Microsoft annuncia la data di lancio di Office 2016 per Windows

Microsoft annuncia la data di lancio di Office 2016 per Windows

La suite di produttività pensata per Windows 10 sarà lanciata il prossimo 22 settembre, data in cui gli utenti Office 365 potranno procedere all'aggiornamento manuale

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Programmi
Microsoft
 

Confermando alcune voci di corridoio, Microsoft ha annunciato che il prossimo 22 settembre sarà la data di lancio di Office 2016 per Windows. Si tratta della prima versione della suite di produttività sviluppata appositamente per Windows 10, e oltre a un restyling grafico porterà sulla piattaforma funzionalità ormai attese da tempo, come il co-authoring in tempo reale e la possibilità di allegare file via OneDrive sulle mail di Outlook.

Microsoft Office 2016

La suite è già disponibile da mesi sul canale di beta per gli utenti Insider. La beta pubblica per Windows è stata lanciata a luglio e ha permesso a tutti gli utenti di testare le novità attraverso la versione d'anteprima, e può permettere oggi di farsi un'idea sulle aggiunte prima di passare alla nuova versione. Gli utenti Office 365 potranno installare manualmente la suite a partire dal 22 settembre, oppure attendere l'aggiornamento automatico che dovrebbe concludersi nel mese di ottobre.

Oltre alle novità che abbiamo citato poco sopra, Office 2016 integrerà la possibilità di creare, modificare e salvare documenti perfezionando qualsiasi operazione attraverso il cloud in modo da avere tutti i file sempre a disposizione su qualsiasi dispositivo. Fra le novità troviamo anche una nuova funzione di ricerca apposita che dovrebbe aiutare gli utenti a scoprire come effettuare varie operazioni con Word, Excel e PowerPoint.

Office 2016 è disponibile per Mac dal mese di luglio per tutti gli utenti Office 365, mentre durante lo stesso mese era stata lanciata la versione Mobile per computer Windows con piccoli display. Per quanto riguarda la nuova versione PC, la nuova release sarà disponibile anche in versione standalone acquistabile a parte.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ldetomi11 Settembre 2015, 12:36 #1
Continuo a leggere di questa integrazione di Office 2016 con OneDrive come se fosse una novità.... ma è dal 2013 che Office salva direttamente con OneDrive, cosa c'è di nuovo? non capisco
macellatore11 Settembre 2015, 14:52 #2
Fantastico il co-authoring tramite un client desktop completo.

Mi sembra un'innovazione veramente interessante per la pubblica amministrazione
acerbo11 Settembre 2015, 15:27 #3
Originariamente inviato da: macellatore
Fantastico il co-authoring tramite un client desktop completo.

Mi sembra un'innovazione veramente interessante per la pubblica amministrazione


cosa che esiste da anni su google docs
Krusty9311 Settembre 2015, 15:27 #4
Originariamente inviato da: ldetomi
Continuo a leggere di questa integrazione di Office 2016 con OneDrive come se fosse una novità.... ma è dal 2013 che Office salva direttamente con OneDrive, cosa c'è di nuovo? non capisco


OneDrive sulle mail di Outlook.

Attualmente è possibile solo tramite Outlook.com, non tramite client

Originariamente inviato da: acerbo
cosa che esiste da anni su google docs


Google Docs < Office
macellatore11 Settembre 2015, 15:29 #5
Originariamente inviato da: acerbo
cosa che esiste da anni su google docs


Anche Office Online esiste da anni.
Lascio a te come utile esercizio capire i vantaggi di un'applicazione nativa.
acerbo11 Settembre 2015, 15:44 #6
Originariamente inviato da: macellatore
Anche Office Online esiste da anni.
Lascio a te come utile esercizio capire i vantaggi di un'applicazione nativa.


