Microsoft intende promuovere HD Photo come nuovo standard

Microsoft intende promuovere HD Photo come nuovo standard

Il successore del formato JPEG potrebbe essere HD Photo di Microsoft

di pubblicata il , alle 08:27 nel canale Programmi
Microsoft
 

HD Photo è il formato che Microsoft intende promuovere e proporre come standard per le immagini digitali. Nelle intenzioni della casa di Redmond HD Photo dovrebbe rimpiazzare il famoso e diffusissimo formato JPEG.

HD Photo e JPEG fanno riferimento a un algoritmo di compressione il cui scopo è quello di preservare il più possibile la qualità garantendo però una drastica riduzione delle dimensioni dei singoli files. Stando a varie fonti online il nuovo formato di Microsoft avrebbe molti punti a proprio favore poichè permetterebbe una maggior compressione garantendo comunque una miglior qualità di immagine.

Il nuovo formato promosso da Microsoft offre una profondità colore di 32 bit ben superiore a quanto offerto dal JPEG. Questa caratteristica avrebbe una ricaduta diretta sulla qualità d'immagine.

HD Photo in passato è stato indicato con il termine Windows Media Photo e, stando alle dichiarazioni di Microsoft, è stato sviluppato con lo scopo di ottimizzare l'utilizzo dei processori interni delle fotocamere. La grossa scommessa è ovviamente quella di convincere i vari vendor di hardware a implementare sui propri dispositivi il nuovo formato. Per quanto riguarda il software pare che Adobe rilascerà appositi plug in per Photoshop garantendo quindi l'utilizzo del nuovo formato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

191 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate10 Marzo 2007, 09:01 #1
Hum, mi domando come faranno a convincere i produttori di macchine
fotografiche digitali ad abbandonare jpeg e raw in favore di questo
standard chiuso (e pagare a MS le nuove royalties)......

Il nuovo formato promosso da Microsoft offre una profondità colore di 32 bit ben superiore a quanto offerto dal JPEG.

Eh? 32 bit di profondita' di colore? ma esistono schede video (e monitors) capaci di visualizzarli
(le schede attuali se non sbaglio funzionano a 32 bit dando 8 bit di trasparenza
e 24 bit di profondita' di colore, che incidentalmente e' la capacita' del Jpeg e delle PNG...)
o stampanti in grado di stamparli?
MisterG10 Marzo 2007, 09:10 #2
Questo formato punta a sostituire il jpg e non il raw.

La cos potrebbe essere interessante solo se un domani non mi dovessi ritrovare a scattare foto a e pagare una tassa a ms per ognuna di queste.

Salut
-fidel-10 Marzo 2007, 09:26 #3
Ma si parla di standard ISO o di standard "de facto"? La news non accenna a questo, e mi pare un concetto fondamentale.
Rubberick10 Marzo 2007, 09:33 #4
Se e' per questo il mio scanner arriva a 48bit ma arrivarci con i monitor non e' facile, per quanto ne so solamente i plasma arrivano a roba tipo 86 miliardi di colori
HW-MLCR10 Marzo 2007, 09:47 #5
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Eh? 32 bit di profondita' di colore? ma esistono schede video (e monitors) capaci di visualizzarli
(le schede attuali se non sbaglio funzionano a 32 bit dando 8 bit di trasparenza
e 24 bit di profondita' di colore, che incidentalmente e' la capacita' del Jpeg e delle PNG...)
o stampanti in grado di stamparli?


E' molto più "profondo": sono (nella configurazione massima) 32 bit per componente, cioè 128 bit per pixel (in floating point).
La precisione maggiore non serve per la visualizzazione: serve invece per poter applicare algoritmi di manipolazione delle immagini senza far apparire "artefatti" causati dall'accumulo degli errori nei valori interi delle componenti RGB.

Ad esempio, se hai un'immagine molto scura, magari (esagero) un decimo della luminosità necessaria, i valori ad 8 bit per componente hanno un range 0-25, cioè memorizzano non più di 26 tonalità cromatiche. Con un formato in floating point, hai sempre i 24 bit di precisione della mantissa, cioè della parte numerica, e mantieni praticamente tutte le tonalità, quasi senza perdita.
nickluck10 Marzo 2007, 09:58 #6
Originariamente inviato da: HW-MLCR
E' molto più "profondo": sono (nella configurazione massima) 32 bit per componente, cioè 128 bit per pixel (in floating point).
La precisione maggiore non serve per la visualizzazione: serve invece per poter applicare algoritmi di manipolazione delle immagini senza far apparire "artefatti" causati dall'accumulo degli errori nei valori interi delle componenti RGB.

