Apollo 13, la NASA ricrea le visuali della missione in altissima definizione (4K Ultra HD)

Apollo 13, la NASA ricrea le visuali della missione in altissima definizione (4K Ultra HD)

In occasione del cinquantesimo anniversario dalla sfortunata missione, la NASA ha deciso di ricreare in 4K tutte le visuali che hanno avuto di fronte ai loro occhi i tre astronauti dell'equipaggio

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Rilasciata poco prima del cinquantesimo anniversario dell'impegnativa missione Apollo 13, la presentazione in 4K Ultra HD mostra gli scenari visti dall'equipaggio - mai riuscito ad atterrare sul nostro satellite artificiale - con un incredibile livello di dettaglio. Si tratta di un rendering che propone il corpo celeste ad una risoluzione mai vista prima d'ora.

Nella nota rilasciata dalla NASA in accompagnamento al video si legge: "Questo video utilizza i dati raccolti dalla navicella spaziale Lunar Reconnaissance Orbiter per ricreare alcune delle meravigliose vedute della luna che gli astronauti dell'Apollo 13 hanno visto nel loro pericoloso viaggio intorno al lato opposto del satellite nel 1970".

Nel video è possibile osservare varie viste della superficie lunare, terminando con la visuale degli astronauti nel momento in cui è stato ristabilito il contatto radio con il Mission Control. La NASA ha scritto, inoltre: "[Nel video] viene rappresentato il percorso della traiettoria di ritorno attorno alla luna e una visione continua della luna lungo quel percorso", con tutte le visuali che sono ovviamente accelerate per risultare godibili per il fruitore.

La sfortunata missione Apollo 13 è stata raccontata nell'omonimo film del 1995 di Ron Howard, con Tom Hanks, Bill Paxton, Kevin Bacon, Ed Harris e Gary Sinise. L'equipaggio reale si componeva di tre astronauti esperti, Jim Lovell, Jack Swigert e Fred Haise, con l'obiettivo di raggiungere la superficie lunare nove mesi dopo il primo atterraggio con equipaggio. Un incidente critico, però, ha messo a dura prova i piani iniziali.

Cinquantasei ore dopo l'inizio della missione, infatti, è esploso uno dei serbatoi di ossigeno del veicolo spaziale, provocando una perdita di carburante. L'incidente ha anche causato l'arresto nella fornitura di elettricità, luce e acqua nel modulo di comando a oltre 300 mila chilometri dalla Terra. Da lì un lavoro coordinato e congiunto fra Mission Control ed equipaggio ha permesso ai tre di ritornare in sicurezza a casa, senza però raggiungere il suolo lunare.

Dopo Apollo 13 la NASA ha raggiunto la superficie del satellite diverse volte (tutte le missioni successive, fino ad Apollo 17), tuttavia è dal dicembre 1972 che non mette piede sulla Luna. Dovrebbe riuscirci entro pochi anni all'interno della missione Artemis, che è attualmente in fase di allestimento da parte dell'agenzia spaziale USA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
inited26 Febbraio 2020, 14:09 #1
Signori, la vicenda accadde 50 anni fa, una volta le grammatiche italiane prescrivevano l'uso del passato remoto dalle 24 ore di distanza temporale, forse cinquant'anni sono sufficienti per utilizzarlo anche qui, non sono certo eventi recenti. Cerchiamo di scrivere in modo da comunicare bene i concetti, sì?
Marko#8826 Febbraio 2020, 16:25 #2
mai riuscito ad atterrare sul nostro satellite artificiale


Artificiale? Nino Grasso...
filippo198026 Febbraio 2020, 16:47 #3
Dopo i due commenti qui sopra mi sento stupido a chiedermi SOLO chissà come mai dal 1972 ad oggi la NASA non abbia più fatto missioni con atterraggio sulla Luna ... ora rileggo l'articolo perché non vorrei che mi fossero sfuggiti altri particolari, piuttosto gravi effettivamente, oltre a quelli citati poco sopra :-)
StylezZz`26 Febbraio 2020, 16:52 #4
Originariamente inviato da: Marko#88
Artificiale? Nino Grasso...


Ahahahahah va be dai, sicuramente lo fa apposta....vero?....

Belle immagini comunque, in particolare quella con la terra.
Zurlo26 Febbraio 2020, 16:54 #5
Originariamente inviato da: inited
una volta le grammatiche italiane prescrivevano l'uso del passato remoto dalle 24 ore di distanza temporale


Sei informativo come un dito ar cu1o - so che e' un francesismo, spero però sia passato il concetto. Un Grammarnazi e' una variante di Troll che diventa molto rapidamente noiosa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^