Energie rinnovabili: per la prima volta in Europa superano i combustibili fossili

Energie rinnovabili: per la prima volta in Europa superano i combustibili fossili

Il crollo del fabbisogno energetico innescato dalle misure di lockdown dovute alla pandemia ha portato ad un rimescolamento di carte nel panorama della produzione energetica europea

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
 
34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
the_joe26 Luglio 2020, 10:52 #11
Originariamente inviato da: cdimauro
In realtà almeno la Sicilia è molto industrializzata (e inquinata: buona parte del greggio viene raffinato qui, ad esempio) nonché popolata (circa 5 milioni di abitanti: poco meno del 10% dell'intera nazione).

Ci sono fossero almeno dei vantaggi nell'estendere la produzione energetica potrei capirlo, ma al momento c'è soltanto sfruttamento nonché deturpamento del territorio.


Io abito in Toscana, a Lucca nella valle del Serchio abbiamo uno dei più estesi impianti idroelettrici italiani, una bella raffineria di petrolio a Livorno e fra le due saprei sicuramente cosa ampliare e migliorare visto che il progetto risale al dopoguerra e di investimenti recenti non ne sono stati fatti.
Abbiamo anche impianti eolici e fotovoltaici, non per questo dobbiamo smettere di farne di nuovi.

Anche io nel mio piccolo contribuisco con un 3kw
cdimauro26 Luglio 2020, 11:11 #12
Direi che abbiamo già dato abbastanza.

Per quanto mi riguarda dovrebbero esplorare soluzioni in regioni / aree che attualmente non sono energeticamente autosufficienti.

Personalmente ho considerato l'ipotesi di mettere un impianto solare a casa (visto che ne ho comprata una finalmente, e posso farci quello che voglio), ma abitando in Germania non so se / quanto sia conveniente (è spesso grigio da queste parti); soprattutto la lingua è una barriera che mi rende difficile capire il da farsi.
the_joe26 Luglio 2020, 11:17 #13
Originariamente inviato da: cdimauro
Direi che abbiamo già dato abbastanza.

Per quanto mi riguarda dovrebbero esplorare soluzioni in regioni / aree che attualmente non sono energeticamente autosufficienti.

Personalmente ho considerato l'ipotesi di mettere un impianto solare a casa (visto che ne ho comprata una finalmente, e posso farci quello che voglio), ma abitando in Germania non so se / quanto sia conveniente (è spesso grigio da queste parti); soprattutto la lingua è una barriera che mi rende difficile capire il da farsi.

Dipende da tanti fattori, il costo dell'impianto lo ammortizzi in base a quanto consumi di giorno perché al momento i sistemi di accumulo sono troppo costosi, poi chiaramente c'è tutto il capitolo della vendita del surplus, degli eventuali incentivi ecc.
cdimauro26 Luglio 2020, 11:20 #14
Infatti. La situazione è già abbastanza incasinata in Italia: figuriamoci qui con la lingua tedesca di mezzo...
Darkon26 Luglio 2020, 11:44 #15
Originariamente inviato da: cdimauro
Infatti. La situazione è già abbastanza incasinata in Italia: figuriamoci qui con la lingua tedesca di mezzo...


Ti semplifico la cosa dato che ho avuto a che fare con la cosa lato finanziario.

Attualmente salvo che tu consumi qualcosa come almeno 250/300 a bolletta è molto difficile che un fotovoltaico domestico sia conveniente. Nota bene... io sto parlando lato finanziario eh... se poi lo vuoi fare per l'ambiente o cose del genere è tutt'altro discorso.


Ciò dipende da diversi fattori:

1) Il surplus ormai viene venduto a prezzi bassissimi. Di fatto è diventato difficile anche solo garantire che con il surplus ti ammortizzi l'impianto e i consumi.

2) Il mercato dell'energia è pur sempre un mercato e ultimamente non è un mercato particolarmente brillante quanto a prezzi per chi deve venderla.

