Pdf in Microsoft Office? Probabile causa di Adobe

Pdf in Microsoft Office? Probabile causa di Adobe

Il nuovo Office 2007 forse non supporterà il formato PDF come già promesso. Alla base di questa pesante rinuncia la mancanza di un accordo con Adobe

di pubblicata il , alle 16:16 nel canale Programmi
AdobeMicrosoft
 

Microsoft ha varie volte annunciato che la futura release di Office 2007 supporterà il Portable Document Format. Questa funzionalità, affiancata dalla possibilità di salvare in XPS, è stata introdotta da Microsoft in seguito alle pressioni del mercato.

Adobe non pare contenta dell'iniziativa che porterebbe indubbiamente ad un'ulteriore diffusione del formato, ma probabilmente allontanerebbe gli utenti dalla ricca gamma di software Acrobat. Allo stato attuale parrebbe che Microsoft non intenda riconoscere alcun guadagno economico ad Adobe e quest'ultima ovviamente vorrebbe che i propri sforzi sin qui sostenuti per lo sviluppo e la diffusione del PDF venissero riconosciuti.

Il formato PDF è stato sviluppato da Adobe e da varie parti viene riconosciuto come uno standard di fatto. Le specifiche sono ormai pubbliche e questo particolare ha permesso la creazione di varie applicazioni capaci di creare ed editare file in formato Portable Document File. Metro è invece un formato fortemente voluto da Microsoft che poggia pesantemente sull' XML infatti Xps è acronimo di XML Paper Specification.

Le due società non hanno per il momento trovato un punto di incontro e pare che Microsoft abbia deciso di togliere da Office 2007 il supporto PDF. Adobe non ha però escluso un'azione legale coinvolgendo l'antitrust europeo.

Va precisato che Microsoft ha eliminato anche l'opzione di salvataggio in formato Metro (estensione .xps). Questa scelta è stata giustificata dall'intenzione di non voler avantaggiare Metro rispetto al PDF. Per chi non intende scegliere un prodotto Adobe o di terze parti per il salvataggio in PDF è previsto un apposito plug in che reintroduce l'opzione di salvataggio nei software della suite Office 2007.

Fonte: Arstechnica.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxFactor[ST]05 Giugno 2006, 16:24 #1
Eh eh eh...
Stavolta dobbiamo prendere le parti della MICRO!
pistolino05 Giugno 2006, 16:26 #2

Fonte: tweakness.net

Jonathan Zuck, Presidente della Association for Competitive Technology (ACT) commenta: "Se i recenti report sono esatti, Adobe sta cambiando il PDF da un open standard a un double standard. Sembra … che lo standard PDF sia ora aperto per l'implementazione solo per alcuni e non per tutti".

Dias05 Giugno 2006, 16:28 #3
Insomma, PDF è un formato open solo quando gli fa comodo, bella stronzata.

Ah, ricordo a tutti che PDF è integrato in MacOS/OO/WorldPerfect senza che quelli sborsino una lira (proprio perchè, logicamente, è un formato aperto), ma siccome alla MS i soldi li crescono sugli alberi, ecco che magicamente il formato diventa chiuso...

Sempre più curioso di provare XPS...
Fx05 Giugno 2006, 16:31 #4
sono d'accordo con quanto scritto nei precedenti post, e aggiungo solo che queste stupide prese di posizioni danneggiano solo l'utente...
*sasha ITALIA*05 Giugno 2006, 16:42 #5
è palese che vogliono bloccare MS, ad esempio nella suite iWork sotto OSX si possono aprire, creare e modificare file PDF a piacimento, rendendo così l'acquisto di Adobe Writer di secondaria importanza, eppure non si sono mai lamentati
serassone05 Giugno 2006, 16:50 #6

Fatemi capire...

Ooo e le svariate utility che permettono di salvare in pdf hanno dunque pagato la Adobe, oppure è Office che è particolarmente appetibile per la sua diffusione e quindi "interessa" particolarmente ad essa?
La Microsoft da par suo piuttosto che regolare la questione è disposta a togliere il supporto ai pdf...
L'impressione è di vedere 2 squali lottare per una stessa preda...
serassone05 Giugno 2006, 16:54 #7

Edit:

dopo aver letto i commenti precedenti si può proprio pensare che la preda piccola non interessa a nessuno, ma quando è grossa...
Squali, proprio come squali...
eureka6305 Giugno 2006, 16:56 #8
Chi vuole scrivere i file in PDF semplicemente si compra Adobe Acrobat che si vede come una normale stampante da qualunque programma (Microsoft e non).

Mi pare che ci siano anche programmi shareware/freeware che più o meno "stampano" file PDF.

Che lo faccia direttamente Office, non me ne può fregar de meno.
DevilsAdvocate05 Giugno 2006, 16:58 #9
Ooo di certo non ha pagato nessuno, semplicemente Ooo e' un programma gratuito
e come tale non e' che ci siano dei guadagni diretti, mentre Office viene "venduto"
e quindi Adobe si sente in diritto di chiedere un qualche tipo di compenso
se il suddetto programma va in competizione con i suoi (e neanche le si puo' dare
torto....del resto e' o non e' la politica di base di Microsoft quella delle royalties e
dei brevetti?).
Dias05 Giugno 2006, 17:09 #10
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Ooo di certo non ha pagato nessuno, semplicemente Ooo e' un programma gratuito
e come tale non e' che ci siano dei guadagni diretti, mentre Office viene "venduto"
e quindi Adobe si sente in diritto di chiedere un qualche tipo di compenso
se il suddetto programma va in competizione con i suoi (e neanche le si puo' dare
torto....del resto e' o non e' la politica di base di Microsoft quella delle royalties e
dei brevetti?).



Il discorso reggerebbe se non fosse per il fatto che PDF è un formato aperto. Anche la Apple o la Corel guadagnano grazie ai suoi prodotti, ma nè a loro nè alla MS è venuto mai in mente l'idea di pagare per qualcosa che è libero. Infatti la MS l'ha annunciato da tempo di voler integrare PDF, solo che ora la Adobe se ne uscita con sta buffonata di due licenze, una libera e l'altra no. Non ho nemmeno la forza di ridere.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^