Ad esempio, se hai un'immagine molto scura, magari (esagero) un decimo della luminosità necessaria, i valori ad 8 bit per componente hanno un range 0-25, cioè memorizzano non più di 26 tonalità cromatiche. Con un formato in floating point, hai sempre i 24 bit di precisione della mantissa, cioè della parte numerica, e mantieni praticamente tutte le tonalità, quasi senza perdita.
Infatti. Nell'articolo non viene precisato, ma da altre fonti è puntualizzato.
Il confronto non è 24 bit per JPEG contro 32 bit del HD photo, ma (parlando di componenti rosso-verde-blu) di interi ad 8 bit contro numeri in virgola mobile a 32 bit.
Il vantaggio ovviamente non si ottiene solo in scene scure, ma in tutte quelle situazioni in cui la tonalità è quasi uniforme.
Poi l'articolo non sottolinea che il formato ottimizza anche la compressione, permettendo di comprimere una porzione dell'immagine alla volta senza richiedere la memorizzazione contemporanea di tutta l'immagine (pensate ad un'immagine ad alta risoluzione quanta memoria richieda...).
Inoltre (ma forse questo parametro è soggettivo) a parità di dimensione finale, ha una qualità superiore al JPEG e, a parità di qualità finale, risulta in un file più piccolo.
Diciamo che al reparto "compressioni" alla microsoft si danno da fare... (vedi wma e wmv)
burnit10 Marzo 2007, 10:10 #7

Inutile

Anche se si superassero i 24 bit in RGB, l'occhio non sentirebbe la differenza: infatti la nostra retina è in grado di riconoscere (per difetto) al massimo 16 milioni di colori, guarda caso enumerabili con 24 bit di precisione. Quindi, anche se l'articolo non lo specifica, l'utilizzo di 32 bit per banda è solo SPRECO di risorse.

La precisione maggiore di colore offerta dagli scanner in commercio permette una rilevazione più accurata del colore, ma che poi viene elaborato per ottenere un immagine a 24 bit.

Chiaramente una maggiore precisione permette un'elaborazione delle immagini più flessibile (in quando si è in grado di discriminare pixel per il loro colore che, nel caso a 24 bit, sarebbero uguali). Ma ho grandi dubbi sul fatto che questa funzionalità possa essere veramente sfruttata dal 99.9% dei fruitori del formato.

Per quanto riguarda la persuasione dei produttori di macchine fotografiche digitali, la vedo dura per MS. L'hardware (il sensore) e il software (encoder JPEG) sono già stabili e prodotti, ed il supporto di HD Photo complica la progettazione delle macchine e aggiunge costi senza ottenere chissà quali vantaggi per l'utente.

Neanche il JPEG2000 è riuscito a subclassare il JPEG, sebbene i suoi vantaggi siano molto più tangibili che una semplice nozione di colore più profonda... ma chi si crede di essere MS?
fsdfdsddijsdfsdfo10 Marzo 2007, 10:16 #8
Originariamente inviato da: nickluck
Inoltre (ma forse questo parametro è soggettivo) a parità di dimensione finale, ha una qualità superiore al JPEG e, a parità di qualità finale, risulta in un file più piccolo.
Diciamo che al reparto "compressioni" alla microsoft si danno da fare... (vedi wma e wmv)


fonte?
terrys310 Marzo 2007, 10:41 #9
Originariamente inviato da: burnit
Neanche il JPEG2000 è riuscito a subclassare il JPEG, sebbene i suoi vantaggi siano molto più tangibili che una semplice nozione di colore più profonda... ma chi si crede di essere MS?


come al solito quando si parla di Microsoft, Sony, Apple ecc. i commenti intelligenti si sprecano
Pier de Notrix10 Marzo 2007, 10:42 #10
1) Smettetela di parlare di "limitazioni dell'occhio, della retina" e cretinate varie, che fanno parte di una grottesca interpretazione della possibilità di "ingannare l'occhio", grazie a quel fenomeno di reinterpretazione cerebrale dell'input visivo che non ha niente a che vedere con una "carenza" (chi non riesce a distinguere una foto da un'immagine reale?);

2) Microsoft non riuscirà ad imporre i propri standard? Ma cosa ha fatto da quando esiste?!?

3) sui vantaggi del JPEG 2000 non faccio neanche commenti... certe foto che ho convertito in quel formato non si potevano neanche guardare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^