PDF sta per diventare uno standard ISO

PDF sta per diventare uno standard ISO

Il formato Portable Document Format di Adobe ha ottenuto l'approvazione da parte dell'International Organization for Standardization per diventare standard ISO 32000. Durante la votazione tuttavia sono stati sollevati 205 aspetti tecnici che dovranno essere corretti prima dell'effettiva standardizzazione

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 16:24 nel canale Programmi
Adobe
 

Verso la fine dello scorso Gennaio, Adobe aveva sottoposto al processo di standardizzazione dell'ISO il proprio formato Portable Document Format 1.7 (PDF). Ora a distanza di quasi un anno, il formato è stato approvato dalla commissione e continuerà l'iter per divenire lo standard ISO 32000 a tutti gli effetti.

Stando a quanto riportato nel blog di James C. King, Adobe PDF Architect, nella votazione il formato PDF ha ottenuto 13 voti favorevoli e 1 solo voto contrario da parte della Francia. La Russia ha preferito astenersi, mentre l'Italia non essendo membro votante si è limitata a commentare gli aspetti tecnici. Con il 93% dei voti a favore, il formato ha di gran lunga superato la maggioranza minima, stabilita dall'International Standard Organization nel 66,6%.

In una 3 giorni che avrà inizio il 21 Gennaio prossimo, King dovrà trovare risposta ai 205 aspetti tecnici sollevati durante la votazione dalle nazioni votanti. Se tutte le 205 specifiche saranno soddisfatte, il formato passerà dallo stato di DIS, Draft International Standard, a FDIS, Final Draft International Standard. A questo punto i paesi votanti dovranno decidere se la FDIS ha adeguatamente corretto gli aspetti tecnici sollevati in precedenza, con un nuovo giro di votazioni che durerà per il periodo di 2 mesi.

Sebbene alcune sub-versioni di PDF siano già state standardizzate (PDF/Archive e PDF/Exchange), l'approvazione dell'intero formato come nuovo standard sarà di grande impatto per gli sviluppi futuri. Lo scorso Gennaio Kevin Lynch, senior vice president e chief software architect di Adobe aveva dichiarato:

"L'annuncio rappresenta il logico passo avanti nell'evoluzione del formato PDF da standard de facto a standard formale. Rilasciando completamente le specifiche del formato PDF ai fini della standardizzazione ISO, rafforziamo il nostro impegno verso il mondo open. Poiché enti pubblici e aziende richiedono sempre più spesso l'impiego di formati aperti, la manutenzione delle specifiche PDF da parte di un'organizzazione esterna e collettiva aiuterà a proseguire nel tempo l'innovazione ed allargare l'ampio l'ecosistema sviluppatosi intorno a PDF nell'arco degli ultimi quindici anni".

Con il conseguimento della certificazione ISO, Adobe probabilmente andrà a consolidare ulteriormente la propria posizione, tuttavia la società potrebbe veder aumentare il livello di competizione attorno alla propria suite Acrobat.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
uvz06 Dicembre 2007, 16:47 #1
Ai fini pratici cosa cambia?

>>>
Poiché enti pubblici e aziende richiedono sempre più spesso l'impiego di formati aperti, la manutenzione delle specifiche PDF da parte di un'organizzazione esterna e collettiva aiuterà a proseguire nel tempo l'innovazione ed allargare l'ampio l'ecosistema sviluppatosi intorno a PDF nell'arco degli ultimi quindici anni".
>>>

Uno standard deve rispondere a caratteristiche "pubbliche"?

La frase in neretto spiega che il PDF potrà essere migliorato da terzi, grazie alla standardizzazione, ma in "segreto", non essendo il PDF Open Source?
Asterion06 Dicembre 2007, 17:00 #2
Non cambia praticamente nulla per il PDF, certo è una bella botta per l'XPS di Microsoft.
R0b106 Dicembre 2007, 17:22 #3
Uno standard de facto che lo diventa in maniera ufficiale, effettivamente cambia poco o niente (se non altro il fatto che anche altri, oltre ad adobe, potranno metterci mano).
andrea.ippo06 Dicembre 2007, 17:36 #4
E vi pare poco?
Finalmente ci saranno delle alternative ad Adobe (sia reader che writer) che supportano al 100% i pdf. A volte Foxit PDF reader ha problemi di rendering, e se apro lo stesso pdf con adobe reader tutto fila liscio.
Quando PDF diventerà standard ISO finalmente non ci sarà più questo tipo di problemi.
MEX8406 Dicembre 2007, 17:39 #5
Quindi adesso che diventerà standard, rallenterà l'uscita di nuove versioni?
Lo chiedo perchè negli ultimi anni ad ogni nuova uscita di acrobat corrispondeva una nuova versione di pdf (1.x), con due effeti: introduzione di nuove funzionalità, decisione di volta in volta della versione da adoperare (basti pensare alla protezione dei documenti).
La standardizzazione dovrebbe risolvere il problema per un po di tempo, o no?

P.S. Personalmente tengo installata sempre l'ultima versione del Reader, ma mi sono accorto che ci sono realtà molto differenti (qualche mese fa ho visto un PC con ancora la versione 5.0)
WarDuck06 Dicembre 2007, 18:10 #6
Originariamente inviato da: andrea.ippo
E vi pare poco?
Finalmente ci saranno delle alternative ad Adobe (sia reader che writer) che supportano al 100% i pdf. A volte Foxit PDF reader ha problemi di rendering, e se apro lo stesso pdf con adobe reader tutto fila liscio.
Quando PDF diventerà standard ISO finalmente non ci sarà più questo tipo di problemi.


Non capisco perché vi ostinate ad usare altri reader al posto di quello ufficiale, che nella versione 8 è diventato molto più veloce di prima...
82screamy06 Dicembre 2007, 18:25 #7
Originariamente inviato da: WarDuck
Non capisco perché vi ostinate ad usare altri reader al posto di quello ufficiale, che nella versione 8 è diventato molto più veloce di prima...


Quoto...certo che è uno sbattimento ANNULLARE gli aggiornamenti automatici, che tra l'altro creano una fastidiosissima cartella nei documenti.

E' un pò deprimente vedere che anche in questo contesto l'Italia non vota e la Francia vota contro...
dsajbASSAEdsjfnsdlffd06 Dicembre 2007, 18:37 #8
PDF standard iso?
lol
andrea.ippo06 Dicembre 2007, 18:41 #9
Originariamente inviato da: WarDuck
Non capisco perché vi ostinate ad usare altri reader al posto di quello ufficiale, che nella versione 8 è diventato molto più veloce di prima...


Forse perché Foxit occupa 5 MB mentre Adobe sfiora i 100?
sirus06 Dicembre 2007, 18:59 #10
Originariamente inviato da: andrea.ippo
Forse perché Foxit occupa 5 MB mentre Adobe sfiora i 100?

Considerando la dimensione degli hard disk disponibili oggi giorno non mi sembra un problema. Inoltre ti sei mai chiesto perché c'è questa differenza? Le funzionalità proposte dal primo sono ovviamente inferiori rispetto a quelle proposte dal secondo e persino il supporto al formato da parte del primo non è completo.

Speriamo che grazie alla standardizzazione ISO le cose migliorino; al momento il PDF è un formato royalty free solo quando lo decide Adobe (questo implica che gli utenti Windows non possono disporre del supporto PDF built-in nel sistema operativo), ora non potranno più decidere di testa loro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^