Microsoft annuncia le edizioni di Windows Server 2008

Microsoft annuncia le edizioni di Windows Server 2008

Microsoft rende note le versioni che verranno rese disponibili al lancio della prossima release di Windows Server, lancio stimato nel primo periodo del 2008

di pubblicata il , alle 16:55 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha da poco reso note quali saranno le versioni disponibili della prossima major release di Windows Server. L'offerta riprende le stesse linee guida già viste con Windows Server 2003 R2: le edizioni Standard, Enterprise e Datacenter saranno vendute rispettivamente a $999, $3999 e $2999, come attualmente già avviene con le edizioni di Microsoft Windows Server 2003.

Un discorso analogo alla situazione attuale riguarda le licenze: si parla di 5 licenze di tipo Client Access Licenses (CAL) per la versione Standard, 25 CAL per la versione Enterprise e 1 per processore nella versione Datacenter. Oltre a queste versioni vi sarà anche la versione Windows Web Server Edition, soluzione destinata ad essere l'alternativa a basso costo, con un prezzo di lancio di $469.

La novità principale del lancio è relativa al componente per la virtualizzazione Hyper-V: sarà infatti possibile acquistare le versioni Standard, Enterprise e Datacenter prive di Hyper-V ad un prezzo ridotto di $28, lasciando cosi la possibilità all'utente di scegliere delle soluzioni per la virtualizzazione alternative di altri competitors. Questa scelta, probabilmente, è riconducibile alle recenti vicende che hanno visto coinvolte Microsoft e la commissione antitrust dell' Unione Europea.

L'unico inconveniente, allo stato attuale, è che Microsoft non fornisce la possibilità di acquistare il modulo per la virtualizzazione in seguito. Per quanto riguarda Windows Web Server invece non è prevista nessuna versione virtualizzata.

Riguardo ad Hyper-V vale la pena dilungarsi un attimo: con questo nome, infatti, Microsoft intende due prodotti distinti. Il primo, come abbiamo già visto, è il componente per la virtualizzazione presente in Windows Server 2008, mentre il secondo è un nuovo prodotto. Si tratta di Microsoft Hyper-V Server, un server standalone per la virtualizzazione basato su una versione ridotta del kernel di Windows Server 2008 e non supporterà altre funzionalità server (per esempio file server, print server, mail server o altro).

Con questo prodotto Microsoft va a coprire anche quella fascia di utenza che non necessita di funzionalità di virtualizzazione evolute. Anche il prezzo e le licenze sono allineate a questa direzione: Microsoft Hyper-V server sarà probabilmente disponibile dalla seconda metà del 2008 al prezzo piuttosto aggressivo di $28, mentre non sarà necessaria alcuna licenza CAL.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7713 Novembre 2007, 17:18 #1
Certo che costa abbastanza.. ok che è ambito aziendale e non certo home.

Quali sono delle alternative equivalenti basate su linux? E che costo hanno?
farinacci_7913 Novembre 2007, 17:24 #2

Tutte le recenti edizioni...

...di sistemi operativi, lato server, SOHO o semplice home user sono imperniati più o meno specificatamente sulla virtualizzazione.
Sarebbe ottimo fare il punto della situazione sulla virtualizzazione: qualcuno sa se esiste un sito o, comunque, un riferimento dove viene spiegato tutto ciò che riguarda la virtualizzazione, dalla definizione di base fino a tutte le sue implementazioni.
Conosco una ditta molto ben organizzata dal lato IT che ha 2 server principali: uno con LINUX e uno con Windows Server 2003 (so che già stanno pensando al 2008): sul server linux gira una macchina visrtuale Windows Server 2003 che svolge determinate funzioni interagendo con il sistema host LINUX: sul sistema Windows Server 2003 gira una macchina virtuale con LINUX per lo stesso motivo. Il tutto è giustificato da questioni di sicurezza: in pratica i 4 sistemi installati funzionano in maniera ridondante, ma grazie alla vistualizzazione, hanno risparmiato i costi di acquisto e di gestione di 2 server!!!
R3GM4ST3R13 Novembre 2007, 17:51 #3
Senz'altro utilissimo, sisi, facendo crashare una macchina ne cadono 2...ottimo!
Le macchine virtuali servono per fare test...
A regime, una volta testati i servizi e gli applicativi, va comprata e setuppata una macchina dedicata.

