In arrivo i driver Linux per Intel Centrino

In arrivo i driver Linux per Intel Centrino

Intel ha annunciato che rilascerà i driver da utilizzare su piattaforme Intel Centrino e sistema operativo Linux

di pubblicata il , alle 09:10 nel canale Programmi
Intel
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

68 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Leron01 Febbraio 2004, 11:49 #31
Originariamente inviato da cdimauro
Non escono driver per Linux, e giù critiche. Escono, e peggio ancora. Fatemelo dire: siete incontentabili!

Se una casa come Intel vuol mantenere il riserbo sulla sua tecnologia, non ci vedo nulla di male: ha speso parecchio in R&D, e a questo punto vuole CONCRETIZZARE. Per lei QUESTO è il miglior modo di farlo: impedire che altre case vadano a vedere in che modo ha risolto alcuni problemi, che magari loro hanno, e via a copiare il codice. Per Intel tutto ciò ha un costo. Per gli altri no, visto che si trovano tutto a portata di mano.
Il know-how si paga, e questo è un modo per poterlo fare.

Il fatto che io compri un certo prodotto non può essere una giustificazione per obbligare una casa a fornire il supporto per il s.o. di turno che sto cercando di utilizzare: a questo punto, visto che pago, dovrei sentirmi in diritto di avere i driver anche per il più sparuto s.o. di questo mondo. Esiste. Ho comprato l'hardware. PRETENDO il supporto. Ma non mi sembra una buona motivazione, soprattutto logica. Forza BeOS, PetrOS, NewOS, QNX, e chi più ne ha più ne metta: PRETENDIAMO il supporto per tutti.

Infine, prendiamo il mondo reale: non mi sembra che tutti quelli che comprano nuovo hardware da quando è uscito Windows XP, sii mettano le mani nei capelli per il fatto che viene fornito loro un cd con i driver da installare. Nella piattaforma Windows domina il binario: metti il CD, si installano i driver, e finisce lì.
Con Linux no: appena cambia il kernel di una virgola, casca giù la madonna. E siccome gli aggiornamenti non cambiano, il popolo di Linux è grande fonte di preoccupazione per la chiesa cattolica, a causa dell'alto tasso di bestemmie che circola in quest'ambiente.

A questo punto penso che il problema non stia nei driver, forniti senza sorgente, ma in Linux stesso. E credo che dovrebbero essere i suoi sviluppatori a prendere atto di questo problema, e ha definire una nuova interfaccia (API) con i driver affinché una casa possa fornire solamente i binari e:
1) si possano integrare immediatamente nel kernel, oppure
2) si installino "ala Windows". Metto il CD e fine della penitenza.

E adesso sbranatemi.

sono daccordo


bella quella della chiesa cattolica
Ikitt_Claw01 Febbraio 2004, 12:04 #32
Originariamente inviato da Leron
sono daccordo


Quella di supportare il minimo vitale (~= possono esistere) i driver binari e` una precisa scelta tecnica.

+++

Rileggendo piu` l'intero thread che il tuo intervento, aggiungo

Sulle motivazioni di questa scelta tecnica si e` dibattuto a tal punto che i morti si accatastavano su due strati; di fronte alla devastante potenza delle argomentazioni contrarie piu` comuni ("non e` come windows" parecchi hanno perso la forza di combattere, e cosi`, come in molti altri casi la discussione si e` arenata.

Viva il dialogo e il dibattito.

[edit] "combattere" nel senso di discutere, continuando con la metafora. Puntualizzo perche` non si sa` mai, visti i trascorsi...[/edit[
Gundam76601 Febbraio 2004, 13:38 #33
azz... e per la prima volta la vedo come cdimauro!

