Le raccomandate ora si mandano direttamente dal pc

Le raccomandate ora si mandano direttamente dal pc

Un accordo siglato tra Microsoft Italia e Poste Italiane permette l'invio di raccomandate utilizzando comodamente il proprio pc.

di pubblicata il , alle 16:49 nel canale Programmi
Microsoft
 
Un accordo siglato tra Microsoft Italia e Poste Italiane permette l'invio di raccomandate utilizzando comodamente il proprio pc.

Per accedere al servizio è necessario scaricare e installare un apposito "plug-in" dal sito istituzionale delle Poste Italiane, in tal modo sarà disponibile da Word e da Excel un nuovo menù "Poste Italiane" attraverso cui gestire le proprie raccomandate.

Poste Italiane si occupa della stampa, dell'imbustamento e ...ovviamente... della spedizione dei documenti, mentre all'utente viene inviata la consueta ricevuta attraverso i tradizionali canali postali o via email ad un'indirizzo Postemail gratuito.

Il servizio ha un costo di 3,5 Euro e come metodo di pagamento è possibile scegliere tra carte di credito o Postepay.

Il plug-in di Poste Italiane, integrandosi agli strumenti di Office, permette di gestire i modo razionale e flessibile liste di invii oltre che mantenere un archivio informatico degli invii a mezzo raccomandata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

120 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Soul_to_Soul27 Luglio 2005, 17:10 #1
Servizi simili erano già disponibili, ma avere integrato un menu apposito in word o in excel è davvero grandioso...il sovrapprezzo poi non mi sembra affatto pesante...
Naturalmente, scommetto che molti preferirebbero consegnare la loro posta brevi manu solo per non dare soddisfazione a Microsoft...
zippo7627 Luglio 2005, 17:16 #2

Bah...

Invece a me il sovrapprezzo sembra pesante, considerando che probabilmente questo sistema costa meno a tutti quanti dovrebbero incentivarlo maggiormente. L'italia non è messa cosi male come si crede con l'informatizzazione dei servizi delle P.A., ma finchè la stragtegia è quella di far pagare di più la "comodità" id fare una raccomandata a casa, anzichè meno perchè produrre il servizio costa di meno, allora non si andrà mai tanto lontano.
Anyway, ben venga!
Sharpnel27 Luglio 2005, 17:16 #3
O magari i tantissimi utenti che usano Mac, Linux o non usano Office, no?
Fx27 Luglio 2005, 17:17 #4
aspetta aspetta... io ho già sentito i soliti che sono partiti in tromba con le solite cose, tipo che "se non abususasse della sua posizione predominante non avrebbe mai il controllo totale di un servizio di questo tipo".

da qualche parte c'è scritto che poste italiane ha concesso in esclusiva il servizio a microsoft (cosa che tra l'altro in un mercato che si definisce tale potrebbe anche accadere: io ti fornisco certe condizioni e tu mi fornisci l'esclusiva)?

se non offre servizi nuovi, non fa un cazzo, se offre servizi nuovi, si inventano le cose per dire che è peggio di quando non li offriva... siamo alle cozzeee
Fx27 Luglio 2005, 17:19 #5
Originariamente inviato da: zippo76
Invece a me il sovrapprezzo sembra pesante, considerando che probabilmente questo sistema costa meno a tutti quanti dovrebbero incentivarlo maggiormente.


in più a carico delle poste c'è la stampa del foglio e della busta, e l'imbustamento, mi viene difficile pensare che costi di meno che prendere la busta già fatta e finita e metterla nel sacco
liviux27 Luglio 2005, 17:25 #6
Credevo si trattasse della posta elettronica certificata con valore legale. Invece, non si tratta altro che di delegare alle Poste la gestione di pezzi di alberi morti. Mi fa venire in mente certa gente che si fa stampare la posta elettronica dalla segretaria per leggerla!
Senza contare che, secondo me, un servizio pubblico non dovrebbe dipendere dal possesso di oscuri e costosi programmi di nicchia dal futuro dubbio come Word e Excel.
Fx27 Luglio 2005, 17:29 #7
Originariamente inviato da: liviux
Senza contare che, secondo me, un servizio pubblico non dovrebbe dipendere dal possesso di oscuri e costosi programmi di nicchia dal futuro dubbio come Word e Excel.


cos'è che dicevo poc'anzi?
liviux27 Luglio 2005, 17:32 #8

x FX

Scusa FX, visto che appena senti odore di Microsoft parti in quarta a criticare le critiche prima ancora che queste esistano, ti faccio una proposta. Apriamo un forum apposito, lo riempiamo di cose come "M$ SUXX!!! LiNuX ROOOLZ!!!", e poi ti lasciamo lì da solo a divertirti. Almeno altrove si riuscirà a discorrere amabilmente, no?
e.cera27 Luglio 2005, 17:32 #9
L'idea sarebbe bella, ma a me non toglie l'obbligo di andare alle poste
quando sto male a spedire il certificato medico all'INPS...entro max due giorni...
Mi ricordo bene infatti le file alla posta con la febbre....
Che schifo di sistema... all' estero il medico manda lui tramite il fax il certificato all'INPS estera..
DevilsAdvocate27 Luglio 2005, 17:34 #10
Originariamente inviato da: Fx
se non offre servizi nuovi, non fa un cazzo, se offre servizi nuovi, si inventano le cose per dire che è peggio di quando non li offriva... siamo alle cozzeee


Parli di Poste Italiane? Postepay e' stata una grandissima invenzione!!!

Se invece parli di MS..... chi le ha mai chiesto di offrire servizi?
Buon software semmai....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^