Microsoft Windows Vista in 6 versioni? Pare confermato

Microsoft Windows Vista in 6 versioni? Pare confermato

Secondo varie fonti di informazioni le versioni di Windows Vista non sarebbero 7 come ampiamente annunciato nei mesi scorsi.

di pubblicata il , alle 16:13 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Nelle scorse ore molte fonti di news internazionali hanno diffuso informazioni in merito alle differenti versioni di Windows Vista, tali informazioni erano contradditorie rispetto a quanto precedentemente comunicato da Microsoft in modo più o meno ufficiale.

Il colosso di Redmond ha prontamente smentito le speculazioni di queste ore affermando che i dettagli verranno rilasciati solo nelle prossime settimane; alla base del fraintendimento che ha tratto in inganno alcune testate del settore ci sarebbe una pagina web relativa al sistema di Help per Windows Vista: tale pagina era esclusivamente una "prova tecnica" e conteneva solo alcune versioni di Windows Vista.
Queste informazioni sono basate su una dichiarazione che Microsoft ha rilasciato all'autorevole Arstechnica.com

In questa situazione le notizie più veritiere risultano essere quelle trapelate lo scorso Settembre, pare da documentazione distribuita all'interno di Microsoft stessa e per le solite vie traverse giunte agli onori delle cronache.

Le versioni di Windows Vista saranno 6 e per la precisione:

  • Windows Starter 2007
  • Windows Vista Home Basic (versione europea priva di Windows Media Player)
  • Windows Vista Home Premium
  • Windows Vista Business (versione europea priva di Windows Media Player)
  • Windows Vista Ultimate
  • Windows Vista Enterprise

La versione Starter è destinata alle aree del mondo in via di informatizzazione, avrà un numero di utenti e di applicativi contemporaneamente in esecuzione limitato e il basilare supporto al TCP/IP.
Il prodotto denominato Windows Vista Home Basic sarà il naturale rimpiazzo dell'attuale Home edition, che pur non essendo completa come la professional ben si addice ad un target di utenti decisamente ampio. Per lo specifico mercato europeo è prevista una versione priva di Windows Media Player, in ottemperanza alle disposizione dell' UE.
La release Home Premium Edition è basata sulla Home Basic con in aggiunta i nuovi componenti delle tecnologie Media Center.
Per certi versi questa versione può ricordare l'attuale XP Professional visto però in chiave entertainment e privo di Active Directory o Domain.

Le versioni dedicate al mondo Business sono denominate Windows Vista Business Edition, un equivalente di Windows XP Professional in chiave Business, e Enterprise Edition che include anche Virtual PC e specifiche funzionalità per la sicurezza e la protezione dei dati.

Il prodotto Ultimate Edition è invece destinato al pubblico high-end enthusiasts, si basa sulla Home Premium Edition esasperando però le funzionalità multimediali ed entertainment.
In merito a questa release non vi sono molte informazioni ed il sospetto fondato è che in realtà le differenze non saranno a livello di prodotto quanto alla possibilità di accesso a servizi aggiuntivi.

Da un breve confronto con Fabrizio Albergati, direttore Divisione Windows Client di Microsoft Italia, è emerso che al momento di certezze ce ne sono poche anche se la situazione presentata da ArsTechnica.com non si discosta troppo dalla reatà.

Uno dei nodi da sciogliere riguarda l'identificazione del vero sostituto di Windows XP Home Edition e la definizione dei requisiti minimi di sistema: al momento ad esempio non si è ancora deciso se definirli in base all'utilizzo del nuovo ambiente grafico di Vista, oppure se riferirli all'attuale GUI di XP (attivabile anche in Vista con un notevole risparmio di risorse hardware).

In questi mesi tanto si è scritto sulle giustificazioni che avrebbero portato Microsoft a proporre una gamma di prodotti tanto articolata, la principale motivazione pare essere il voler raggiungere i diffeenti target con prodotti ad hoc e con prezzi tarati sulle differenti situazioni.
Secondo altri vi sarebbe anche una vera e propria strategia volta a contrastare la pirateria: le 6 versioni dovrebbero avere anche 6 algoritmi differenti per la generazione dei seriali, con ciò già si complica la possibilità di creare e diffondere codici validi.

In merito a ciò Fabrizio Albergati non ha voluto commentare, confermando però che sono allo studio anche nuove funzionalità per l'attivazione del sistema operativo; dalle parole di Albergati si evince che le tecnologie in Vista sono praticamente definite, ben diversi il discorso del packaging e dei servizi offerti.

Il Windows Genuine Advantage continuerà nella propria azione, cercando di sensibilizzare l'utenza nei confronti delle problematiche legate alle licenze di Microsoft Windows, allo scopo di promuovere questa iniziativa è previsto l'accesso a particolari aggiornamenti, servizi e applicativi riservato ai soli possessori di licenza valida, ricordiamo in tal senso la grande campagna mediatica dei mesi scorsi.
Tali protezioni furono prontamente aggirate dai "soliti furbi" anche se la metodologia non era proprio alla portata di tutti, ma per voce di Microsoft stessa è bene precisare che Windows Genuine Advantage è un progetto rivolto all'educazione dell'utente.

Fonte: Arstechnica.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

187 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Edo1521 Febbraio 2006, 16:19 #1
.......
rob-roy21 Febbraio 2006, 16:20 #2
Credo che tutti si butteranno sulla Ultimate....chissà il prezzo.
DevilMalak21 Febbraio 2006, 16:22 #3
bel casino chissà prezzi e requisiti
dnarod21 Febbraio 2006, 16:23 #4
io invece credo che rimarro a xp....
Fx21 Febbraio 2006, 16:26 #5
io invece credo che passerò a vista non appena esce la beta 2, ad xp sono passato non appena uscito e non me ne sono affatto pentito, anzi... e il salto che c'è ora non è molto diverso da quello che c'è stato tra 98 e XP...

e anche i commenti degli scettici non erano molto diversi eh

"è più pesaaante" "non prenderà mai pieeede" "non ha seeeenso" "MS che cavolo faaaa" bla bla

edit: ah, già, come ho potuto dimenticare: "mac os è meglio windows meeeerda MS a questo giro chiude botteeeega"
ShinjiIkari21 Febbraio 2006, 16:26 #6
Io credo proprio che rimarrò a OSX.
JohnPetrucci21 Febbraio 2006, 16:32 #7
Originariamente inviato da: dnarod
io invece credo che rimarro a xp....

Quotone.
Resterò su Xp il più possibile, almeno fino a quando i vari driver non saranno maturi e vedrò chiaro sulle limitazioni che questo nuovo s.o. porta con sè.
matteo198621 Febbraio 2006, 16:40 #8
Originariamente inviato da: dnarod
io invece credo che rimarro a xp....


Quoto...
ulk21 Febbraio 2006, 16:41 #9
Certo che se un sistema operativo costa 500 o 600 Euro non vedo come impedire crack e compagnia, cominciassero cone dei prezzi umani sarebbe meglio.
Cimmo21 Febbraio 2006, 16:47 #10
Ho letto che se cambierai la ventola del processore dovrai acquistare una licenza nuova

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^