chiudi X
Age of Empires Definitive Edition in DIRETTA

Segui la diretta sui nostri canali YouTube - Twitch - Facebook

L'evoluzione del giaguaro è la pantera

L'evoluzione del giaguaro è la pantera

Apple presenta la nuova release 10.3 del sistema operativo Mac Os X. Panther, questo il suo nome, introduce nuove funzionalità che aumentano la produttività dell'utente

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:46 nel canale Programmi
AppleMac OS X
 

In occasione di una conferenza stampa tenutasi nella serata di ieri a Milano, Apple ha presentato alla stampa il nuovo sistema operativo Mac OS X 10.3 "Panther". Il nuovo s.o. è la quarta importante release in 3 anni della casa di Cupertino, release che va a prendere il posto della serie 10.2.x, denominata "Jaguar".

La nuova versione, commercializzata in una elegante scatola nera opaca dominata da una X color alluminio satinato a tutto campo, introduce molte nuove funzionalità mantenendo invariata la veste grafica della versione 10.2. Panther, così come le release precedenti, è un sistema operativo Unix-based che include X11, progetti open source come Phyton e librerie e comandi FreeBSD 5.

Moltissime sono le funzionalità introdotte con la nuova release. Di seguito illustreremo le principali e le più importanti:

Finder

Finder è la "faccia" del sistema operativo, come stilizzato anche nell'icona che lo identifica. Si tratta dell'applicazione con la quale gli utenti interagiscono maggiormente qualora debbano eseguire qualsiasi operazione sui files, ovvero copiare, incollare, rinominare e via dicendo. Il Finder implementato in Panther rappresenta un'evoluzione di quello presente in Jaguar.

La nuova versione, infatti, introduce tre novità principali: una sidebar laterale nella quale è possibile inserire le cartelle o i files di accesso più frequente che evitare di perdersi nella gerarchia delle cartelle; un campo di ricerca rapido per i file ed infine un menu di azioni contestuali all'oggetto selezionato al momento.

Un gradito ritorno sono invece le etichette di colore (o classi), che l'utente può utilizzare per "marcare" con colori diversi i files che desidera al fine di avere un rapido riscontro visivo al momento della ricerca. La sidebar è stata implementata anche nei pannelli di salvataggio e apertura dei files ed in questi pannelli è stata aggiunta anche la possibilità di visualizzare i file stessi in liste e/o in colonne.

Exposé

Exposé rappresenta la principale innovazione nella GUI di Mac OS X. Frutto di una geniale intuizione, si tratta di un particolare sistema che, premendo opportuni tasti funzione oppure spostando il mouse su determinati angoli dello schermo, riduce tutte le finestre aperte organizzandole in modo che possano essere visibili tutte assieme per permettere un rapido passaggio dall'una all'altra con un semplice click del mouse.

Exposé permette inoltre altre due utili funzionalità: può, mediante la pressione di un altro tasto, effettuare la medesima operazione descritta sopra solamente per una determinata applicazione, riorganizzando, quindi, solo le finestre dell'applicazione al momento attiva.

La terza importante funzionalità permette di nascondere alla vista tutte le finestre attive mostrando la scrivania, similmente a quanto già avviene con Windows. A differenza di quest'ultimo è possibile, una volta che il desktop viene mostrato, selezionare un file e trasportarlo fisicamente all'interno dell'applicazione in uso.

Cambio Utente Rapido

Questa nuova funzione si rivela particolarmente utile per quei sistemi condivisi da più utenti. Il nuovo Fast User Switching permette di passare da un utente all'altro, previa autenticazione con ID e Password, senza la necessità di dover chiudere le applicazioni aperte. Il passaggio viene rappresentato mediante l'animazione di un cubo che ruota.

L'aspetto interessante di questo sistema è il fatto che la personalizzazione per ogni profilo è pressoché totale: ogni utente può impostare, per il proprio profilo, layout di tastiera differenti e linguaggi differenti per il s.o., senza che queste impostazioni interferiscano minimamente con quelle dei profili di altri utenti.

FileVault

FileVault è un sistema che protegge i dati stoccati nel sistema mediante un sistema di criptatura AES-128, adottato anche dal National Institute of Standards and Technology (NIST) e basato sull'algoritmo di Rijndael.

