Writely nuovamente funzionante

Writely nuovamente funzionante

Il servizio Web Word Processor Writely nuovamente funzionante

di pubblicata il , alle 09:56 nel canale Programmi
 

Come riportato qualche tempo fa Writely è stato acquisito da Google. Ricordiamo che Writely è un Web Word Processor, ovvero un' applicazione web che consente di scrivere o editare un testo.

In seguito alla suddetta acquisizione il servizio è stato sospeso per qualche periodo e la pausa venne giustificata dalla necessità di inglobare Writely nella rete di Google. Da qualche giorno è però nuovamente possibile fruire del servizio utilizzando il consueto URL: writely.com.

Al momento non è ancora stato implementato alcun merge tra gli account Writely e quelli dei servizi Google, mentre a livello di funzionalità non si segnala nessuna nuova opzione. La grafica del sito e dell'applicazione non è minimamente cambiata: solo nel footer delle pagine compare il riferimento a Google.com.

Per una vera integrazione di Writely all'interno degli strumenti di Google, per intenderci come nel caso di Calendar o Spreadsheet in Gmail, bisogna quindi attendere ancora qualche tempo.

Fonte: Betanews.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick22 Agosto 2006, 10:41 #1
Pero' perlomeno l'integrazione con i google account la potevano fare... pure se hai gmail occorre riregistrarsi :\
emmeallaterza22 Agosto 2006, 12:17 #2

OT

[...]Al momento non è ancora stato implementato alcun merge tra gli account Writely e quelli dei servizi Google [...]

"Implementare un merge"? Cosa dovrebbe significare?
spannocchiatore22 Agosto 2006, 12:32 #3
merge=> fusione, quindi sta semplicemente dicendo che bisognerebbe inglobarli, o perlomeno che non sembrino due prodotti di due case diverse. comunque smettiamola con sta mania dell'inglese sempre e comunque: è una lingua decisamente inferiore all'italiano, vediamo di usare l'italiano (parole come boost prestazionale, adesso merge, si possono trnauiqllamente tradurre)!! cribbbbbbbbio!!!!!
danyroma8022 Agosto 2006, 13:09 #4
per spannocchiatore.

Non è tanto l'uso dell'inglese che dà fastidio poiché esistono termini tecnici che non hanno equivalenti in italiano, almeno di non usare intere frasi che pero' rendono la lettura di un documento tecnico alquanto pesante.

Quello che dà fastidio è vedere centinaia di utenti del forum scrivere perfettamente termini anglosassoni, ma sbagliare clamorosamente sulle regole basilari della grammatica italiana.

Non pretendo che tutti sappiano scrivere in italiano accademico, neanche io so farlo, ma almeno sapere quando e come si usa "ho" e "o" mi sembra il minimo indispensabile prima di infarcirci il vocabolario di termini inglesi.
spannocchiatore22 Agosto 2006, 14:19 #5
per danyroma
hai ragione .
circa gli errori "italiani" presto spiegato: l'inglese è una lingua estremante (decisamente) troppo facile, le basi le impari subito, ecco perchè ci sono pochi errori, perchè la semplicità implica anche carenza nella "forma" (virtuosismi linguistici con l'inglese non si possono fare, o per lo meno bisogna saperlo bene, a livelli superiori del madrelingua) e di conseguenza la possibilità di far meno errori..comunque per gli errori dimentichi il discorso tastiera, dove uno pigia debolmente il tasto, non c'è la lettera, e nella fretta di mandare il messaggio non rilegge quanto scritto (cosa che mi capita molto spesso).
per me chiuso OT.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^