Negativo digitale: per Adobe deve essere standard

Negativo digitale: per Adobe deve essere standard

Adobe si sta facendo promotrice di un nuovo formato RAW grazie a cui standardizzare la miriade di formati di immagine proprietari

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 16:31 nel canale Programmi
Adobe
 

Adobe si sta facendo promotrice di un nuovo formato RAW grazie a cui standardizzare la miriade di formati di immagine proprietari.

I formati RAW permettono di avere il massimo controllo sulle immagini, infatti non introducono alcuna codifica o compressione ma si prefiggono di "trasferire l'immagine dalla fotocamera al pc" senza introdurre possibili alterazioni. Tali formati hanno anche il grosso pregio di conservare una moltitudine di dati relativi alle modalità con cui lo scatto è stato effettuato, informazioni assai utili in fase di editing ed archiviazione.

I principali costruttori di fotocamere digitali hanno realizzato un proprio standard, ad esempio Kodak ha sviluppato il DCR, Nikon il NEF mentre Olympus l' ORF; come è facile intuire per le applicazioni software non è semplice gestire questa moltitudine di formati e proprio per questa ragione Adobe si è fatta promotrice di questa crociata.

L'azienda leader dell' image editing propone l'adozione del Digital Negative Specification (DNG), basato su specifiche libere e prive di royalties che permetterebbe quindi una miglior interoperabilità tra fotografi e grafici.

Adobe mette a disposizione anche dei tools che consentono la conversione in DNG dei più diffusi formati RAW, in tal modo viene sicuramente incentivata la migrazione.

I vari brand potranno comunque prevedere eventuali personalizzazioni a livello di metadati, i vari campi esclusivi potranno essere aggiunti ed interpretati da software proprietari, permettendo comunque la condivisione attraverso applicativi capaci di operare con il DNG puro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Max Power28 Settembre 2004, 16:38 #1
Un po' d'ordine non farebbe male...

Ma si sa come sono fatti i giapponesi, fiato sprecato.

SleepyBlack28 Settembre 2004, 16:55 #2

Canon?

Qualcuno sa com'è fatto il formato RAW della Canon? Ho visto il filtro di importazione in Photoshop ma non ho idea se segua un suo proprio standard o invece uno di quelli citati nell'articolo...
Paganetor28 Settembre 2004, 17:25 #3
eh, ravi quelli di Adobe... non fate casino con tutti i vostri formati.. usate il mio creato nuovo nuovo apposta!

come aggiungere casino al casino!

io cmq scatto col RAW e vivo felice!
overclock8028 Settembre 2004, 17:27 #4
Così non appena tutti adottano lo standard....vai con le royalties!!!!!
Fan-of-fanZ28 Settembre 2004, 18:22 #5
Non capisco... ogni casa dovrebbe poter offrire plugin e programmi di conversione (freeware...). A che serve un formato nuovo? O uno standard?
Boh?
Lo ZiO NightFall28 Settembre 2004, 19:04 #6
serve tantissimo invece.
x fan
ogni conversione di formato comporta una perdita di dati, e quindi la soluzione dei tool di conversione non è valida.

x overclock
veramente l'articolo citava un formato open e privo di royalties

x paganetor
credo che in realtà l'idea sia di creare un formato universale, con possibilità di personalizzare alcune caratteristiche; cito l'articolo: "I vari brand potranno comunque prevedere eventuali personalizzazioni a livello di metadati, i vari campi esclusivi potranno essere aggiunti ed interpretati da software proprietari, permettendo comunque la condivisione attraverso applicativi capaci di operare con il DNG puro"
Dreadnought28 Settembre 2004, 20:33 #7
Perdita di dati? Quello avviene solo con i formati a perdita, quando passi da .zip a .rar mica perdi dati!
Più che altro il formato unico serve per praticità.

Lo facessero open probabilmente sarebbero in molti ad adottarlo, ma se lo fanno per guadagnarci su (guadagnare sui formati è quanto di + bastardo ci sia al mondo, visto che come sviluppo e know how sono meno di zero) dubito che possano spingerlo.
magilvia28 Settembre 2004, 22:26 #8
A me sinceramente smbra una mossa molto corretta da parte di Adobe, sopratutto per l'adozione di un formato open.
Brava Adobe questa volta hai fatto un'ottima cosa per noi utenti.
cdimauro29 Settembre 2004, 08:20 #9
Non mi convince molto questa soluzione di Adobe: ogni casa produttrice di fotocamere digitali utilizza delle tecnologie proprietarie, che differiscono anche notevolmente. Un formato RAW che riesca a considerare tutte le casistiche mi sembra un po' difficile da realizzare...
Paganetor29 Settembre 2004, 09:48 #10
a proposito... l'acronimo "RAW" cosa significa?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^