Aperta, virtualmente, una lettera sigillata del 1697, grazie ad un particolare tipo di scansione

Aperta, virtualmente, una lettera sigillata del 1697, grazie ad un particolare tipo di scansione

Oggetto del progetto è una delle lettere della collezione Brienne, una raccolta di circa 2.600 lettere mai recapitate e rinvenute in un antico baule dell'ufficio postale di L'Aia, Paesi Bassi, giunte da tutta Europa tra il 1680 e il 1706

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Scienza e tecnologia
 

Un gruppo internazionale di ricerca, guidato dal MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Cambridge, è riuscito a leggere una lettera, sigillata oltre 300 anni fa, senza aprila, ma affidandosi alla tecnologia moderna per ricostruirne l'immagine grazie ad una particolare tecnica di scansione.

Oggetto del progetto è una delle lettere della collezione Brienne, una raccolta di circa 2.600 lettere mai recapitate e rinvenute in un antico baule dell'ufficio postale di L'Aia, Paesi Bassi, giunte da tutta Europa tra il 1680 e il 1706.


Clicca per ingrandire

“Usare il dispiegamento virtuale per leggere una storia personale che non ha mai visto la luce del giorno, e non ha mai raggiunto il suo destinatario, è davvero straordinario”, commentano i ricercatori.

Tale lettera risulta "confezionata" con una tecnica di ripiegamento del foglio che rappresentava, per l'epoca, una valida soluzione per nascondere da occhi curiosi il contenuto, non essendo al tempo ancora diffuse le buste per lettere.

Il suo contenuto però è stato letto grazie ad uno speciale scanner per la microtomografia ai raggi X sviluppato dai ricercatori della Queen Mary University di Londra inizialmente preposto a studiare la composizione dei denti, precisamente i differenti minerali in essi contenuti.


Clicca per ingrandire

Dopo la scansione il documento è stato ricostruito in 3D e, grazie ad una serie di algoritmi, esso è stato suddiviso in diversi strati del foglio fino a riuscire a visualizzare le parole scritte, rese leggibili grazie ai metalli contenuti nell'inchiostro.

Il foglio riporta la data del 31 luglio 1697, si può leggere che era stata inviata da un tale Jacques Sennacques al cugino Pierre Le Pers, mercante francese a L'Aia, per chiedere una copia del certificato di morte di un certo Daniel Le Pers.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen05 Marzo 2021, 14:22 #1
Tecnica spettacolare per aprire una lettera banale.
Marko_00105 Marzo 2021, 14:26 #2
veramente più di una, quella è la DB-1627,
le altre sono le DB-1538, DB-1976 e DB-2040, inoltre
una è stata aperta fisicamente per consentire la valutazione
del lavoro fatto con la scansione.
l'algoritmo serve per analizzare il testo rilevato
nella scansione non per fare i vari livelli di scansione
"con la microtomografia a raggi X, viene eseguita
la mappatura volumetrica di una lettera piegata,
l'inchiostro contiene elementi con un numero atomico elevato,
e quindi disperde i raggi X maggiormente rivelandosi
in un bagliore luminoso.
Quindi la superficie della lettera viene ricostruita
utilizzando una griglia ausiliaria.
Per chiarire la posizione delle pieghe, gli scienziati
hanno costruito una mappa di curvatura."
però ci sono ancora problemi dato che con i raggi X
è quasi impossibile rilevare note a matita o
fatte con inchiostro di carbone
(se il colorante praticamente non differisce dalla carta
nella sua composizione elementare).
-
"una valida soluzione per nascondere da occhi curiosi il contenuto"
più che altro per verificare che non fosse stata aperta, falsificata e
e poi richiusa.

il progetto si chiama "Firmato, sigillato e non consegnato"
-
non è farina del mio sacco ma di Artem Moskin
marchigiano05 Marzo 2021, 14:46 #3
già mi immagino quando, nel 2300, apriranno le mie raccomandate perse dalle POSTE!!!!!!!!!!!!!
perritos05 Marzo 2021, 18:09 #4
questa è violazione della privacy
zappy05 Marzo 2021, 18:55 #5
Originariamente inviato da: marchigiano
già mi immagino quando, nel 2300, apriranno le mie raccomandate perse dalle POSTE!!!!!!!!!!!!!

farai storia, dovresti ringraziare.
marchigiano05 Marzo 2021, 21:14 #6
Originariamente inviato da: zappy
farai storia, dovresti ringraziare.


dirò ai miei discendenti di fare causa alle poste per il disservizio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^