NVIDIA aggiorna i driver GeForce, ora solo con supporto a 64bit

NVIDIA aggiorna i driver GeForce, ora solo con supporto a 64bit

Con la versione GeForce 397.31 dei propri driver NVIDIA abbandona il supporto ai sistemi operativi a 32bit, oltre a quello per le schede video dotate di GPU della famiglia Fermi

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Programmi
NVIDIAGeForce
 

NVIDIA ha reso disponibili nuovi driver per le proprie schede video desktop della famiglia GeForce. La nuova release, indicata con il nome di GeForce 397.31, è dotata di certificazione WHQL e implementa supporto ufficiale ai nuovi giochi BattleTech e FrostPunk.

Tra le novità segnaliamo anche il supporto ufficiale alla tecnologia NVIDIA RTX, per il ray tracing in tempo reale: per poterla utilizzare è però richiesto l'utilizzo di una scheda video basata su GPU Volta, come ad esempio la scheda Titan V, l'ultima versione di sistema operativo Windows 10 e l'utilizzo del pacchetto di sviluppo Microsoft DXR.

Il download è accessibile a questo indirizzo, in versioni a 64bit per i sistemi oeprativi Windows 7, Windows 8, Windows 8.1 e Windows 10. Ricordiamo come NVIDIA abbia scelto di non fornire più aggiornamenti driver per i sistemi operativi in versione a 32bit, offrendo opzioni solo per quelli a 64bit. E' venuto a mancare anche il supporto alle schede video GeForce basate su GPU con architettura Fermi: per questi prodotti la compatibilità è assicurata solo con i driver sino alla versione GeForce 396.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Simone Mesca26 Aprile 2018, 11:49 #1
Io, sul sito ufficiale, i driver a 32 bit li vedo ancora...
thresher325326 Aprile 2018, 11:50 #2
Originariamente inviato da: Simone Mesca
Io, sul sito ufficiale, i driver a 32 bit li vedo ancora...


Si, le versioni vecchie. Da questa in poi sono solo a 64 bit (ed era ora aggiungerei io).
Max_R26 Aprile 2018, 12:26 #3
Originariamente inviato da: thresher3253
Si, le versioni vecchie. Da questa in poi sono solo a 64 bit (ed era ora aggiungerei io).


Prima o poi doveva succedere.. anche per un discorso di dispersività..
ethan8626 Aprile 2018, 13:24 #4
Ergo, dobbiamo installare solo Windows a 64bit? le versioni 32bit le aboliamo?
nickname8826 Aprile 2018, 13:24 #5
Originariamente inviato da: ethan86
Ergo, dobbiamo installare solo Windows a 64bit? le versioni 32bit le aboliamo?

Certo che sì visto che le licenze sono valide per entrambi, non ci vedo nulla di male.
Chi sta ancora a 32bit passerà al 64bit reinstallando l'OS.

Chi ha messo il 32 perchè ha una macchina che non supporta il 64bit .... Bè è il momento di aggiornare, la situazione non è più tollerabile.
E mi chiedo anche che senso ha supportare queste piattaforme, visto che non monteranno di sicuro VGA moderne.
Parliamo in pratica di Pentium 4 Nortwood e AthlonXP, il senso di supportare tali piattaforme mi sfugge.

Per chi invece ha una macchina recente ma ha pensato bene di scegliere di installare il 32bit ( senza motivo visto che gli applicativi x86 vengono eseguiti comunque, solo il contrario è impossibile ) o di comprare al supermercato senza farci caso, sono cavoli propri, la prossima volta penserà ad informarsi prima di comperare qualcosa.



E si spera che dal 2020 in poi si inizi a supportare solo Win10 e basta.
LukeIlBello26 Aprile 2018, 13:27 #6
Originariamente inviato da: ethan86
Ergo, dobbiamo installare solo Windows a 64bit?


ma guarda che nvidia produce drivers mica solo per windows
per ogni OS il supporto a 32 bit cessa..speriamo che si decidano finalmente
a supportare le ABI linux anche sotto BSD (a 64bit, a 32bit gia esistono ma dal momento che sono deprecate... )
Telstar26 Aprile 2018, 13:27 #7
Li ho installati proprio ieri
thresher325326 Aprile 2018, 13:27 #8
Originariamente inviato da: ethan86
Ergo, dobbiamo installare solo Windows a 64bit? le versioni 32bit le aboliamo?


E beh direi, come abbiamo abolito i lettori CD, le ram SDR, le CPU single core, i socket di 20 anni fa, Windows 98, i monitor CRT, i Nokia in bianco e nero...
LkMsWb26 Aprile 2018, 14:17 #9
Originariamente inviato da: nickname88
Certo che sì visto che le licenze sono valide per entrambi, non ci vedo nulla di male.
Chi sta ancora a 32bit passerà al 64bit reinstallando l'OS.

Chi ha messo il 32 perchè ha una macchina che non supporta il 64bit .... Bè è il momento di aggiornare, la situazione non è più tollerabile.
E mi chiedo anche che senso ha supportare queste piattaforme, visto che non monteranno di sicuro VGA moderne.
Parliamo in pratica di Pentium 4 Nortwood e AthlonXP, il senso di supportare tali piattaforme mi sfugge.

Per chi invece ha una macchina recente ma ha pensato bene di scegliere di installare il 32bit ( senza motivo visto che gli applicativi x86 vengono eseguiti comunque, solo il contrario è impossibile ) o di comprare al supermercato senza farci caso, sono cavoli propri, la prossima volta penserà ad informarsi prima di comperare qualcosa.



E si spera che dal 2020 in poi si inizi a supportare solo Win10 e basta.


Guarda che il problema è ancora più indietro, sono i software 16 bit che fanno usare ancora Win 32bit, visto che il sottosistema 16bit non c'è sul 64 bit (che ha appunto il 32 su 64, mentre l'altro ha il 16 su 32). Se si parla di software non emulabili, l'alternativa unica sono le virtual machine, e relative licenze ulteriori per i sistemi operativi.

Attenzione: non sto dicendo che è bene così, però mi rendo conto che PURTROPPO ci sono situazioni dove ancora il 32 bit è necessario.
nickname8826 Aprile 2018, 15:05 #10
Originariamente inviato da: LkMsWb
Attenzione: non sto dicendo che è bene così, però mi rendo conto che PURTROPPO ci sono situazioni dove ancora il 32 bit è necessario.

Si aggiorna il software o si cercano alternative.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^