Microsoft WGA: lento ritorno alla normalità

Microsoft WGA: lento ritorno alla normalità

Il problema del sistema di validazione delle licenze di Windows pare risolto: ora Microsoft intende analizzare le cause

di pubblicata il , alle 16:33 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Lento ritorno alla normalità per il servizio WGA di Microsoft che qualche giorno fa era andato in crisi: l'effetto di tale problema è stato per taluni utenti disastroso, infatti, aggiornando il proprio sistema operativo la procedura di validazione della licenza non andava a buon fine con tutte le conseguenze del caso.

Il problema sarebbe riconducibile ad alcune nuove licenze emesse da Microsoft per Windows XP: il sistema in seguito a tale operazione avrebbe accusato non meglio identificati problemi ma le ricadute sono state pesanti per circa 12000 utenti. Arstechnica.com analizza la questione e riporta altri interessanti dettagli.

Il crash è avvenuto alle 3 del pomeriggio (pacific time) di Venerdi e tale circostanza, con il week end ormai vicino, ha limitato i danni e ha offerto a Microsoft il tempo necessario per risolvere il problema prima che un maggior numero di utenti si collegasse al network Windows Update.

Le critiche nei confronti di Microsoft sono notevoli e, pur considerando risolto il problema, resta da chiarire il motivo per il quale la casa di Redmond non si sia accorta autonomamente del problema: stando a quanto riportato da Arstechnica.com il campanello di allarme sarebbe stato suonato da parecchi utenti. La medesima fonte riporta inoltre alcune informazioni contraddittorie fornite dal servizio di supporto Microsoft. In merito a queste circostanze non si hanno risposte ufficiali.

Microsoft, come riportato dal blog dedicato all'iniziativa WGA, afferma che di fatto l'utenza non ha subito eccessivi danni poichè non essendo trascorsi 30 giorni dalla mancata validazione le funzionalità dei software non sono state ridotte. Ovvimente questa non può essere una giustificazione e Microsoft conferma il proprio impegno nel chiarire ogni aspetto della vicenda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

64 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13528 Agosto 2007, 16:43 #1
ma perche non lo disintegrano sto servizio fa pena e non serve a nulla. meglio crakkare ne?
Dexther28 Agosto 2007, 16:49 #2
Pancho Villa28 Agosto 2007, 16:49 #3
Per quanto mi riguarda mai avuto rogne con WGA.
friwer28 Agosto 2007, 16:51 #4
microsoft è libera di decidere autonomamente sul destino dei propri aggiornamenti...nel bene e nel male. Loro fanno bene a tutelarsi...io sono libero di scegliere.
su ubuntu non ne ho bisogno....meglio cambiare al massimo!
avware28 Agosto 2007, 16:52 #5
Originariamente inviato da: Pancho Villa
Per quanto mi riguarda mai avuto rogne con WGA.


Neanche io, è l'unico aggiornamento che non ho mai installato
3l3v3n28 Agosto 2007, 17:04 #6
Originariamente inviato da: avware
Neanche io, è l'unico aggiornamento che non ho mai installato


righe9028 Agosto 2007, 17:20 #7
Originariamente inviato da: avware
Neanche io, è l'unico aggiornamento che non ho mai installato


idem
erpirata228 Agosto 2007, 17:31 #8
Sono disservizi che possono capitare non vedo il motivo di tante critiche.
.Kougaiji.28 Agosto 2007, 17:34 #9
Originariamente inviato da: avware
Neanche io, è l'unico aggiornamento che non ho mai installato


Chissà perchè

Comunque a me non ha dato mai particolari fastidi.
7uX28 Agosto 2007, 17:44 #10
sto wga mi rompe sempre le palle quando accendo il pc.
Vabene lo ammetto, un mio amico me l'ha prestato, eh allora?
xke mi devi rompere?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^