MPEG LA rivede le royalties: prezzi dimezzati

MPEG LA rivede le royalties: prezzi dimezzati

MPEG LA rivede le royalties per le proprie tecnologie legate al mobile ed in particolare al OMA DRM 1.0 standard

di pubblicata il , alle 17:15 nel canale Programmi
 
MPEG LA rivede le royalties per le proprie tecnologie legate al mobile ed in particolare al OMA DRM 1.0 standard, alla base delle transazioni per l'acquisizione dei DRM.

La motivazione che ha spinto MPEG LA a questa scelta sono da ricercare nelle criticità segnalate dagli analisti in merito alla crescita del mercato legato alla distribuzione di musica e video.

Le royalties dovrebbe essere lettaeralmente dimezzate e questo, secondo MPEG LA, dovrebbe fare decollare il settore.

A titolo informativo ricordiamo che MPEG LA annovera tra i suoi membri nomi del calibro di ContentGuard, Philips Electronics e Sony, mentre detiene le proprietà intellettuali su molte tecnologie strategiche, tra cui MPEG-2, IEEE 1394, DVBT, MPEG-4

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick14 Aprile 2005, 18:52 #1
interessante.. questo significa che caleranno anche i prezzi dei dvd? :P
Sig. Stroboscopico14 Aprile 2005, 18:55 #2
non credo proprio

^__^

penso che vogliano rimanere competitivi e non rischiare di vedere nuovi standard prendere il sopravvento
JohnPetrucci14 Aprile 2005, 19:17 #3
Originariamente inviato da: Sig. Stroboscopico
non credo proprio

^__^

penso che vogliano rimanere competitivi e non rischiare di vedere nuovi standard prendere il sopravvento

Già è probabile.
MasterGuru14 Aprile 2005, 19:41 #4
Abbassare il prezzo dei dvd?Scherzi? Questi ci vivono!
Dreadnought15 Aprile 2005, 01:21 #5
vivono?
questi ci fanno *le feste* con i soldi che la gente spende per i DVD
dr-omega15 Aprile 2005, 10:33 #6

Vivere???Feste???

...ma stiamo scherzando???Voi forse lo ignorate, ma le major riescono a coprire appena appena le spese.Tutto il "guadagno" infatti è solo gloria.Giusto ieri ho visto il presidente di una di queste compagnie girare con la Panda 30 del '85!!!
Possibile che non li ascoltate mai quando questi vanno in tv perchè chiamati da qualche associazione di consumatori (e quindi comunista bolscevica)?
Eppure lo dicono chiaramente, il costo di un dvd o di un cd è esattamente calibrato per andare a pari con le spese.Esempio:
20euro per un cd-5euro di costo supporto-5euro di tasse-5euro di marketing-2euro per il cantante-2.90euro di ricavo per il negoziante=10 miserissimi centesimi per le povere major!!!
Che eroi!!!Dovrebbero dedicargli una statua, anzi, macchè Papa, dovrebbero beatificarli tutti!!!
Ragazzi, facciamo un bel gesto, un sms equo e solidale per le major, chi ci sta???
Cristiano®15 Aprile 2005, 12:41 #7

sei pazzo!?!?!

I i prezzi a me non tornano, ma chi sei un delegato SIAE?? già il fatto che dai retta alla televisione è gia tutto. Il reale costo di poroduzione finito di un cd musicale è di 1,50 e da qui si aggiungono tutte le tasse di qui una cospiqua cifra alla siae un'altra e l'altra alla casa discografica e poi al cantante che prende di meno della casa discografica, un cd musicale arriva a costare anche 40 euro ed altri invece 2,99 euro, sempre originale, ovviamente qualche infame ci prende meno soldi per bruciarli alla faccia vostra. Le royalties si fanno ben pagare ovviamente dipende dal cosa e comunque è vero che abbassano i prezzi per evitare che ci sia una concorrenza altrimenti non c'è motivo.
idt_winchip15 Aprile 2005, 15:34 #8
ovviamente penso si sia espresso sarcasticamente..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^