Elon Musk: il primo volo di SpaceX Starship potrebbe essere a Gennaio 2022

Elon Musk: il primo volo di SpaceX Starship potrebbe essere a Gennaio 2022

Elon Musk è stato ospite durante una conferenza della National Academies of Sciences dove ha parlato del progetto di SpaceX Starship dando anche alcune informazioni aggiuntive sulle tempistiche per i test e i futuri lanci.

di pubblicata il , alle 15:49 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

Solo qualche giorno fa abbiamo assistito allo static fire di sei motori (tre Raptor atmosferici e tre RVac) di Ship 20. Ma SpaceX vogliono spingere ulteriormente lo sviluppo del sistema Starship con numerosi test che inizieranno nella prima parte del prossimo anno, secondo quanto riportato da Elon Musk.

Il miliardario lo ha annunciato durante una conferenza tenutasi nelle scorse ore. Si tratta ovviamente di stime (anche se arrivano da una fonte che ben conosce lo stato dei lavori) e quindi le tempistiche potrebbero variare in base a diversi fattori. Uno di questi sarà la fine della valutazione ambientale da parte dell'FAA che è fissata per il 31 Dicembre 2021. Anche questa data però potrebbe essere rivista in base a quelle che saranno le evidenze o le possibili modifiche che SpaceX dovrà apportare.

SpaceX Starship potrebbe volare a partire da Gennaio 2022

Durante l'intervista non sono state rilasciate molte informazioni chiave, anche se una roadmap "di massima" è comunque una notizia interessante per avere un'idea di quali saranno i prossimi passi che dovrà compiere SpaceX. Inoltre c'è da considerare che il programma Starship è in parte legato alle missioni Artemis, quindi la sua influenza si estende oltre la singola operazione da parte della società.

elon musk

Musk ha ancora una volta sottolineato come la scelta di utilizzare l'acciaio inossidabile della serie 300 al posto dell'alluminio (o di materiali compositi) sia una soluzione vincente. Il costo ridotto di circa dieci volte da 40 dollari/kg a 4 dollari/kg, la facilità con la quale si salda e la buona resistenza a temperature criogeniche sono uno dei punti chiave dello sviluppo del nuovo lanciatore. Realizzarla in fibra di carbonio avrebbe un costo di 130 dollari/kg. Il suo entusiasmo per questo materiale è così alto da dichiarare "ovviamente sono un grande fan dell'acciaio inossidabile" e aggiungere come battuta "stainless steel and I should get a room or something".

Sempre stando alle sue parole, Starship potrebbe raggiungere l'orbita nel 2022 (ancora come fase di test) e diventare operativa già a partire dal 2023. Alla partenza, Super Heavy (il primo stadio del sistema) avrà una spinta di circa 2,2 o 2,3 volte quella del Saturn V delle missioni Apollo. La strada per l'orbita passerà dal primo lancio che potrebbe essere già a Gennaio 2022. Elon Musk non si aspetta un successo, ma sappiamo che questa è anche la filosofia applicata ai suoi progetti.

elon musk starship

Sempre l'anno prossimo ci potrebbero essere circa dodici test del nuovo vettore. Il maggiore problema sarà la fornitura dei motori Raptor 2, evoluzione degli attuali Raptor. Per questo sta venendo realizzata una fabbrica apposita per aumentare il numero di unità realizzabili per unità di tempo. Bisogna considerare infatti che solamente Super Heavy avrà nella versione finale 33 motori Raptor.

C'è stata poi un'altra dichiarazione in merito allo sviluppo dei motori (non però all'interno della stessa conferenza). Il modello che sarà impiegato per "rendere l'essere umano una specie multi-planetaria" non si chiamerà Raptor. Non sono state però fornite informazioni precise.

Il futuro oltre la Terra e non solo, secondo Elon Musk

Nelle prossime decine di anni saranno costruite sempre più Starship. Elon Musk ha dichiarato che per realizzare un ambiente sostenibile su Marte ne serviranno almeno 1000. Per costruire così tante unità sarà quindi necessaria una fabbrica apposita. Il tutto permetterà di portare un carico utile notevole a un centesimo del costo attuale.

starship

Sempre pensando al Pianeta Rosso, prima di inviare degli astronauti su Marte saranno necessari almeno due o tre atterraggi (senza equipaggio). Anche rendere "a prova di radiazioni cosmiche" le navicelle sarà una sfida complessa alla quale SpaceX sta lavorando.

Si è parlato anche di Starlink. Parlando a una platea di scienziati e ricercatori Elon Musk ha rassicurato che SpaceX sta cercando di limitare i problemi. Il telescopio che potrebbe avere un impatto maggiore sull'attività scientifica a causa dei satelliti è il Vera C. Rubin Observatory (in costruzione). La società starebbe pensando a un sistema per evitare di rendere più complesse le osservazioni scientifiche ma non è ancora chiaro come.

Idee regalo, perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?
REGALA UN BUONO AMAZON
!

