Nella versione beta di Chrome disponibile il "Do Not Track"

Nella versione beta di Chrome disponibile il "Do Not Track"

L'opzione "Do Not Track" è ora disponibile nella versione beta di Chrome. Entro fine anno la stessa funzionalità dovrebbe essere estesa anche al ramo stabile di sviluppo

di pubblicata il , alle 11:30 nel canale Programmi
 

Anche in Chrome sarà presto disponibile l'opzione "Do Not Track" che promette di tutelare la privacy degli utenti durante la navigazione web. Per il momento la novità riguarda solo la versione "dev" del prodotto mentre il supporto di questa funzionalità anche nel ramo stabile del broser è atteso entro fine anno.

"Do Not Track" è una funzionalità ormai disponibile su tutti i browser più recenti anche se con piccole ma fondamentali differenze: in Internet Explorer risulta abilitato di default, mentre in Firefox la scelta è lasciata al singolo utente. Con "Do Not Track" attivo il proprio browser informa a ogni richiesta inviata a un server web la non volontà di essere tracciati, e se lato server si è scelto di fornire supporto a tale funzionalità la volontà dell'utente viene rispettata.

Quanto appena scritto evidenzia la fragilità del sistema, infatti lato utente non ci può essere la certezza che anche con "Do Not Track" il server interrogato accetti di trattare i propri dati come desiderato dall'utente. Google Chrome è uno degli ultimi browser a introdurre supporto a "Do Not Track", opzione scomoda per i grandi network che si occupano di advertising. In merito alla privacy dei dati gestiti durante la navigazione web anche il governo USA aveva preso posizione sostenendo la validità del "Do Not Track".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maldepanza17 Settembre 2012, 12:21 #1
Qualcuno conosce esattamente la differenza di quanto parlato nell'articolo e quanto già presente in Chrome 21 e cioè le seguenti opzioni (quindi da attivare o meno):

- Do not allow websites to know where you came from (suppress HTTP Referrer header).

- Allow local data to be set.
- Keep local data only until I quit my browser.
- Block sites from setting any data.
- Block third-party cookies and site data.
- Clear history when I close my browser.

Poi, in "Manage exceptions..." (che vuol dire "Cookie and site data exceptions...", per ogni sito si può inserire l'"hostname pattern" e relativo comportamento (behavior), cioè "Allow", "Clear on exit" e "Block".

Poi, in "All cookies and site data..." viene elencato ogni sito i cui cookie (ne viene elencato anche il numero per ogni sito) sono presenti nel tuo browser con possibilità di rimuoverli.
Tasslehoff17 Settembre 2012, 12:44 #2
Fai prima a verificare se nell'header http compare il campo DNT (lo puoi fare con gli strumenti di sviluppo di Chrome premendo F12), se questo campo ha valore 1 allora questa inutile feature è attiva, se ha valore 0 non è attiva.
Fai una verifica per tutte le opzioni che hai citato, se compare il campo significa che il browser supporta il DNT.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^