Ecco come gli accelerometri dello smartphone rivelano la nostra personalità

Ecco come gli accelerometri dello smartphone rivelano la nostra personalità

I sensori presenti nello smartphone possono, tracciando movimenti e attività, rivelare tratti della nostra personalità: uno studio dimostra come

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Scienza e tecnologia
 

Gli smartphone che ci portiamo appresso ogni giorno (e con cui sovente "pastrugnamo" ogni notte) contengono una quantità spaventosa di informazioni che ci riguardano. E' un aspetto che spesso trascuriamo, o che consideriamo solo limitatamente a quegli elementi più espliciti, come le chiamate, i messaggi e gli eventuali log della posizione geografica.

Tuttavia la presenza di numerosi sensori di vario tipo all'interno dei nostri telefoni permette di raccogliere molte più informazioni sulla nostra persona. E' da qui che sono partiti i ricercatori della Royal Melbourne Institute of Technology University, con l'idea di usare gli accelerometri e giroscopi che tracciano il movimento del telefono per cercare di tratteggiare i tratti di personalità dell'utente sulla base del suo agire fisico.

Del resto l'attività fisica ha una forte correlazione con la personalità umana. La velocità con cui camminiamo, la distanza compiuta o l'utilizzo notturno del telefono seguono spesso dei pattern e questi pattern offrono molti suggerimenti sul nostro tipo di personalità.

I risultati di questo studio - che comunque almeno sulla carta pare presentare qualche punto debole come il campione esiguo, 52 individui, e il fatto che sia basato su questionari (e le persone tendono ad essere piuttosto imprecise quando si trovano a rispondere su loro stesse) - sono stati analizzati in accordo con la teoria dei tratti di personalità "Big Five" sviluppata negli anni '90 da Robert McCrae e Paul Costa che riportiamo da Wikipedia:

  • Estroversione - intesa come grado di attivazione, fiducia ed entusiasmo nelle condotte che si adottano e nella loro scelta.
  • Gradevolezza - intesa come quantità e qualità delle relazioni interpersonali positive che la persona intraprende, orientate al prendersi cura ed accogliere l'altro.
  • Coscienziosità - intesa come precisione, affidabilità, accuratezza metodologica che l'individuo è orientato ad offrire attraverso la sua condotta, nonché la volontà di avere successo e la sua perseveranza.
  • Nevroticismo - intesa come grado di resistenza a stress di tipo emotivo (resilienza), quali ad esempio l'ansietà, l'instabilità, l'irritabilità.
  • Apertura all'esperienza - intesa come disposizione a ricercare stimoli culturali e di pensiero esterni al proprio contesto ordinario, nonché la ricerca di un contatto con un orientamento valoriale diverso da quello di riferimento.

Quindi sulla base delle analisi i ricercatori hanno individuato, ad esempio, che individui più attivi nelle sere durante la settimana sono generalmente più introversi, mentre al contrario gli estroversi hanno mostrato pattern più casuali forse per via della loro inclinazione ad incontrare persone differenti e ad imbarcarsi in attività non previste. Le persone più curiose ed inventive invece tendono a compiere e a ricevere meno chiamate rispetto alle altre, mentre per esempio le persone coscienziose ed organizzate non tendono a contattare la stessa persona in un breve periodo di tempo.

I ricercatori suggeriscono che questo studio potrebbe rappresentare la base per sviluppare sistemi di matching più accurati per i social media e anche per i sistemi di pubblicità personalizzata, così come un modo per i singoli utenti di meglio comprendere la propria personalità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Qarboz25 Luglio 2019, 22:04 #1
Evidentemente non c'avevano proprio un c@220 da fare... (quei ricercatori)
lemuel25 Luglio 2019, 23:30 #2
Non lo scrivo per irriverenza, ma di questo passo il "grande fratello", tramite giroscopi e accelerometri, oltre ad altre amenità, finirà per conoscere anche la marca e le modalità di uso personale della carta igienica.
Con buona pace di tutti
Mars4ever26 Luglio 2019, 10:27 #3
La personalità non lo so, ma di sicuro misura facilmente quanto resta fermo e quanto viene mosso quindi usato.
Akiraaa26 Luglio 2019, 10:46 #4
Dopo aver visto The Great Hack questo è niente..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^