Chico

P.S. quella della chisa cattolica è una perla che mi venderò al più presto!
Ale80201 Febbraio 2004, 14:18 #34
dato che Intel è una Spa ovvio che se come è probabile Microzoz gli offre soldi per "segare le gambe a Linux" attua una certa politica, anche perchè a Intel non interessa che gli utenti usino più Linux o windows a loro basta vendere l'hardware.
canislupus01 Febbraio 2004, 14:31 #35
Innanzitutto vorrei premettere che son un utilizzatore "accanito" di windows sia per ragioni di pigrizia mentale che lavorative (nella società dove presto assistenza ci sono oltre 1000 pc e hanno tutti windows).
Fatta questa dovuta premessa, vorrei dire che io sono d'accordissimo con il discorso fatto da qweasdzxc.
Io penso che non sia corretto che delle società come la Intel (ma ce ne stanno tantissme altre) precludano ai propri clienti la possibilità di utilizzare un qualsiasi componente regolarmente acquistato su piattaforme diverse da windows, indipendentemente dal fatto che queste rappresentino anche solo l'1% di tutto il parco PC del mondo !!! Qualcuno potrebbe asserire che rendere libero il codice sorgente dei driver potrebbe danneggiare le stesse società, ma io invece penso proprio che sarebbe un arricchimento non indifferente. Infatti pensate alle migliaia di persone che ogni giorno per diletto scrivono dei driver per rendere compatibili delle periferiche per il mondo linux. Tutte queste migliaia di persone potrebbero dare una mano concreta a queste immense società sviluppando di volta in volta versioni dei driver sempre + stabili ed efficienti dei loro prodotti senza chiedere un $ o € per questo aiuto.
Molti si lamentano del fatto che Linux sia difficile da usare soprattutto per la mancanza dei driver. Ora non tutti sono in grado di scriverseli da soli e quindi è logico che molti abbandonino l'idea di provare un SO alternativo a windows.
In fondo è sempre meglio avere un'alternativa (+ o - valida) che essere costretti ad accettare passivamente quello che il mercato ci propina...
Leron01 Febbraio 2004, 14:34 #36
Originariamente inviato da canislupus
Innanzitutto vorrei premettere che son un utilizzatore "accanito" di windows sia per ragioni di pigrizia mentale che lavorative (nella società dove presto assistenza ci sono oltre 1000 pc e hanno tutti windows).
Fatta questa dovuta premessa, vorrei dire che io sono d'accordissimo con il discorso fatto da qweasdzxc.
Io penso che non sia corretto che delle società come la Intel (ma ce ne stanno tantissme altre) precludano ai propri clienti la possibilità di utilizzare un qualsiasi componente regolarmente acquistato su piattaforme diverse da windows, indipendentemente dal fatto che queste rappresentino anche solo l'1% di tutto il parco PC del mondo !!! Qualcuno potrebbe asserire che rendere libero il codice sorgente dei driver potrebbe danneggiare le stesse società, ma io invece penso proprio che sarebbe un arricchimento non indifferente. Infatti pensate alle migliaia di persone che ogni giorno per diletto scrivono dei driver per rendere compatibili delle periferiche per il mondo linux. Tutte queste migliaia di persone potrebbero dare una mano concreta a queste immense società sviluppando di volta in volta versioni dei driver sempre + stabili ed efficienti dei loro prodotti senza chiedere un $ o € per questo aiuto.
Molti si lamentano del fatto che Linux sia difficile da usare soprattutto per la mancanza dei driver. Ora non tutti sono in grado di scriverseli da soli e quindi è logico che molti abbandonino l'idea di provare un SO alternativo a windows.
In fondo è sempre meglio avere un'alternativa (+ o - valida) che essere costretti ad accettare passivamente quello che il mercato ci propina...

mi pare che non abbia precluso niente, tan'è vero che la news parla proprio del fatto che intel lo ha fatto il driver per linux
ilsensine02 Febbraio 2004, 12:53 #37
Originariamente inviato da cdimauro
Non escono driver per Linux, e giù critiche. Escono, e peggio ancora. Fatemelo dire: siete incontentabili!