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rigelpd18 Novembre 2021, 15:51 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/scien...022_102585.html

Elon Musk è stato ospite durante una conferenza della National Academies of Sciences dove ha parlato del progetto di SpaceX Starship dando anche alcune informazioni aggiuntive sulle tempistiche per i test e i futuri lanci.

Click sul link per visualizzare la notizia.


In realtà ha detto Gennaio o Febbraio.

Resta comunque da aspettare il pronunciamento della FAA.
Notturnia18 Novembre 2021, 15:55 #2
e quanto pesa in più in acciaio inox ?

sulla facilità di saldare l'acciaio inox rispetto all'alluminio qualche dubbio mi resta.. sono due prodotti difficili da saltare in ogni caso.. e la saldatura inox fa perdere le caratteristiche inossidabili nella parte a contatto per la temperatura di saldatura da che ricordo..

costa di meno.. questo si.. l'alluminio è alle stelle..
moroboshy18 Novembre 2021, 16:27 #3
Originariamente inviato da: Notturnia
e quanto pesa in più in acciaio inox ?

sulla facilità di saldare l'acciaio inox rispetto all'alluminio qualche dubbio mi resta.. sono due prodotti difficili da saltare in ogni caso.. e la saldatura inox fa perdere le caratteristiche inossidabili nella parte a contatto per la temperatura di saldatura da che ricordo..

costa di meno.. questo si.. l'alluminio è alle stelle..


In generale l'acciaio Inox si salda facilmente. Anche con la saldatrice ad elettrodo si salda molto più facilmente dell'acciaio normale. L'alluminio è un po' più complicato perché ha l'ossido che fonde più alto dell'alluminio stesso, quindi, senza gli opportuni accorgimenti ti succede che prima non fonde e poi fai il buco.
domthewizard18 Novembre 2021, 17:43 #4
Ilon Masc: accattatevi la mia auto elettrica da 100.000 soldi perke non incuina salviamo il pianeta greta thunberg!!1!11

Sempre Ilon Masc: viaggia per lo spazio inquinando come milioni di auto ad ogni volo
marcram18 Novembre 2021, 17:49 #5
Originariamente inviato da: domthewizard
Ilon Masc: accattatevi la mia auto elettrica da 100.000 soldi perke non incuina salviamo il pianeta greta thunberg!!1!11

Sempre Ilon Masc: viaggia per lo spazio inquinando come milioni di auto ad ogni volo

Scommetto che molta gente rimpiange gli anni in cui si viveva nella caverna, con un bel fuoco a legna, e si usciva la mattina con la clava per cacciare il pranzo...
domthewizard18 Novembre 2021, 17:53 #6
Originariamente inviato da: marcram
Scommetto che molta gente rimpiange gli anni in cui si viveva nella caverna, con un bel fuoco a legna, e si usciva la mattina con la clava per cacciare il pranzo...


ecco qua, il primo di una lunga serie di fanboy di masc a commentare


ho scritto che bisogna tornare nelle caverne? o soltanto fatto notare che da uno che ha fondato il suo impero sulle auto elettriche perchè le classiche inquinano troppo ci si aspetta un attimo più di coerenza prima di bruciare tonnellate di combustibile?
marcram18 Novembre 2021, 18:14 #7
Originariamente inviato da: domthewizard
ecco qua, il primo di una lunga serie di fanboy di masc a commentare


ho scritto che bisogna tornare nelle caverne? o soltanto fatto notare che da uno che ha fondato il suo impero sulle auto elettriche perchè le classiche inquinano troppo ci si aspetta un attimo più di coerenza prima di bruciare tonnellate di combustibile?

Il primo di una lunga serie di fanboy è apparso solo dopo che è apparso uno di una lunga serie di hater...
Prima di tutto, dimmi come esci dall'atmosfera terrestre senza bruciare tonnellate di combustibile, visto che sai come si fa senza inquinare.
Secondo, le auto elettriche sono il futuro perché sono "agnostiche" dal tipo di energia. Se non hai petrolio, l'auto a petrolio non funziona. L'elettricità, hai sempre un modo di produrla.
POI, le auto elettriche sono anche più ecologiche. Ma solo gli hater, credono che l'unico motivo di esistenza delle auto elettriche sia un'ecologia voluta a forza dai governi.

Oltre a queste premesse, si può anche arrivare a capire che cercare di non inquinare in un settore, non vuol dire chiudere tutti gli altri settori che inquinano. Altrimenti smettiamo di esplorare, non usciamo dalla nostra Terra, come stavano bene i nostri antenati chiusi nella loro confortevole caverna...
frncr18 Novembre 2021, 18:50 #8
Originariamente inviato da: domthewizard
ecco qua, il primo di una lunga serie di fanboy di masc a commentare

ho scritto che bisogna tornare nelle caverne? o soltanto fatto notare che da uno che ha fondato il suo impero sulle auto elettriche perchè le classiche inquinano troppo ci si aspetta un attimo più di coerenza prima di bruciare tonnellate di combustibile?


