Mandriva One: live cd o installazione tradizionale

Mandriva One: live cd o installazione tradizionale

Mandriva annuncia Mandriva One: un unico supporto ottico per installare la distribuzione o più semplicemente per provarla da live cd

di pubblicata il , alle 08:42 nel canale Programmi
 

Mandriva One ha presentato una novità che, pur non essendo un grande stravolgimento tecnologico, può riverlasi utile e comoda.

Un solo supporto ottico permette di procedere alla tradizionale installazione su hard disk oppure di avere il "primo contatto" con linux, attraverso un live cd.

Mandriva One implementa inoltre una procedura assistita e facilitata per la configurazione del bootloader in modalità multiboot, un'ulteriore aiuto rivolto a chi intende famigliarizzare con il sistema operativo Linux.

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zanardi8418 Marzo 2006, 09:20 #1
Speriamo solo che non dia problemi col server grafico...

Può essere una buona scelta per quelli che credono che esista il .exe da far partire e che non sanno cosa sia una partizione.

Per chi invece vuole usare veramente Linux consiglio una bella distro basata su Debian. Per esempio la Ubuntu o la Mepis sono ottime: ciò che fa la differenza in queste distro è la immensa quantità di siti di supporto e risorse per risolvere ogni tipo di problema, senza poi considerare la marea di software reperibile tramite i repositories scricabile e configurabile in automatico grazie al magnifico duo apt synaptic. Per fare un esempio: ho provato tante distro sul notebook e per tutte non ero riuscito ad attivare il cool&quiet e l'accelerazione grafica della vga ati. Con una debian o derivata ho lanciato lo scarico e la configurazione da synaptic. Risultato? Risparmio energetico alla grande e grafica 3D (la vga ATI ha pure un pannello di controllo per settare il tv-out). Che volete di più?
shrubber18 Marzo 2006, 11:50 #2
è un po' che sono fuori dal mondo linux... mi ricordo che tempo fa c'erano molti problemi con le penne usb wireless a 54Mbps...
mi interesserebbe installare una distro sul portatile (le conosco un po' tutte) che premetto ha la scheda wireless a 54mbps integrata. Sapete se ci sono ancora questi problemi? oppure ora finalmente funzioano?
Laertes18 Marzo 2006, 11:51 #3
Hai proprio ragione, ne ho provate tante di disto , ma come quelle basate su Debian nessuna! quella che preferisco è Kubuntu!
davide8618 Marzo 2006, 11:52 #4
non è che sia tutta questa novità ! esiste gia da tempo con la suse 10 (naturalmente il dvd originale dual layer)
Laertes18 Marzo 2006, 11:55 #5
@ shrubber

io con Kubuntu, dopo le dovute configurazioni, non ho problemi ne con chevette, ne con hd esterni usb, mi funziona anche la stampante usb e anche la wireless sia usb che pci... + di così! sulle Debian-based è facile installare programmi e driver, ci sono le comode applicazioni grafiche basate su apt-get (ad esempio Adept in Kubuntu) che fanno tutto loro, basta una connessione internet e cercare quello che vuoi...
Laertes18 Marzo 2006, 11:57 #6
ps: per la wireless c'è ndiswrapper che usa i driver di windows e li adatta a linux
Cimmo18 Marzo 2006, 12:26 #7
Nessuna novita' infatti, (k)ubuntu 5.10 uscito a fine 2005 (solo nella versione dvd) dal bootloader potevi scegliere se usarlo come live-dvd o fare partire l'installazione vera e propria.

Dalla prossima versione (6.04) ci sara' Espresso, una ulteriore facilitazione che sara' quella di fare partire l'installazione dal live dvd gia' in esecuzione, in pratica senza bisogno di riavviare e scegliere la voce installazione dal bootloader.
gia1218 Marzo 2006, 13:24 #8
Parlo da inesperto ma, per la mia esperienza, il primo e più grave problema di Linux è il bootloader che dovrebbe essere anche su floppy. Solo Mandrake o Mandriva lo permettono da floppy in modo da non "sporcare" quello di windows, nel caso, per me irrinunciabile, di avere più partizioni con più windows installati. Con ubuntu o kubunto ho fatto qualche tentativo e qualche ricerca su forum ma non ho trovato come farlo partire da floppy. Grazie per eventuali suggerimenti.....
MAGNO18 Marzo 2006, 14:18 #9
la prima non è stata knoppix? io ce l'ho da 2 anni e ha sempre avuto sta particolarità
nudo_conlemani_inTasca18 Marzo 2006, 14:21 #10
Caspita.. che bella questa Distribuzione!

Sono andato sul sito ufficiale alla sez. Screenshoot e mi sono rifatto gli occhi.
Bella davvero, non pensavo.. e deve far funzionare il PC anche alla grande.

Ma il sistema di installazione (Wizard) guidato, è stato migliorato in questa versione o sono diverse le migliorie apportate.

Sfrutta bene anche le CPU @64bit questa Distro o è solo relegata ad alcune distribuzioni particolari.. che voi sappiate?

Mi affascina sempre di più il mondo GNU/Linux!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^