No, siamo "diversi"

Se una casa come Intel vuol mantenere il riserbo sulla sua tecnologia, non ci vedo nulla di male: ha speso parecchio in R&D, e a questo punto vuole CONCRETIZZARE. Per lei QUESTO è il miglior modo di farlo: impedire che altre case vadano a vedere in che modo ha risolto alcuni problemi, che magari loro hanno, e via a copiare il codice. Per Intel tutto ciò ha un costo. Per gli altri no, visto che si trovano tutto a portata di mano.
Il know-how si paga, e questo è un modo per poterlo fare.

Guarda, nessuna migliore risposta di quella che ho scritta in signature (scritta da un tizio che di driver, datasheet e nda ne ha visti parecchi).

E credo che dovrebbero essere i suoi sviluppatori a prendere atto di questo problema, e ha definire una nuova interfaccia (API) con i driver affinché una casa possa fornire solamente i binari

Questa tua semplice osservazione nasconde problemi molto più profondi, che sono stati discussi - seriamente e senza prese di posizione talebane - dagli sviluppatori del kernel.
Il riassunto del discorso è: non esiste e non può esistere una ABI stabile del kernel! Non è mai esistita e mai esisterà! Non perché i "cattivoni" si divertono di tanto in tanto a cambiare i prototipi delle funzioni in modo da rendere inutilizzabili i driver closed, ma perché linux è...fatto così. Non voglio addentrarmi in cose difficili da spiegare in poche parole, ma ti basti sapere che lo _stesso_ kernel (stessa identica versione) può essere compilato (ottimizzandolo per i vari sistemi) in mille modi diversi che lo rendono assolutamente incompatibile dal punto di vista binario! L'esempio più banale da illustrare è un kernel con supporto UP e uno SMP: solo sotto windows i driver sono indipendenti da questo "piccolo" fattore...
qweasdzxc02 Febbraio 2004, 16:16 #38
Originariamente inviato da Leron
mi pare che non abbia precluso niente, tan'è vero che la news parla proprio del fatto che intel lo ha fatto il driver per linux


Leron, non so piu in che lingua scriverlo. leggi bene la news. NON C'E ANCORA ALCUN DRIVER. SONO 12 MESI CHE FANNO ANNUNCI COME QUESTO. hanno preso per il culo un sacco di gente per 12 mesi.
inoltre anche rilasciando un driver binario (che ancora non si vede) PRECLUDONO qualcosa eccome, non rilasciando LE SPECIFICHE. non un driver libero, ma le specifiche. non ci sono. non le danno. guardate cosa chiede la petizione firmata da migliaia di persone. epson non ha MAI scritto UN solo driver per le sue stampanti per sistemi non windows, eppure TUTTE le sue stampanti sono supportate da TUTTI i sistemi operativi.
NESSUNO pretende che intel scriva driver per pippo-os, per pluto-os, e chi piu ne ha piu ne metta. TUTTI (anche gli utenti windows) dovrebbero pretendere che intel PERMETTA a chi vuole usare pluto-os o pippo-os di scriversi da solo un driver se ne e' capace.
perche un giorno potrebbe capitare agli utenti windows di dover per forza usare pluto-os o pippo-os. perche se pluto-os o pippo-os sono tecnicamente validi possono cosi diffondersi e fare concorrenza a windows e ne guadagniamo TUTTI QUANTI, e sfido chiunque a metterlo in dubbio. perche cosi quando esce un nuovo windows con nuovo modello di driver incompatibile col precedente e il produttore si rifiuta di supportare la vecchia scheda allora qualcun altro lo puo fare se lo vuole e ne e' capace.
ma il bello e' che PER LORO STESSA AMMISSIONE e' possibile scrivere un driver opensource senza che ne vengano danneggiati, e potrebbero farlo loro stessi. e allora perche non rilasciare subito le specifiche che qualcun altro intanto magari si arrangia? e' una presa in giro bella e buona.
ilsensine02 Febbraio 2004, 16:27 #39
Originariamente inviato da qweasdzxc
NESSUNO pretende che intel scriva driver per pippo-os, per pluto-os, e chi piu ne ha piu ne metta. TUTTI (anche gli utenti windows) dovrebbero pretendere che intel PERMETTA a chi vuole usare pluto-os o pippo-os di scriversi da solo un driver se ne e' capace.

