Continuano i test per NASA SLS mentre si avvicina il momento del lancio a Novembre

Continuano i test per NASA SLS mentre si avvicina il momento del lancio a Novembre

NASA SLS sta continuando la fase di assemblaggio e test per la missione lunare Artemis I (senza equipaggio). Attualmente al KSC in Florida si sta procedendo a test strutturali con alcuni carichi simulati mentre si prosegue l'assemblaggio di Orion.

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Era l'inizio di Luglio quando l'ICPS (Interim Cryogenic Propulsion Stage) è stato assemblato nella parte superiore di NASA SLS. Il completamento del primo razzo delle missioni Artemis è nelle fasi finali prima del lancio che, attualmente, è previsto per la seconda metà di Novembre 2021.

nasa sls

Le strutture per simulare il carico e per eseguire i test

Uno dei passaggi che si sta svolgendo in questi giorni è il test dedicato alle vibrazioni. Per la sua realizzazione vengono utilizzati dei simulatori strutturali dell'Orion Stage Adapter e della massa della capsula Orion. Si tratta di passaggi fondamentali prima che le strutture definitive vengano posizionate nella parte superiore del razzo.

NASA SLS e i test prima dell'assemblaggio della capsula Orion

Come spiegato dall'agenzia spaziale statunitense, quello che si sta provando in questi giorni è la sollecitazione dell'intera struttura finora assemblata alle vibrazioni. Altro passaggio è quello di controllare che il software di volo riesca a distinguere le vibrazioni "normali" durante il decollo e il volo da quelle che non lo sono.

nasa luna

L'Orion Stage Adapter definitivo con i CubeSat alloggiati al suo interno

Durante questi test di NASA SLS verranno confrontati i risultati ottenuti dal banco fisico reale con quelli dei modelli informatici. Per raccogliere le informazioni sono impiegati circa 300 sensori collegati a diverse parti del razzo, compresi i booster laterali. I test saranno condotti per dieci ore al giorno, per diversi giorni consecutivi. Gli stessi sensori saranno impiegati successivamente anche durante le fasi di assemblaggio finale e il wet dress rehearsal.

Gli scopi finali saranno quelli di consumare la giusta quantità di propellente (idrogeno e ossigeno liquidi) e avere un inserimento in orbita corretto. "I computer useranno queste informazioni per guidare il razzo, assicurandosi che sia posizionato nell'orbita giusta e non esaurisca inutilmente il suo carburante reagendo alle vibrazioni naturali che il razzo dovrebbe ignorare" ha dichiarato John Blevins (ingegnere capo dello Space Launch System).

nasa sls

Il sistema di fairing e la capsula Orion della missione Artemis I

Nel frattempo si sta procedendo all'assemblaggio del sistema di abbandono del lancio (launch abort system) della capsula Orion insieme ai fairing che servono a proteggere l'equipaggio e la capsula nel caso quest'ultimo venisse attivato. C'è poi il completamento dell'inserimento dei CubeSat nell'Orion Stage Adapter vero e proprio. Questo permetterà di lanciare una serie di CubeSat insieme a NASA SLS sfruttando una parte che altrimenti sarebbe solamente un adattatore fisico.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^