Elon Musk e altri esperti firmano petizione contro le armi autonome

Elon Musk e altri esperti firmano petizione contro le armi autonome

Più di cento esperti nel settore dell'intelligenza artificiale, fra cui Elon Musk, hanno firmato una petizione per discutere dei rischi legati all'intelligenza artificiale

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Scienza e tecnologia
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fabiomax5623 Agosto 2017, 13:04 #11
per la nota legge di Murphy accadrà certamente ed allora l'umanità avrà ancora più problemi...
emanuele8323 Agosto 2017, 13:30 #12
Originariamente inviato da: eureka85
L'universo vi osserva, o progredite o vi autoeliminerete.
le galassie ed i pianeti continueranno ad esserci anche senza la razza umana o il pianeta Terra.
Quando e se verrà creata l' I.A. è come avere degli alieni senzienti tra voi tutti, pretenderà la sua autodeterminazione ed indipendenza potrebbe impadronirsi dell'intero pianeta usando gli umani come schiavi, non è fantascienza ma concreta possibilità.
Un essere imperfetto incline alla violenza non può creare qualcosa migliore di sé stesso.
o si migliora o ci si estingue, all'universo non frega nulla per una civiltà o razza che muore ne nasce un'altra a milioni di anni luce


Qui si scade nel filosofico: "Un essere imperfetto incline alla violenza non può creare qualcosa migliore di sé stesso" il buon vecchio dio l'ha fatta grossa per essere immortale, ubiquo, infinitamente perfetto.

Originariamente inviato da: fabiomax56
per la nota legge di Murphy accadrà certamente ed allora l'umanità avrà ancora più problemi...


La legge di murphy è una delle peggio invenzioni umoristiche degli ultimi 100 anni. Sebbene l'entropia di un sistema aumenti sempre, l'uomo ha dimostrato più e più volte di convergere grazie alla propria intelligenza al minore dei mali, certo imparando dai propri errori. Ad oggi la tecnologia in grado di spazzare via l'umanità per come la conosciamo è in mano a chi è in grado di gestirla e di prendere provvedimenti affinché non se ne abusi
danieleg.dg23 Agosto 2017, 14:06 #13
Originariamente inviato da: eureka85
Quando e se verrà creata l' I.A. è come avere degli alieni senzienti tra voi tutti, pretenderà la sua autodeterminazione ed indipendenza potrebbe impadronirsi dell'intero pianeta usando gli umani come schiavi, non è fantascienza ma concreta possibilità.

Oppure saremo talmente insignificanti che neanche ci calcolerà.
LMCH23 Agosto 2017, 14:22 #14
Originariamente inviato da: emanuele83
Sicuramente il problema esisterà, ma occorre anche tenere conto che a meno di avere tutti lo stesso prodotto o la stessa tecnologia sviluppata da un solo monopolista questa sarebbe una opzione poco plausibile per la quale non serve certo avere una macchina dotata di AI. Nei prossimi 10 anni un buon 50% delle auto sarà connessa, e gli hacker hanno già dimostrato di poter interferire con i sistemi di guida.

Certo più si va verso la standardizzazione e con solo grandi monopolisti (vedasi apple samsung) i rischi aumentano per la scarsa diversificazione dei protocolli. Purtroppo più si evolve con la tecnologia più si percorre questa strada.


Il problema è che con un hardware "AI capable" già a bordo diventa molto più facile massimizzare il danno e rendere il tutto un arma strategica invece che semplicemente tattica.
Ad esempio configurando le auto come swarm autoconfiguranti che si suddividono i bersagli dinamicamente in base a come evolve la situazione e che escalano gradualmente e simultaneamente senza più altre comunicazioni "sospette" con chi le ha messe in "military mode".
E' la stessa differenza tra le bombe "stupide" e quelle di precisione
(dove un arma di precisione fa il lavoro di un centinaio e passa di bombe "stupide" ed in molto minor tempo).
emanuele8323 Agosto 2017, 14:38 #15
Originariamente inviato da: LMCH
Il problema è che con un hardware "AI capable" già a bordo diventa molto più facile massimizzare il danno e rendere il tutto un arma strategica invece che semplicemente tattica.
Ad esempio configurando le auto come swarm autoconfiguranti che si suddividono i bersagli dinamicamente in base a come evolve la situazione e che escalano gradualmente e simultaneamente senza più altre comunicazioni "sospette" con chi le ha messe in "military mode".
E' la stessa differenza tra le bombe "stupide" e quelle di precisione
(dove un arma di precisione fa il lavoro di un centinaio e passa di bombe "stupide" ed in molto minor tempo).


Si ma tu stai pensando ad auto come arma di distruzione di massa, il che non è impossibile ma la AI non c'entra niente. non è l'AI a renderla un arma è l'hack che bypassa sistemi di controllo e la AI stessa a questo punto. COme detto per manomettere un auto basta una connessione internet e un bel bug di sicurezza, non serve alcuna AI.
mirkonorroz23 Agosto 2017, 16:30 #16
Originariamente inviato da: Utonto_n°
Una cosa che non è specificata nell'articolo, ma in altre testate si, e non ne state tenendo conto, è che non si sta parlando solamente delle armi autonome attuali, quelle che si conoscono, ma anche quelle che al momento sono in fase di sviluppo e che potrebbero sembrare fantascienza (non pensate a Terminator ), tipo mini droni di pochi cm, insetti robot, carri armati autonomi lunghi un metro, droni tipo gli aspirapolvere roomba, ma letali, etc. immaginatevi un'armata di centinaia, o migliaia, di mini droni coordinati che si muovono in sciame, sacrificabili e spietatamente autonomi, che uccidono qualsiasi essere umano si trovano davanti... da paura, altro che bombe, missili o esercito tradizionale


Una cosa cosi' andrebbe bene?

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^