Intel ha in effetti sempre ampiamente documentato i propri dispositivi, e non si è neanche tirata indietro quando c'era da scrivere (o da finanziare(*) ) qualcosa per Linux.
Credo che per il Centrino ci sia il "solito" problema: hanno integrato tecnologia di "terze parti", e queste "terze parti" non gradiscono il rilascio di driver liberi o datasheet.
Prendo atto che fino ad oggi hanno venduto almeno un Centrino in meno (quello che mia moglie non si è comprata, avendo preferito un più "documentato" Athlon Mobile).
Queste persone vanno prese per il portafogli, non c'è altra maniera.



(*) La Intel ha finanziato e continua a finanziare la Tungsten Graphics per la scrittura di driver liberi DRI per le schede video integrate nei loro chipset.
qweasdzxc02 Febbraio 2004, 18:43 #40
Originariamente inviato da cdimauro
Non escono driver per Linux, e giù critiche. Escono, e peggio ancora. Fatemelo dire: siete incontentabili!

peccato che:
1)chi chiedeva espressamente driver liberi e/o specifiche non era contento prima e non e' contento adesso. non mi pare si tratti di persone incontentabili. io sono tra questi.
2)chi chiedeva driver closed e non riteneva eccessivo un anno di attesa non era contento prima e continua a non essere contento adesso perche i driver non ci sono, ma se saltano fuori magari sono contenti e allora di sicuro non sono incontentabili
3)chi chiedeva driver closed e riteneva eccessivo un anno di attesa non era contento prima e continuera a non essere contento anche quando rilasceranno i driver perche ha aspettato troppo
4)per finire i pochi che chiedevano driver closed prima ma poi si sono accorti che era una vaccata e hanno cambiato idea si prendono le bastonate che si meritano da te. ma sono pochini per generalizzare e definire incontentabili anche tutti gli altri utenti di sistemi operativi liberi.
Se una casa come Intel vuol mantenere il riserbo sulla sua tecnologia, non ci vedo nulla di male: ha speso parecchio in R&D, e a questo punto vuole CONCRETIZZARE. Per lei QUESTO è il miglior modo di farlo: impedire che altre case vadano a vedere in che modo ha risolto alcuni problemi, che magari loro hanno, e via a copiare il codice.

la notizia non linka all'intervista vera rilasciata circa una settimana fa, nella quale sono trapelate le informazioni riguardanti lo sviluppo dei driver per centrino.
un pezzo dell'intervista lo puoi trovare qui:
http://news.com.com/2100-7344-5145073.html

ma in particolare ti quoto un pezzo, che avevo gia quotato qualche messaggio fa ma che sembra nessuno abbia letto:

"What I believe will happen is we will end up having a Linux compatibility driver that is not open source at first, then designing future drivers in such a way that they are open source but will not expose intellectual property,"

tradotto: sto tizio dice che e' possibilissimo per intel creare un driver opensource senza esporre la loro "proprieta intellettuale".

e allora a che gioco stanno giocando?
Per Intel tutto ciò ha un costo. Per gli altri no, visto che si trovano tutto a portata di mano.

vorrei sapere come facevano pero i produttori di schede 802.11b a campare. molte erano dotate di driver completamente liberi. eppure tutti quelli che le hanno prodotte e scritto i driver hanno MOLTI meno soldi di intel e reparti di R&D MOLTO meno grandi.
Il fatto che io compri un certo prodotto non può essere una giustificazione per obbligare una casa a fornire il supporto per il s.o. di turno che sto cercando di utilizzare: a questo punto, visto che pago, dovrei sentirmi in diritto di avere i driver anche per il più sparuto s.o. di questo mondo. Esiste. Ho comprato l'hardware. PRETENDO il supporto. Ma non mi sembra una buona motivazione, soprattutto logica. Forza BeOS, PetrOS, NewOS, QNX, e chi più ne ha più ne metta: PRETENDIAMO il supporto per tutti.