Ok, ma tu ti sei preso la briga di fare due conti prima di sbraitare cavolate a casaccio? Ammesso che tu conosca almeno le basi dell'aritmetica si intende, altrimenti come non detto.

Non è un calcolo semplicissimo, comunque si può stimare che l'impronta di carbonio per il lancio di un Falcon9 sia di un migliaio di tonnellate, considerando sia il combustibile che l'energia per produrre il comburente (meno se si utilizzasse energia rinnovabile).
Il Falcon9 fa una trentina di lanci all'anno, perciò stimiamo circa 30.000 tonnellate di CO2 totali per anno.

In Italia si emettono 5,4 tonnellate di CO2 per abitante per anno, da cui si ricava che tutti i lanci del Falcon9 messi assieme emettono come un paesino italiano di 5.500 anime.

In Italia un'auto a combustione mediamente emette 108 grammi per km e percorre 12.000 km all'anno, ovvero un'auto a combustione in Italia emette mediamente 1,3 tonnellate di CO2 all'anno, da cui si ricava che tutti i lanci del Falcon9 messi assieme emettono come 23.000 auto italiane (pari allo 0,06% del parco auto italiano).

Tesla al momento vende al ritmo di un milione di auto all'anno, che anche considerando l'attuale mix energetico globale usato per alimentarle determina un risparmio di emissioni di CO2 che mi pare enormemente superiore a quelle prodotte dalla flotta dei Falcon9. Con Starship in teoria i lanci saranno molto più frequenti, oltre a consumare più propellenti, ma anche Tesla venderà sempre più auto perciò mi sembra facile prevedere che il bilancio globale fra le attività delle due aziende controllate da Musk sarà sempre molto positivo dal punto di vista delle emissioni di CO2.

Poi, si può discutere finché si vuole di quanto sia utile ogni singolo lancio spaziale (per fini scientifici, industriali, militari, "turistici", ma forse prima si dovrebbe fare la stessa discussione sull'utilità degli analoghi viaggi aerei che al momento causano incomparabilmente più emissioni (un lancio del Falcon9 consuma come circa 4-5 voli civili a lungo raggio).

Tu invece che cosa fai nel tuo piccolo per ridurre la tua impronta di carbonio? Lasciami indovinare: forse un bel niente?
uazzamerican18 Novembre 2021, 20:01 #9
Originariamente inviato da: frncr
Ok, ma tu ti sei preso la briga di fare due conti prima di sbraitare cavolate a casaccio? Ammesso che tu conosca almeno le basi dell'aritmetica si intende, altrimenti come non detto.

Non è un calcolo semplicissimo, comunque si può stimare che l'impronta di carbonio per il lancio di un Falcon9 sia di un migliaio di tonnellate, considerando sia il combustibile che l'energia per produrre il comburente (meno se si utilizzasse energia rinnovabile).
Il Falcon9 fa una trentina di lanci all'anno, perciò stimiamo circa 30.000 tonnellate di CO2 totali per anno.

In Italia si emettono 5,4 tonnellate di CO2 per abitante per anno, da cui si ricava che tutti i lanci del Falcon9 messi assieme emettono come un paesino italiano di 5.500 anime.

In Italia un'auto a combustione mediamente emette 108 grammi per km e percorre 12.000 km all'anno, ovvero un'auto a combustione in Italia emette mediamente 1,3 tonnellate di CO2 all'anno, da cui si ricava che tutti i lanci del Falcon9 messi assieme emettono come 23.000 auto italiane (pari allo 0,06% del parco auto italiano).

Tesla al momento vende al ritmo di un milione di auto all'anno, che anche considerando l'attuale mix energetico globale usato per alimentarle determina un risparmio di emissioni di CO2 che mi pare enormemente superiore a quelle prodotte dalla flotta dei Falcon9. Con Starship in teoria i lanci saranno molto più frequenti, oltre a consumare più propellenti, ma anche Tesla venderà sempre più auto perciò mi sembra facile prevedere che il bilancio globale fra le attività delle due aziende controllate da Musk sarà sempre molto positivo dal punto di vista delle emissioni di CO2.

Poi, si può discutere finché si vuole di quanto sia utile ogni singolo lancio spaziale (per fini scientifici, industriali, militari, "turistici", ma forse prima si dovrebbe fare la stessa discussione sull'utilità degli analoghi viaggi aerei che al momento causano incomparabilmente più emissioni (un lancio del Falcon9 consuma come circa 4-5 voli civili a lungo raggio).

Tu invece che cosa fai nel tuo piccolo per ridurre la tua impronta di carbonio? Lasciami indovinare: forse un bel niente?



Hai vinto.
pabloski19 Novembre 2021, 10:37 #10
Originariamente inviato da: frncr
si può stimare che l'impronta di carbonio per il lancio di un Falcon9 sia di un migliaio di tonnellate,
...


E il calcolo dei combustibili usati per produrre l'elettricità dov'è? Non è che la corrente si fa da sola.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^