Blue Origin NS-18 e il video della missione spaziale con William Shatner

Blue Origin NS-18 e il video della missione spaziale con William Shatner

La missione NS-18 di Blue Origin dove a bordo era presente l'attore canadese William Shatner si è conclusa con successo nella giornata di ieri. La società ha rilasciato dopo l'atterraggio anche un nuovo video dall'interno della capsula.

di pubblicata il , alle 15:30 nel canale Scienza e tecnologia
Blue Origin
 

Nel pomeriggio di ieri (ora italiana) si è conclusa con successo la missione spaziale NS-18 di Blue Origin. Questo volo era sotto i riflettori perché a bordo era presente William Shatner, il capitano Kirk della serie televisiva Star Trek degli anni '60. Finalmente, dopo anni passati a recitare in un mondo fittizio legato allo Spazio, Shatner lo ha sfiorato per davvero.

La missione ha mantenuto lo stesso profilo di quella dove a bordo c'erano Jeff Bezos e Wally Funk (NS-16). Questo significa che la durata complessiva è stata di una manciata di minuti e non è stato un volo orbitale. Si tratta quindi di un'esperienza diversa da quella di Inspiration4 ma anche con un costo probabilmente ridotto di almeno un decimo.

Blue Origin e la missione spaziale con William Shatner

Dopo un rinvio di un giorno (dal 12 Ottobre al 13 Ottobre) per via di venti ad alta quota, la missione spaziale NS-18 si è svolta come da programma. Solo due pause/hold di qualche decina di minuti per assicurarsi che tutte le condizioni di sicurezza venissero rispettate hanno rallentato il volo.

blue origin

Il razzo di Blue Origin è riuscito a portare la capsula oltre i 100 km. Avendo superato la Linea di Kármán la missione ha raggiunto così lo Spazio (secondo la convenzione internazionale). Prima del lancio del razzo New Shepard e della relativa capsula l'equipaggio ha ricevuto il proprio "gettone" che significa la fine del loro addestramento.

blue origin

A guidare il SUV Rivian che ha portato l'equipaggio alla piattaform c'era lo stesso Jeff Bezos (ex-CEO di Amazon e proprietario di Blue Origin). Ad accompagnare William Shatner in questa avventura erano presenti Audrey Powers (VP delle missioni e delle operazioni di volo della società) e gli imprenditori Chris Boshuizen e Glen de Vries. Come precisato successivamente, solo questi ultimi hanno effettivamente pagato il "biglietto" mentre per Shatner e Powers la missione è stata a spese di Blue Origin.

blue origin

Intorno alle 16:49 (ora italiana) c'è stata poi l'effettiva partenza del razzo New Shepard che ha raggiunto una quota massima di 106 km rispetto al suolo (e 107 km sul livello del mare). La capsula ha raggiunto un'altitudine superiore di circa 115 metri secondo quanto riportato dalla società di Jeff Bezos.

blue origin

La durata complessiva della missione è stata pari a 10 minuti e 17 secondi mentre la velocità massima di salita è stata di 3597 km/h. Dopo l'apertura dei paracadute principali, durante la discesa della capsula, la velocità si è abbassata fino a 26 km/h mentre l'atterraggio avviene solamente a 1,6 km/h. Con NS-18 è stato raggiunto il diciannovesimo volo consecutivo con atterraggio senza problemi (compreso anche un test dei sistemi di sicurezza del 2012).

A colpire molti è stata la reazione di William Shatner (alla ragguardevole età di novant'anni) che ha dichiarato di non volersi dimenticare di questa esperienza e dei momenti vissuti. Dopo l'atterraggio è stato anche diffuso un video che ha mostrato l'equipaggio che sperimentava l'assenza di peso.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gringo [ITF]14 Ottobre 2021, 15:37 #1
..... sarebbe stato bello....
..... come era la terra vista dallo spazio......

..... "Era Piatta" ..... LUL
niky8914 Ottobre 2021, 16:53 #2
Missione "spaziale"
taprotatonandron14 Ottobre 2021, 17:41 #3
Non sono un fan di Elon, ma:

Blue origin: ascensore-razzo (paragonabile al primo volo sub orbitale, Alan Shepard, Freedom 7, 1961)
Virgin Galactic: aereo-razzo (paragonabile al primo volo oltre 100km, Joseph A. Walker su X-15, 1963)
SpaceX: sistema di lancio Falcon, capsula Dragon, Human Landing System (in progetto), altro (Iridium) ecc.. (tecnologia: da fine anni 60 a 202x-->
joe4th14 Ottobre 2021, 19:22 #4
Per un attimo avevo letto Austin Powers, invece era Audrey Powers. Vabbe' vista la forma della cupola ci stava :-)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^