Windows Vista RC2 per il prossimo venerdì

Windows Vista RC2 per il prossimo venerdì

Microsoft è pronta ad emettere la versione Release Candidate 2 di Windows Vista per la fine della settimana. Ma intanto anche McAfee si schiera tra i detrattori delle scelte della casa di Redmond

di , Fabio Boneschi pubblicata il , alle 09:18 nel canale Programmi
MicrosoftWindowsMcAfee
 

Nel corso della prossima giornata di Venerdì, Microsoft dovrebbe rendere disponibile Windows Vista Release Candidate 2, ovvero l'ultima versione del sistema operativo che precede l'emissione della versione RTM, Release To Manufactoring, che andrà in fase di masterizzazione e verrà quindi immessa sul mercato.

La Release Candidate 2 non sarà però distribuita largamente come accaduto con la versione RC1. Si tratta infatti di una build interna, precisamente identificata con il codice 5743, che sarà consegnata solamente ai beta tester, agli affiliati MSDN e TechNet e ad un numero molto limitato di membri del Consumer Preview Program.

Se da un lato la RC2 sarà l'ultima build che verrà resa disponibile al pubblico, seppur limitato, dall'altro pare che il team di sviluppo di Microsoft sia intenzionato ad emettere altre build per test interno prima del rilascio della versione finale. Versione finale che, secondo le informazioni pubblicate sul sito WindowsItPro, dovrebbe essere perfezionata tra il 25 Ottobre e l'8 Novembre.

Attualmente vi sarebbero ancora 1400 bug irrisolti nell' ultima release di Windows Vista. Prima dell'emissione della versione RTM il team di sviluppo pondera di poter scendere a quota 500 bug. Giusto a titolo di confronto segnaliamo che il giorno 22 Settembre furono contati 2479 bug ancora irrisolti.

Contestualmente a queste notizie continua la polemica contro Microsoft da parte delle società impegnate nello sviluppo di soluzioni di sicurezza; al centro del contendere vi sarebbe l'impossibilità di proteggere il kernel di Windows Vista da parte del software sviluppato da terze parti.

Symantec ha già manifestato il proprio disappunto in modo vigoroso e ora anche McAfee fa altrettanto utilizzando, come riporta ZDnet.com, una pagina intera del Financial Times. Il messaggio di McAfee è decisamente efficace è può essere sintetizzato nel seguente modo: se Microsoft intende imporsi sul mercato oltre che con il proprio sistema operativo anche con una suite di sicurezza, in caso di errore avremmo il 97% dei sistemi pc in circolazione affetti da tale problema. Diversificando l'offerta di soluzioni per la sicurezza si avrebbero maggiori garanzie.

C'è da aspettarsi la massima attenzione nei confronti di questo prodotto sia da parte degli utenti sia da parte degli analisti subito pronti a calcolare il possibile danno dovuto a un eventuale posticipo. L'incognita legata invece alla Commissione Antitrust europea rimane ancora poco definita e in attesa di risoluzione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

166 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
S3pHiroTh03 Ottobre 2006, 09:22 #1
Ok aspetterò il primo SP per poter usare Windows Vista, sicuramente quando andrà in commercio ci sarà qualke baco...
ErminioF03 Ottobre 2006, 09:25 #2
1000 bugs risolti ogni 10 giorni, non è male
fortschleichen03 Ottobre 2006, 09:26 #3
Certo che pensare di andare alla masterizzazione con 500 bug irrisolti, noti...
Bella politica di Microsoft
halduemilauno03 Ottobre 2006, 09:29 #4
bene.
Minipaolo03 Ottobre 2006, 09:29 #5
che divertimento per tutti coloro che scaricano abitualmente gli aggiornamenti con il loro fiero 56k ...
raptus03 Ottobre 2006, 09:35 #6

@ fortschleichen

Beh? va in stampa con 500 bachi perchè è una beta. E la regala.
Cosa deve fare, correggere tutto poi donarla?

Speriamo invece che quei 500 bachi siano risolti TUTTI e BENE quando lo troverai in bundle col tuo nuoco PC di Natale, slavo poi il classico aggironamento settimanale (.. chi lo compra nei negozi cosa farà?) Ma questo è un'altro discorso
PietroDar03 Ottobre 2006, 09:36 #7
Mah... Credo che mi terrò prudentemente alla larga da Vista per diversi mesi dopo la sua uscita; non mi va di impazzire per Microsoft! Del resto penso non sia cosa facile fare un OS stabile, sicuro e compatibile con un parco software così vasto come quello per sistemi windows....
coschizza03 Ottobre 2006, 09:37 #8
Originariamente inviato da: fortschleichen
Certo che pensare di andare alla masterizzazione con 500 bug irrisolti, noti...
Bella politica di Microsoft


se si aspetta di andare in masterizzazione con 0 bug aoperti bisogna aspettare almeno una decina di anni (se bastano) e quindi sarebbe antieconomico.

considera che windows 2003 quando era andato in masterizzazione era a uno stato "storico" per la microsoft visto che erano ancora aperti meno di 200 bug e era un risultato mai visto prima.

considera pero che ci sono programmi 1000 volte piu piccodi di windows che pero in proporzione escono con 10 volte piu bug aperti, 500 sembrano tanti se non si considera che windows di fatto è il progetto piu grande al mondo contando il numero di righe di codice.
rutto03 Ottobre 2006, 09:40 #9
avendo un account msdn potrei anche scaricarmela... pero' ora non ho piu' un hd da sacrificare...
cmq a me la rc1 aveva fatto un'OTTIMA impressione, l'ho provata a fondo per 3 giorni e mi ha al quanto convinto.
... salvo il fatto che 3 giochi su 3 che ho provato (xpand rally, prey e battle for the middle earth 2) non partivano neanche...
Jimy_Crash03 Ottobre 2006, 09:46 #10

io sono un tecnico informatico e ci sguazzerò dentro alla grande... immagino gia che sudori sulla fronte i primi mesi...
cmq vedo che anche con XP a distanza di anni i problemi continuano a esserci...

PS: ma solo io con vista impazzisco con i criteri di protezione locali?!?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^