La Commissione Europea ancora contro Microsoft

La Commissione Europea ancora contro Microsoft

Il commissario per la concorrenza dell'Unione Europea attacca duramente Microsoft, che avrebbe continuato a guadagnare quote di mercato per abuso di posizione dominante

di pubblicata il , alle 14:03 nel canale Programmi
Microsoft
 

Ancora tesi i rapporti tra l'Unione Europea e Microsoft, con la prima che ha recentemente accusato il colosso di Redmond di continuare ad abusare della propria posizione dominante sul mercato guadagnando ulteriori quote di mercato proprio grazie a questa pratica.

L'accusa è stata lanciata lo scorso giovedì nel corso di un discorso al Parlamento Europeo pronunciato da Neelie Kroes, l'attuale commissario responsabile in materia di concorrenza. Microsoft, avrebbe dichiarato Kroes, sta continuando a guadagnare quote di mercato nel settore server come risultato del proprio comportamento di abuso della propria posizione.

Secondo la Commissione Europea, le quote di mercato di Microsoft nel settore server sono cresciute dal 35%-40% nel 1999, periodo in cui la Commissione ha avviato le proprie indagini, fino al 70%-75% dei giorni nostri. Le dichiarazioni della Kroes implicano quindi un'inefficacia della Commissione nel contenere gli abusi (presunti o provati che siano) di Microsoft.

Secondo la Kroes i risultati di Microsoft non sarebbero stati ottenuti per particolari meriti del colosso di Redmond a soddisfare le richieste del mercato, quanto piuttosto l'abilità nell'attuare pratiche che costringessero i competitor a realizzare alternative non all'altezza, come ad esempio limitando l'accesso ai protocolli per la realizzazione di software per Windows.

La Commissione Europea continua a ritenere non sufficienti le misure di collaborazione che Microsoft ha deciso di adottare. Secondo la Kroes è arrivato il momento di fare chiarezza su una questione complessa e nebulosa che si trascina da troppo tempo. Si attende, ovviamente, la replica di Microsoft.

Fonte: APcom

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw26 Marzo 2007, 14:05 #1
ma crescita di microsoft va sempre e per forza attribuita ad abusi ??Mah...
Pr|ckly26 Marzo 2007, 14:08 #2
Quote del 75%? o.O
Ma in che senso?
schwalbe26 Marzo 2007, 14:09 #3
Vaiii EU, così al prossima versione costa il triplo, invece che il doppio!
Dreadnought26 Marzo 2007, 14:21 #4
chissene del costo, tanto chi ha competenze installa tutto su linux/unix e ha metà dei problemi.
removedrdsaduasdsasdtyasd7asdd1asd26 Marzo 2007, 14:24 #5
non ci credo, m$ è troppo buona per abusare della sua posizione dominante, non ci posso credere. :-)))))))))

schwalbe se il prossimo win costasse il triplo, passassimo a linux che costasse 6 volte meno. ;-)

comunque, a parte gli scherzi, sarebbe meglio che l'ue si preocupasse di far sradicare da tutte le versioni di win il software spia di zio bill, questa si che sarebbe una cosa da fare, e subito.
Gurzo200726 Marzo 2007, 14:30 #6
@Dreadnought

io ho competenze....uso win da sempre e mai problemi....anke se per motivi di studio/lavoro col prossimo pc metto su anke linux
jacky214226 Marzo 2007, 14:38 #7
Linux non costa 6 volte meno, ma è gratis, non può essere attaccato da virus e soprattutto NON SI BLOCCA come succede spesso a windows.
Vi parla uno con Linux on board e soddisfattissimo di averlo
k0nt326 Marzo 2007, 14:40 #8
@schwalbe
mi risulta che il triplo di 0 è 0
MaxArt26 Marzo 2007, 14:45 #9
Originariamente inviato da: jacky2142
Linux non costa 6 volte meno, ma è gratis, non può essere attaccato da virus e soprattutto NON SI BLOCCA come succede spesso a windows.
Che marea di banfate. Solo la prima è corretta.
In pratica stai dicendo che: 1) non esistono virus per Linux, cosa palesemente falsa; 2) Linux non si blocca mai e per nessun motivo, cosa altrettanto falsa.
L'instabilità di Windows è roba per fortuna alle spalle, ormai ha raggiunto livelli di stabilità adeguati per non far smadonnare nessuno. Le critiche da fare a Windows sono altre.
Gurzo200726 Marzo 2007, 14:47 #10
@jacky2142

solo per precisare, di linux esistono distribuzioni gratuite....non ke è gratis a prescindere...

ke win si blocchi spesso non è neanke vero....certo ho amici ke hanno win xp craccato e il pc in OC...be li è normale ke non sia stabile....invece su un portatile con win xp originale e sempre aggiornato ancora nessun crash...e il pc lavora...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^