3) Ad oggi la tecnologia fotovoltaica specialmente domestica rimane parzialmente una incognita quanto a manutenzione e durata e se ciò non era un problema un tempo per via di incentivi e prezzi che garantivano un ritorno tale da poter far fronte anche a qualche inconveniente oggi i margini risicati fanno si che fare un fotovoltaico domestico è diventato veramente poco conveniente.


Tanto per darti un'idea, nel mio lavoro in piena fase incentivi, finanziavamo circa 2/3 impianti al mese. Negli ultimi 12 mesi ne abbiamo finanziato solo uno che comunque è un impianto importante sul tetto di un capannone che andrà ad abbattere i consumi aziendali.
the_joe26 Luglio 2020, 12:09 #16
Originariamente inviato da: Darkon
Ti semplifico la cosa dato che ho avuto a che fare con la cosa lato finanziario.

Attualmente salvo che tu consumi qualcosa come almeno 250/300 a bolletta è molto difficile che un fotovoltaico domestico sia conveniente. Nota bene... io sto parlando lato finanziario eh... se poi lo vuoi fare per l'ambiente o cose del genere è tutt'altro discorso.


Ciò dipende da diversi fattori:

1) Il surplus ormai viene venduto a prezzi bassissimi. Di fatto è diventato difficile anche solo garantire che con il surplus ti ammortizzi l'impianto e i consumi.

2) Il mercato dell'energia è pur sempre un mercato e ultimamente non è un mercato particolarmente brillante quanto a prezzi per chi deve venderla.

3) Ad oggi la tecnologia fotovoltaica specialmente domestica rimane parzialmente una incognita quanto a manutenzione e durata e se ciò non era un problema un tempo per via di incentivi e prezzi che garantivano un ritorno tale da poter far fronte anche a qualche inconveniente oggi i margini risicati fanno si che fare un fotovoltaico domestico è diventato veramente poco conveniente.


Tanto per darti un'idea, nel mio lavoro in piena fase incentivi, finanziavamo circa 2/3 impianti al mese. Negli ultimi 12 mesi ne abbiamo finanziato solo uno che comunque è un impianto importante sul tetto di un capannone che andrà ad abbattere i consumi aziendali.

Sono da un po' fuori dal giro, ma un 3kw quanto viene a costare?

Fra i costi occulti va considerata la durata dell'inverter stimata in 7/10 anni, per i pannelli invece non ci sono problemi dato che dopo 25anni in genere garantiscono ancora l'85% della capacità. Poi ci sono i pannelli cinesi.

Io ho un impianto con pannelli Aleo (Bosch) e microinverter enphase garantiti 25 anni...
Mparlav26 Luglio 2020, 12:21 #17
Originariamente inviato da: nx-99
accumulare l'energia prodotta = Produrre idrogeno


È quello che farà l'Arabia Saudita: elettrolisi da fotovoltaico per produrre idrogeno.
Non è certo molto efficiente ma intendono diventare il primo produttore al mondo di idrogeno. Con circa 6 miliardi di $ d'investimento, ma ad Aramco non mancano di certo.
Darkon26 Luglio 2020, 12:34 #18
Originariamente inviato da: the_joe
Sono da un po' fuori dal giro, ma un 3kw quanto viene a costare?


Diciamo che non esiste una risposta esatta e precisa a prescindere perché dipende anche da vari fattori che vanno calcolati sul singolo impianto. Comunque diciamo che pressapoco siamo fra i 6.000/8.000


È quello che farà l'Arabia Saudita: elettrolisi da fotovoltaico per produrre idrogeno.
Non è certo molto efficiente ma intendono diventare il primo produttore al mondo di idrogeno. Con circa 6 miliardi di $ d'investimento, ma ad Aramco non mancano di certo.


Ma che in Arabia con Km di deserto in cui possono fare impianti colossali senza dar noia a nessuno e praticamente in mezzo al nulla, con un irraggiamento 365 giorni l'anno o poco ci manca il discorso è molto diverso. Anche se hanno un'efficienza pessima hanno comunque una produzione che per loro vale la pena.