Una volta che l'utente attiva FileVault, il sistema genera la chiave AES utilizzando login e password dell'utente. Una volta che si ha accesso al sistema mediante user id e password, FileVault ha tutto ciò di necessario per poter effettuare la decriptatura dei file necessari all'utente. Nel caso user ID e password dovessero essere dimenticati, i files sarebbero praticamente inaccessibili.

Per ovviare a questo inconveniente, FileVault supporta l'utilizzo di un'altra password chiamata Master Password che permette di recuperare i dati anche qualora le informazioni di login vengano dimenticate. Questo sistema, magari non totalmente apprezzabile dall'utente home, è sicuramente indispensabile per i sistemisti di grosse compagnie.

Un'altra funzionalità particolarmente importante è l'introduzione del cosiddetto "Secure Empty Trash": solitamente quando un file viene eliminato, il sistema si preoccupa di eliminare il riferimento dalla directory di appartenenza, di modo da non renderlo più accessibile, ma lasciandolo comunque presente su disco finché non viene sovrascritto da un altro elemento. Con la nuova rimozione sicura, i files vengono eliminati immediatamente allo svuotamento del cestino.

Mail

In Panther è presente una versione aggiornata del client di Posta introdotto con Jaguar. Il nuovo Mail introduce un nuovo sistema per la gestione dei thread, che permette di raggruppare in modo opportuno tutte le e-mail e le relative risposte, proprio come avviene nei software per la lettura dei newsgroup.

Per quanto riguarda la composizione dei messaggi, inoltre, Mail supporta l'addressing mediante drag&drop oltre ad utilizzare un particolare sistema denominato "External addressing indicator" che permette di segnalare visivamente se uno dei destinatari dell'e-mail non appartiene a specifici domini impostati dall'utente. Questo sistema si rivela molto utile per evitare di inviare a destinatari non voluti particolari email confidenziali o interne di un'azienda.

In Mail è implementato anche un sistema di filtering per evitare lo spam. Tale sistema si basa sull'analisi semantica del testo contenuto nel messaggio. Tuttavia, nel caso in cui il sistema dovesse classificare erroneamente alcune e-mail, è possibile "insegnare" al sistema stesso quale e-mail considerare come posta indesiderata e quali invece no.

Quelle sopra illustrate sono le funzionalità principali del nuovo sistema operativo Panther. Mac Os X 10.3, tuttavia, introduce molte altre novità che elenchiamo velocemente di seguito: FontBook è un sistema che permette di gestire in modo molto semplice tutti i font del sistema che implementa un'area di preview, un campo per la ricerca rapida e un campo di informazioni dettagliate sul font al momento selezionato. Pixlet è un particolare codec di compressione video frame per frame, studiato appositamente per pesanti applicazioni di editing, con rapporto 25:1 senza degradare la qualità video o ridurre la risoluzione del video originale. Xcode è un tool di sviluppo per professionisti che permette di creare applicazioni Mac Os X in linguaggio Objective C, D, C++, Java o AppleScript. Anteprima è un visualizzatore di immagini, fax e PDF.

Panther è disponibile al pubblico al prezzo di 149 Euro IVA inclusa per licenza singola e a 229 Euro IVA Inclusa per pacchetto di 5 licenze. A listino sono anche disponibili pacchetti di Volume Licensing e System Maintenance. Apple ha inoltre avviato una promozione che permette di acquistare il pacchetto di aggiornamento al costo di 30 Euro IVA inclusa per coloro i quali rispondono ai seguenti requisiti:

-tutti i clienti che hanno acquistato un sistema Mac in data successiva all'8 di ottobre
-tutti i clienti che hanno acquistato un sistema Power Mac G5 senza Panther installato, in qualsiasi data
-tutti i clienti che hanno acquistato Mac Os X 10.2 in data successiva all'8 di ottobre.

Per maggiori informazioni riguardanti Panther, i sistemi Apple e le promozioni disponibili, consigliamo di consultare il sito www.apple.it

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

277 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxFactor[ST]29 Ottobre 2003, 16:48 #1

Vana speranza....

Magari facessero un bel sistema operativo per PC.....
Jimmy3Dita29 Ottobre 2003, 16:56 #2
Secondo me invece dovrebbero dare la possibilita' di costruire "mac compatibili" magari con architetture "vecchie" per facilitare un mercato entry level e tenersi solo il mercato di fascia alta..
desmo29 Ottobre 2003, 16:59 #3

x Jimmy3Dita

fu fatto tempo fa quest'esperimento ... e fu un fallimento ...

