Nuovi dettagli su Microsoft Windows Home Server

Nuovi dettagli su Microsoft Windows Home Server

Bill Gates comunica alcuni cambi di strategia relativi a Microsoft Windows Home Server

di pubblicata il , alle 10:40 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Nel corso dell'evento WINHEC Bill Gates ha annunciato che Microsoft Windows Home Server verrà distribuito con licenza OEM. Come riporta PRNewswire.com, sono stati annunciati anche nuovi accordi con parecchi partner tra cui citiamo Lacie e Medion che dovranno presentare soluzioni hardware basate sul particolare sistema operativo.

Microsoft Windows Home Server si prefigge l'obiettivo di rendere semplici le operazioni di storage, condivisione e backup dei dati in ambito domestico. I requisiti hardware minimi non sono assolutamente elevati e, quindi, la speranza è che vengano presentati prodotti a prezzi interessanti.

Microsoft ha più volte affermato che nello sviluppo di Windows Home Server è stata posta in primo ordine la facilità d'uso e di configurazione, caratteristica essenziale per un possibile successo del prodotto. La gestione del server domestico potrà essere effettuata da remoto utilizzando un apposito client o un'interfaccia web.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Automator16 Maggio 2007, 10:48 #1
a me sta cosa degli home server per tutti fa un po' ridere.... per gestire una cosa del genere con la dovuta sicurezza, si ha bisogno di conoscenze che vanno ben oltre quelle del normale utente medio.... e l'utente avanzato non penso proprio vada ad usare win home server...
Wee-Max16 Maggio 2007, 10:50 #2
quoto
hibone16 Maggio 2007, 11:07 #3
è proprio su questo che fanno leva
Automator16 Maggio 2007, 11:12 #4
mah... come strategia mi sembra mica tanto azzeccata neh.....

IMHO
paulgazza16 Maggio 2007, 11:13 #5
beh, se il prodotto è fatto bene vanno proprio a colmare una lacuna di mercato non indifferente, in cui si inserisce poi la X360 come media extender. La chiave del successo sarà il giusto mix tra semplicità, versatilità e prezzo (e sicurezza )
essereumano16 Maggio 2007, 11:48 #6
windows home server???? ma stiamo scherzando???
Ombra7716 Maggio 2007, 11:54 #7
ROTFL, se penso che questo prodotto "home" è dedicato agli stessi impediti che non sanno dov'è la funzione |Cerca| su XP...
MadMax of Nine16 Maggio 2007, 12:57 #8
L'idea invece è buona, provate a pensare quante case hanno più di 2 pc con magari uno o più notebook con la necessità di condividere connessione ad internet e dati multimediali... se poi magari lo rendono facile da configurare hanno trovato un ottimo prodotto che collega pc a xbox e magari ad un impianto home cinema...
loveandpeace7416 Maggio 2007, 12:58 #9
attenzione: quando diciamo utonti o i"mpediti che non sanno dov'è la funzione |Cerca| su XP" ci riferiamo alla nostra esperienza, ovvero a quella del pubblico italiano che è tra i più ignoranti in materia.
se vi fate un giro negli stati uniti (per andare lontano) o in inghilterra vi accorgerete che il livello medio di conoscenze dell'utente è molto superiore alla nostra, in altri mercati (anche più ricchi) un prodotto del genere ha senso.
neonato16 Maggio 2007, 13:14 #10
penso che per il momento questo prodotto sia ddicato ha persone che vogliono godersi lo streaming in casa. Queste persone hanno soldi ho sono infarinate nel campo. L'utonto nn fa parte di questa categoria (per il momento) Nn tutti possono permettersi televisori ad ongi anglolo di casa, non tutti hanno 2 o 3 pc in casa e nn tutti hanno una lan in casa (utomti). La cerchia si stringe, e un prodotto che fara concorrenza anche a dei SAN IDE/SATA.
W Home Server nn e per utonti, nn e il target di microsoft.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^