Tutti parlano della virtualizzazione come una chimera!

Senza dubbio è utile, ma non è indispensabile, alle volte fa risparmiare tempo, ma non sempre...
Come tutte le cose ha i suoi pro ed i suoi contro.

P.S. Io ho provato l'ultima beta di windows server 2008 ed mi ha soddisfatto non poco, soprattutto se unita ad una utility chiamata powershell, scaricabile direttamente dal sito microsoft, che simula una shell *nix da cui è possibile controllare tutta la macchina, tutti i processi connessioni e servizi in ballo...ed è pure scriptabile...
(e finalmente hanno introdotto la possibilità di omettere l'interfaccia grafica dall'installazione!)
Sarà costoso, ma stavolta hanno fatto un bel lavoro!
(come del resto lo era già W2k3 server che ho installato da 3 anni e funziona ancora in maniera perfetta)
Kirk13613 Novembre 2007, 18:02 #4
E finalmente, era ora....ora aspetto che inizino a far partire corsi di preparazione e esami mcse su 2k8 server
fry13 Novembre 2007, 18:14 #5
dire che le macchine virtuali servano solo per fare test mi sembra un po' riduttivo: la grossa comodità e che le vm sono slegate dall'hardware ergo se ti cade un server x un guasto in 10 minuti riesci a ripristinare un'immagine backappata la sera prima. senza considerare i costi di upgrade: se devi aggiungere un po' di ram o spazio disco basta riavviare la macchina e riassegnarle la quantità desiderata; ovvio che se sperate di far girare 2 vm su un server dimensionato per una macchina fisica, siete fuori strada, i server host devono essere parecchio crasti.
direi che il modo della virtualizzazione apre orizzonti incredibili, ora aspettiamo solo che vengano prodotti hardaware e software ottimizzati x ambienti virtuali.
ayrtonoc13 Novembre 2007, 18:52 #6
Io ho un ambiente di produzione con 3 macchine Sun Opteron su cui gira un cluster ESX 3 con TUTTO il dominio di produzione e servizi accessori e collaterali compresi.
Poi ho anche virtualizzazioni di applicazioni con Thinstall che hanno alleviato molto i problemi di copatibilità durante il passaggio da Xp a Vista di diversi applicativi (Oracle 8i client ad esempio). Sono belle cose, ma necessitano di soldi, conoscenze e visione ampia delle problematiche. In tutto questo, peccato che OsX non possa essere virtualizzato per difendere l'orticello... il giorno che il client sarà installabile su cloni Apple fallirà, ma il mondo sarà migliore per tutti!
groot13 Novembre 2007, 19:18 #7
Originariamente inviato da: R3GM4ST3R
Senz'altro utilissimo, sisi, facendo crashare una macchina ne cadono 2...ottimo!
Le macchine virtuali servono per fare test...
A regime, una volta testati i servizi e gli applicativi, va comprata e setuppata una macchina dedicata.

Tutti parlano della virtualizzazione come una chimera!

Senza dubbio è utile, ma non è indispensabile, alle volte fa risparmiare tempo, ma non sempre...
Come tutte le cose ha i suoi pro ed i suoi contro.

P.S. Io ho provato l'ultima beta di windows server 2008 ed mi ha soddisfatto non poco, soprattutto se unita ad una utility chiamata powershell, scaricabile direttamente dal sito microsoft, che simula una shell *nix da cui è possibile controllare tutta la macchina, tutti i processi connessioni e servizi in ballo...ed è pure scriptabile...
(e finalmente hanno introdotto la possibilità di omettere l'interfaccia grafica dall'installazione!)
Sarà costoso, ma stavolta hanno fatto un bel lavoro!
(come del resto lo era già W2k3 server che ho installato da 3 anni e funziona ancora in maniera perfetta)


Per cosa lo usi Windows Server?
Fez13 Novembre 2007, 19:27 #8
x R3GM4ST3R:

Mai sentito parlare di ESX?? Secondo te viene utilizzato per farci i test?
Le parole high availability ti dicono qualcosa?
groot13 Novembre 2007, 19:42 #9
ad esempio se io ho un server e vari clienti, e voglio far usare l'unico server come tanti come faccio ?
Frykky13 Novembre 2007, 22:06 #10
potete essere più chiari su quali sarebbero gli enormi scenari della virtualizzazione?

Solo per curiosità eh!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^