mi riferivo alla funzionalità di co-authoring, per quanto riguarda poi i vantaggi di avere un app desktop rispetto al browser non saprei, office lo uso solo in locale, mentre google docs lo uso da varie postazioni diverse e funziona perfettamente.
Trovo molto piu' versatili i servizi cloud accessibili da browser, non vedo perché dovrebbe essere preferibile installarsi giga di librerie in locale, nel 2015 non credo esistano piu' problemi di connessione a internet.
Zenida11 Settembre 2015, 18:55 #7
Originariamente inviato da: acerbo
cosa che esiste da anni su google docs

Vero, però c'è da dire che Google Docs ha funzionalità molto più limitate (parlo da utente che ne fa un uso quotidiano)
Originariamente inviato da: acerbo
mi riferivo alla funzionalità di co-authoring, per quanto riguarda poi i vantaggi di avere un app desktop rispetto al browser non saprei, office lo uso solo in locale, mentre google docs lo uso da varie postazioni diverse e funziona perfettamente.
Trovo molto piu' versatili i servizi cloud accessibili da browser, non vedo perché dovrebbe essere preferibile installarsi giga di librerie in locale, nel 2015 non credo esistano piu' problemi di connessione a internet.


Infatti credo che i file in co-authoring saranno condivisi automaticamente in cloud (one drive)
Quindi ci puoi accedere ovunque, ma se hai office installato hai maggiori strumenti, rispetto alla versione browser.
Almeno credo che sarà così.

Per il resto, fin'ora Google Docs regna (ancora per poco se office sarà così
LORENZ012 Settembre 2015, 10:04 #8
avendo abbonamento "365" sara' finalmente possibile decidere quale applicativo installare senza dover per forza esser costretti ad installare il pacchetto completo?!
corgiov12 Settembre 2015, 14:19 #9
Originariamente inviato da: ldetomi
Continuo a leggere di questa integrazione di Office 2016 con OneDrive come se fosse una novità.... ma è dal 2013 che Office salva direttamente con OneDrive, cosa c'è di nuovo? non capisco
La novità (che in realtà è un bug che ho segnalato, secondo Windows Feedback, almeno 50 volte!) è proprio quello che hai scritto: &#8216;Office salva direttamente&#8217; sul Cloud. Che cosa significa? Che un file condiviso è salvato prima nel servizio Cloud (OneDrive, Dropbox, ecc.) e poi nella macchina in cui si sta elaborando lo stesso file. Di conseguenza, se il file fosse di grosse dimensioni e l&#8217;upload lento, il rischio è di non poter MAI salvare il file. Purtroppo, durante l&#8217;upload, ho visto spesso una schermata blu, che mi ha riavviato il sistema. Ho deciso di lasciare Office 2016 installato, sperando in un aggiornamento che risolva i bug (o per divertirmi nel comunicare a Microsoft l&#8217;ennesimo problema del pacchetto).

Originariamente inviato da: LORENZ0
avendo abbonamento "365" sara' finalmente possibile decidere quale applicativo installare senza dover per forza esser costretti ad installare il pacchetto completo?!

La versione Beta, purtroppo, non mi ha permesso scegliere che cosa installare. Spero che la versione finale non abbia questa limitazione.
WarDuck12 Settembre 2015, 14:21 #10
Originariamente inviato da: LORENZ0
avendo abbonamento "365" sara' finalmente possibile decidere quale applicativo installare senza dover per forza esser costretti ad installare il pacchetto completo?!




Questo è sempre stato possibile facendo un'installazione personalizzata, o sbaglio?

Originariamente inviato da: acerbo
cosa che esiste da anni su google docs


Vero e avendolo provato la parte collaborativa funziona(va?) meglio di office online. Non so ora...

Chiaramente Google Docs non è all'altezza della suite completa per desktop, però per piccole cose va bene.

Io lo uso principalmente per fare schemi/disegni dato che è molto comodo.

Tuttavia ci sono delle cose che ancora non comprendo, come il fatto che se vai sul menù e fai Incolla ti chiede di premere CTRL+V... forse è una questione di sicurezza? Ma allora levassero quel menù.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^