teorico la primissima utilita' puo' essere quella di trasferire informazioni, istantaneamente da un punto all'altro dei due "elementi" legati dall'entanglement quantistico. E questi due elementi potrebbero essere parecchio distanti uno dall'altro...potrebbero...
L'altra utilita' (se l'universo quantistico e' vero...) e' quella che manipolando "fisicamente" il primo elemento, si possa manipolare anche l'altro che e' al primo "legato" e che si trova magari all'interno del corpo umano, quindi applicazioni mediche non invasive.
Per ora, soprattutto per me, sono suggestioni (e a parte 4/5 libri letti non sono la persona piu' informata sull'argomento).

Poi boh...io sono ancora dubbioso, ma lo era anche Einstein e a quanto pare se si sbagliava lui, posso pure sbagliarmi e di grosso io...

Si scherza, o no ?

:-)

TheMac
Gnubbolo16 Luglio 2019, 12:52 #6
trasmissione dati con lag quasi a 0 indipendentemente dalla distanza. basta e avanza come innovazione.
cignox116 Luglio 2019, 12:59 #7
>>
A livello teorico la primissima utilita' puo' essere quella di trasferire informazioni, istantaneamente da un punto all'altro dei due "elementi" legati dall'entanglement quantistico. E questi due elementi potrebbero essere parecchio distanti uno dall'altro...potrebbero...

Non sto parlando dell'entanglement, sto parlando di questa tecnica di visualizzazione. L'entanglement lo si conosce da decenni...

>>trasmissione dati con lag quasi a 0 indipendentemente dalla distanza. basta e avanza come innovazione.

Mmm, da dove desumi che questo esperimento suggerisca questa possibilitá? Ripeto: per quanto affascinante, non mi sembra che questa tecnica aggiunga nulla a ció che si sapeva circa l'entanglement, né mi pare (ma non sono aggiornatissimo) che qualcuno abbia mai scovato un modo per permettere all'entanglement di fornire comunicazioni superluminali (in realtá una volta a me un modo é venuto in mente, ma sicuramente ci sará stato qualche inghippo nel ragionamento, visto che fino ad ora tutti ripetono che non é possibile )
jepessen16 Luglio 2019, 13:06 #8
Pensarlo e' un errore comune, ma l'entanglement NON consente di scambiare informazioni ad una velocita' maggiore di quella della luce.

Qui qualche articolo che cerca di spiegarlo:

https://en.wikipedia.org/wiki/EPR_paradox
https://www.quora.com/Why-is-it-not...um-entanglement
https://journals.aps.org/pr/pdf/10.1103/PhysRev.47.777
http://curious.astro.cornell.edu/ab...on-intermediate

Quindi il fatto che niente, inclusa l'informazione, possa muoversi ad una velocita' maggiore di quella della luce, rimane invariato.
Eress16 Luglio 2019, 13:08 #9
Non avrei mai pensato che l'utente nickname avesse quell'aspetto lì
Nel 1981 Aspect aveva già ottenuto questo risultato. Tutto è connesso istantaneamente, il limite c è del tutto "relativo"
Mon316 Luglio 2019, 19:15 #10

Io non ci capisco molto

Ma mi hanno spiegato che con l'entanglement non puoi trasmettere informazioni, altrimenti violeresti il principio che non si può superare la velocità della luce...quindi piano con i voli pindarici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^