Dumah Brazorf29 Ottobre 2003, 17:00 #4

Vedi Max...

Rassegnatio....
Mattlab29 Ottobre 2003, 17:09 #5

Tutto vero, però

dovreste vedere il fast user switching all'opera, è impressionanate l'animazione del cambio utente, davvero incredibile.... io sono un pc user, ma se potessi prendermi un altro computer, sarebbe proprio un bel Mac!
The Wise29 Ottobre 2003, 17:16 #6
Fra un pò dovrei cambiare il G4 biprocessore che ho a lavoro per un G5
the_joe29 Ottobre 2003, 17:24 #7

Re: x Jimmy3Dita

Originariamente inviato da desmo
fu fatto tempo fa quest'esperimento ... e fu un fallimento ...

Al tempo in realtà Apple non navigava certo in buone acque la quota di mercato stava scendendo in picchiata quindi il numero delle installazioni calava a cifre irrisorie (questa situazione finanziaria la portò a fare il famoso accordo con Micro$oft) ed il fallimento dell'esperimento oltre a questo fatto fu decretato dal fatto che di macchine Mac compatibili ne vennero presentate ben poche (anche a causa del poco tempo che durò l'esperimento) ed a prezzi per niente concorrenziali con quanto proposto dalla casa madre anche perchè poi alla fine l'hardware supportato era lo stesso e non si potevano fare molte scelte.
Forse oggi i tempi sarebbero + maturi, ma se non si estende il supporto ad altro HW oltre a quello "nativo" i risultati sarebbero gli stessi IMHO
matzuk29 Ottobre 2003, 18:12 #8

poco hardware

Secondo me la stabilità dell'OSX sta proprio anche nel fatto che tutto sommato le configurazioni possibili di Mac sono relativamente poche e quindi è più semplice scovare incompatibilità e ottimizzare il codice (cose che non molti cmq fanno).
homero29 Ottobre 2003, 18:13 #9
ma siamo impazziti MAC COMPATIBILI?!?!?!
allora non avete capito nulla della apple,
ma avete mai avuto un mac tra le mani?!?!?
la cura nei dettagli, nel design, nell'equilibrio tra le componenti, nell'ergonomia di ogni tasto...
non riesco neppure ad immaginare un MAC costruito con materiali economici o assemblato con milioni di pezzi "compatibili"....
volete risparmiare comprate un cube made in taiwan e metteteci linux..fa le stesse cose del mac...
volete le raffinatezze del mondo apple....allora comprate un apple....
sembrate quelli che vanno con i cappelli taroccati della NIKE' invece che NIKE o TENZO invece di KENZO...heheheh
meglio comprare quelli no brand?!?!?vi pare che quelli con una firma falsa....
quando la firma ha ancora un valore naturalmente....
(ps: non comprerei mai un capo firmato Roberto Cavalli perche' non reisco a distinguerli dai no Brand hehehe sono tutti consumati fino all'osso,heheheh)
the_joe29 Ottobre 2003, 18:32 #10
Originariamente inviato da homero
ma siamo impazziti MAC COMPATIBILI?!?!?!
allora non avete capito nulla della apple,
ma avete mai avuto un mac tra le mani?!?!?
la cura nei dettagli, nel design, nell'equilibrio tra le componenti, nell'ergonomia di ogni tasto...
non riesco neppure ad immaginare un MAC costruito con materiali economici o assemblato con milioni di pezzi "compatibili"....
volete risparmiare comprate un cube made in taiwan e metteteci linux..fa le stesse cose del mac...
volete le raffinatezze del mondo apple....allora comprate un apple....
sembrate quelli che vanno con i cappelli taroccati della NIKE' invece che NIKE o TENZO invece di KENZO...heheheh
meglio comprare quelli no brand?!?!?vi pare che quelli con una firma falsa....
quando la firma ha ancora un valore naturalmente....
(ps: non comprerei mai un capo firmato Roberto Cavalli perche' non reisco a distinguerli dai no Brand hehehe sono tutti consumati fino all'osso,heheheh)

Giusto, anzi giustissimo, la "casta" non si può toccare, chi vuole Mac compri Mac e basta............
Intanto nei laboratori universitari ed ospedalieri dove prima erano il 100% (persino quelli di controllo delle apparecchiature da milioni di Euro) stanno scomparendo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^