VMware e Google annunciano un accordo per portare i desktop aziendali sul cloud di Chrome OS

VMware e Google annunciano un accordo per portare i desktop aziendali sul cloud di Chrome OS

Con VMware Horizon DaaS sarà possibile accedere a dati e desktop aziendali utilizzando Chrome OS e Chromebook

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Programmi
GoogleChromebook
 

A meno di due mesi dal termine del supporto ufficiale di Windows XP da parte di Microsoft VMware e Google annunciano una partnership; saranno coinvolti in questa nuova iniziativa Chrome OS e i Chromebook, progetti non ancora del tutto decollati.

Gli utenti saranno in grado di accedere alle applicazioni Windows, ai dati e ai desktop utilizzando la tecnologia VMware Blast HTML5 da un catalogo di applicazioni Web-based sul proprio Chromebook. VMware Horizon DaaS permetterà alle aziende di sfruttare soluzioni Virtual Desktop Infrastructure (VDI) o accedere a una connessione di tipo Remote Desktop Services (RDS).

I Google Chromebook possono far risparmiare alle aziende circa 5.000 dollari per computer se comparati con i tradizionali PC,” ha commentato Amit Singh, Presidente di Google Enterprise. “I Chromebook sono progettati per come gli utenti utilizzano i computer oggi e sono una soluzione semplice, conveniente e sicura per passare a un nuovo modo di fare business. Attraverso la nostra partnership con VMware, le aziende possono ora sfruttare questi vantaggi con l'accesso alle applicazioni legacy, ai dati e ai desktop di cui hanno bisogno per garantire la produttività dei dipendenti".

Non è al momento nota la data di rilascio dell'applicazione che verrà distribuita attraverso gli strumenti di Chrome Web Store; a questo indirizzo sono disponibili altri dettagli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ziozetti17 Febbraio 2014, 09:46 #1
Improvvisamente i Chromebook trovano un'utilità rispolverando un'idea vecchia di 30 anni: il videoterminale!
boffo7317 Febbraio 2014, 09:47 #2
Con l'avvento dei Nuc tutto quello che dicono non ha senso, il modello con Baytrail consuma 7 wat di tdp e win 8 ci gira da paura, costo? 180 euro completo per le funzioni desktop di ufficio vanno più che bene.
piererentolo17 Febbraio 2014, 10:08 #3
Originariamente inviato da: ziozetti
Improvvisamente i Chromebook trovano un'utilità rispolverando un'idea vecchia di 30 anni: il videoterminale!

Stessa cosa che ho pensato anche io leggendo solo il titolo della news
calabar17 Febbraio 2014, 10:15 #4
Originariamente inviato da: boffo73
Con l'avvento dei Nuc tutto quello che dicono non ha senso, il modello con Baytrail consuma 7 wat di tdp e win 8 ci gira da paura, costo? 180 euro completo per le funzioni desktop di ufficio vanno più che bene.

Più che una questione di potenza, credo sia una questione di compatibilità.
Viene citato Windows XP, forse il nocciolo della questione è continuare ad usare irrinunciabili programmi per XP senza possedere il sistema.
La questione potenza potrebbe entrare in ballo solo in caso di software particolarmente pesante, dove non basta avere hardware sufficiente per far girare bene il sistema.
pabloski17 Febbraio 2014, 11:46 #5
Originariamente inviato da: boffo73
Con l'avvento dei Nuc tutto quello che dicono non ha senso, il modello con Baytrail consuma 7 wat di tdp e win 8 ci gira da paura, costo? 180 euro completo per le funzioni desktop di ufficio vanno più che bene.


Da paura nel senso che fanno pena

No no, scusa la franchezza, ma troppe volte mi sono bruciato con atom e le megaballe raccontate da intel.

Alla fine, se vuoi potenza, non puoi evitare di mettere su un bel cassone/tower con un dissipatore grosso una noce di cocco. Il resto sono fuffa da markettari, per abbindolare gli sprovveduti che credono a Babbo Natale.
ziozetti17 Febbraio 2014, 12:08 #6
Originariamente inviato da: boffo73
Con l'avvento dei Nuc tutto quello che dicono non ha senso, il modello con Baytrail consuma 7 wat di tdp e win 8 ci gira da paura, costo? 180 euro completo per le funzioni desktop di ufficio vanno più che bene.

Certo, e il monitor quanto costa?
Un confronto fra un microdesktop e un chromebook (netbook?) non ha senso.

I NUC sono concorrenti dell'iMac mini.
ziozetti17 Febbraio 2014, 12:14 #7
Originariamente inviato da: pabloski
Da paura nel senso che fanno pena

No no, scusa la franchezza, ma troppe volte mi sono bruciato con atom e le megaballe raccontate da intel.

Alla fine, se vuoi potenza, non puoi evitare di mettere su un bel cassone/tower con un dissipatore grosso una noce di cocco. Il resto sono fuffa da markettari, per abbindolare gli sprovveduti che credono a Babbo Natale.

Sembrano ottimi per uso ufficio e cad/fotoritocco leggero; sembrano equivalenti ad un notebook da 400 €, pc con il quale si fa di tutto.
Ovviamente la potenza bruta non ce l'hanno, ma anche in ambito lavorativo una workstation vera serve a "pochi".
pabloski17 Febbraio 2014, 12:16 #8
Originariamente inviato da: ziozetti
Sembrano ottimi per uso ufficio e cad/fotoritocco leggero; sembrano equivalenti ad un notebook da 400 €, pc con il quale si fa di tutto.
Ovviamente la potenza bruta non ce l'hanno, ma anche in ambito lavorativo una workstation vera serve a "pochi".


Speriamo. E' solo che di intel ormai non mi fido più, dopo la fregatura degli atom.
ziozetti17 Febbraio 2014, 12:36 #9
Originariamente inviato da: pabloski
Speriamo. E' solo che di intel ormai non mi fido più, dopo la fregatura degli atom.

I NUC (l'ho scoperto oggi... ) sono dei micro pc con i3 o superiori, non dovrebbero essere troppo male anche considerando le limitate prestazioni di un'architettura mobile.
Bivvoz17 Febbraio 2014, 12:53 #10
Originariamente inviato da: ziozetti
I NUC (l'ho scoperto oggi... ) sono dei micro pc con i3 o superiori, non dovrebbero essere troppo male anche considerando le limitate prestazioni di un'architettura mobile.


i3 è troppo generico, sono i3 e i5 serie U che non sono certo degli i3 o i5 a cui siamo abituati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^