L'INPS cambia software e migliaia di disoccupati italiani perdono il sussidio

L'INPS cambia software e migliaia di disoccupati italiani perdono il sussidio

Alcuni problemi nell'aggiornamento del software in uso dall'INPS avrebbero causato notevoli ritardi nel rilascio dei sussidi per disoccupati e precari

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Programmi
 

La colpa sembrerebbe di un aggiornamento nel software gestionale per i sussidi di disoccupazione, che sarebbe sfociato nella mancata erogazione degli stessi sussidi per gli aventi diritto. È quanto riporta la redazione torinese del quotidiano online La Stampa che scrive che, solo in Piemonte, su 27.630 richieste ne sono state accolte solo 18 mila e le altre sono in lavorazione.

Ma non è tutto, l'INPS infatti non sa se fra quelle accolte la cifra relativa al sussidio sia stato inviato o meno. Ai disoccupati che hanno trascorso l'estate senza sussidio non resta che sperare: "Mi hanno detto che forse ce la faranno per ottobre", ha dichiarato al quotidiano torinese Fabrizio Travan, docente di sostegno precario del capoluogo di regione piemontese. Ma i precari lasciati senza sussidio sono migliaia.

Fra questi, "il caso più eclatante" è quello dei dipendenti delle scuole che hanno lavorato a tempo determinato e che avrebbero dovuto prendere il sussidio nel mese di luglio. Aspettano da più di un mese, ma l'attesa potrebbe durare ancora molto di più. Il "caos" è partito dall'aggiornamento del gestionale che ha introdotto le novità della riforma del Jobs Act inerente al diritto di lavoro italiano.

"I nuovi programmi erano troppo laboriosi. Tutto è rimasto bloccato a lungo perché la procedura non funzionava", ha dichiarato un portavoce della direzione regionale dell'INPS al quotidiano. Adesso si cerca di recuperare, con l'ennesima colpa scaricata questa volta al Ministero con il quale pare sia "mancata la comunicazione".

Sono già arrivate le accuse dell'ANIEF, l'associazione sindacale della scuola: "Non possono lasciare i disoccupati in questa situazione", ha dichiarato il coordinatore provinciale, minacciando azioni legali nei confronti dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale italiano.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Totix9228 Agosto 2015, 16:28 #1
Bello... le solite cose gestite "all'italiana"
Povera italia
-Maxx-28 Agosto 2015, 16:48 #2
Vergognoso, i sistemi informatici che trattano informazioni e procedure delicate vanno mantenuti a regola d'arte.

Mi auguro che i responsabili di questo caos paghino per i loro errori; in ogni caso è già partita la classica procedura dello scaricabarile che, secondo me, altro non è che una confessione implicita di corresponsabilità.
Pino9028 Agosto 2015, 16:49 #3
Assurdo...
TheDarkAngel28 Agosto 2015, 17:06 #4
E la gente salta il pasto fino al mese prossimo? follia
F1r3st0rm28 Agosto 2015, 17:08 #5
@-maxx-

pensi veramente che pagheranno ?

riuzasan28 Agosto 2015, 17:15 #6
Purtroppo sono tra questi.
Io ed altri 47 dipendenti a tempo determinato dopo 4 anni abbiamo finito al nostra collaborazione con un ente pubblico a fine giugno.
A metà Luglio allo sportello INPS informano me e i due colleghi commercialisti che il nuovo software per la NASPI è stato consegnato ad inizi Luglio e che ci sono da lavorare le pratiche già richieste a Maggio.
Morale della favola: oggi ancora da la pratica "Ancora non elaborata" ...
Totix9228 Agosto 2015, 17:22 #7
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
E la gente salta il pasto fino al mese prossimo? follia


purtroppo funziona così qui in italia... dove i poveri diventano sempre più poveri e i ricchi sempre più ricchi... tanto che ce ne frega al governo... all'inps se le persone campano oppure no? basta che magnano loro sono apposto...
Teschio28 Agosto 2015, 17:41 #8
Sarebbe interessante sapere quanto è costato questo cambio di software.

Se i prezzi sono come quelli del portale italia.it, i disoccupati dovranno stringere la cinta ancora per parecchi mesi.

Per chi non lo sapesse quel sito inutile, è costato venti milioni di euro!

Viva l' Italia!

Evviva gli italiani idioti che ancora credono nelle istituzioni, nella politica e nell' Europa delle banche private.
Pino9028 Agosto 2015, 18:09 #9
MEGA OT

Originariamente inviato da: Teschio
Evviva gli italiani idioti che ancora credono nelle istituzioni, nella politica e nell' Europa delle banche private.


Sai cos'è divertente? Che se una banca non è privata è pubblica, ma tu dici di non fidarti delle istituzioni, e quindi a ragion veduta non ti dovresti fidare nemmeno di una banca di stato. LOL
supereos328 Agosto 2015, 18:20 #10
Non per essere cattivo, ma dare sussidio a disoccupati, praticamente paghiamo con le tasse, non è che un disoccupato se la prende comoda, soldi gratis insomma, col cazzo si trova un lavoro. L'hanno fatto apposta.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^