Detto ciò l'idrogeno è un sistema di immagazzinamento dell'energia pessimo. Fra la perdita per produrlo e la perdita per poi bruciarlo e ritrasformarlo in energia hai perso talmente tanto che di fatto ti rimane ben poco.
Mparlav26 Luglio 2020, 12:42 #19
Originariamente inviato da: phmk
Ma visti i fondi europei in arrivo, nel Sud Italia e non certo in Nord Africa dove se mai fosse costruito durerebbe per 3 giorni
Un progetto fattibile tecnicamente, che creerebbe un enorme volano economico / occupazionale al nostro Sud e all'Italia intera, gioverebbe a tutta Europa e le le spese sostenute non potrebbero essere contestate da nessuno essendo in linea con la svolta green.
Basterebbe solo volerlo e mettersi d'accordo politicamente.
Se ci fossero state le condizioni geopolitiche e fosse già stato finito l'Europa ora non avrebbe nessun problema energetico.


Evidentemente non sai come è fatto il Nord Africa se lo consideri tutto uguale

La più grande centrale al mondo di solare a concentrazione è stata costruita in Marocco, in parte con fondi europei e banca mondiale, ed esporta anche in Spagna.
E quella centrale è in corso di espansione da anni.

Il sud Italia se la cava benissimo tra fotovoltaico ed eolico, ed esporta da anni. Quel poco di carbone in funzione o verrà riconvertito a metano o chiuso definitivamente nel giro di 3 anni.
cdimauro26 Luglio 2020, 13:35 #20
Originariamente inviato da: Darkon
Ti semplifico la cosa dato che ho avuto a che fare con la cosa lato finanziario.

Attualmente salvo che tu consumi qualcosa come almeno 250/300 a bolletta è molto difficile che un fotovoltaico domestico sia conveniente. Nota bene... io sto parlando lato finanziario eh... se poi lo vuoi fare per l'ambiente o cose del genere è tutt'altro discorso.


Ciò dipende da diversi fattori:

1) Il surplus ormai viene venduto a prezzi bassissimi. Di fatto è diventato difficile anche solo garantire che con il surplus ti ammortizzi l'impianto e i consumi.

2) Il mercato dell'energia è pur sempre un mercato e ultimamente non è un mercato particolarmente brillante quanto a prezzi per chi deve venderla.

3) Ad oggi la tecnologia fotovoltaica specialmente domestica rimane parzialmente una incognita quanto a manutenzione e durata e se ciò non era un problema un tempo per via di incentivi e prezzi che garantivano un ritorno tale da poter far fronte anche a qualche inconveniente oggi i margini risicati fanno si che fare un fotovoltaico domestico è diventato veramente poco conveniente.


Tanto per darti un'idea, nel mio lavoro in piena fase incentivi, finanziavamo circa 2/3 impianti al mese. Negli ultimi 12 mesi ne abbiamo finanziato solo uno che comunque è un impianto importante sul tetto di un capannone che andrà ad abbattere i consumi aziendali.

Grazie per le informazioni. Allora posso evitare di investirci perché non ha molto senso.

Qui in Germania l'energia elettrica costa poco. Impensabile che possa spendere 200 (al mese) in bolletta.

Considera che prima abitavo in un appartamento di circa 84mq. Quando ero da solo pagavo circa 25 al mese. Quando mi ha raggiunto la famiglia siamo arrivati a 39. Cucina elettrica (ma vecchia: a resistenza), come si usa qui.
Poi ho comprato casa (su due piani da circa 50mq ciascuno. Più cantina e mansarda con la stessa superficie) con cucina più moderna (a induzione), lavastoviglie (che usiamo in media una volta al giorno), diversi televisori (prima ne avevo uno), diversi PC e telefonini, molte più luci nelle stanze, e pure l'impianto di riscaldamento (prima era centralizzato e non lo pagavo), ecc., e pur con tutti i consumi nettamente aumentati pago circa 90 al mese.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^