no, PRETENDO i datasheet. non capisco perche no. non volete spendere soldi per sviluppare un driver per qualcuno? date a quel qualcuno la possibilita di arrangiarsi.
Infine, prendiamo il mondo reale: non mi sembra che tutti quelli che comprano nuovo hardware da quando è uscito Windows XP, sii mettano le mani nei capelli per il fatto che viene fornito loro un cd con i driver da installare. Nella piattaforma Windows domina il binario: metti il CD, si installano i driver, e finisce lì.

e nella piattaforma unix domina il sorgente. il produttore dell'hardware manda delle patch a chi di dovere, e finisce la. poi sul sito possono mettere anche altra roba, ma da quello non si prescinde. il bello e' che per l'hardware tipicamente da server dove linux ha una quota consistente di mercato sta cosa non e' per niente insolita, guarda chi e' che spesso mette le mani sui driver direttamente presenti nel kernel:

/usr/src/linux# grep @3ware.com -R *
drivers/scsi/3w-xxxx.c: Written By: Adam Radford <linux AT 3ware.com>
drivers/scsi/3w-xxxx.c: Modifications By: Joel Jacobson <linux AT 3ware.com>
drivers/scsi/3w-xxxx.c: Brad Strand <linux AT 3ware.com>
drivers/scsi/3w-xxxx.c: [email]linux AT 3ware.com[/email]
drivers/scsi/3w-xxxx.h: Written By: Adam Radford <linux AT 3ware.com>
drivers/scsi/3w-xxxx.h: Modifications By: Joel Jacobson <linux AT 3ware.com>
drivers/scsi/3w-xxxx.h: Brad Strand <linux AT 3ware.com>

/usr/src/linux# grep @adaptec.com -R *
CREDITS:E: [email]achim_leubner AT adaptec.com[/email]
drivers/scsi/dpt/dpti_ioctl.h: email : [email]deanna_bonds AT adaptec.com[/email]
drivers/scsi/ips.c:/* [email]ipslinux AT adaptec.com[/email] */
drivers/scsi/ips.h:/* [email]ipslinux AT adaptec.com[/email] */
drivers/scsi/dpt_i2o.c: email : [email]deanna_bonds AT adaptec.com[/email]
drivers/scsi/Kconfig: [email]ipslinux AT adaptec.com[/email].
drivers/scsi/dpti.h: email : [email]deanna_bonds AT adaptec.com[/email]
drivers/scsi/gdth.c: * <achim_leubner AT adaptec.com> *
drivers/scsi/gdth.c: * Johannes Dinner <johannes_dinner AT adaptec.com> *
drivers/scsi/gdth.h: * <achim_leubner AT adaptec.com>
drivers/scsi/aacraid/sa.c: * Copyright (c) 2000 Adaptec, Inc. (aacraid AT adaptec.com)

Con Linux no: appena cambia il kernel di una virgola, casca giù la madonna. E siccome gli aggiornamenti non cambiano, il popolo di Linux è grande fonte di preoccupazione per la chiesa cattolica, a causa dell'alto tasso di bestemmie che circola in quest'ambiente.

ti assicuro che a casa mia di kernel ne girano tanti ma le uniche bestemmie arrivano puntualmente quando c'e di mezzo un driver binario. e' praticamente matematico. e anche con questo problema di mezzo bestemmio molto ma molto meno da quando non uso windows, anzi e' proprio uno dei motivi per cui ho smesso.
A questo punto penso che il problema non stia nei driver, forniti senza sorgente, ma in Linux stesso. E credo che dovrebbero essere i suoi sviluppatori a prendere atto di questo problema, e ha definire una nuova interfaccia (API) con i driver affinché una casa possa fornire solamente i binari e:
1) si possano integrare immediatamente nel kernel, oppure
2) si installino "ala Windows". Metto il CD e fine della penitenza.

il problema non sta tanto nel codice linux, ma sta nel modo in cui viene sviluppato, profondamente diverso dalla "norma", e che volenti o nolenti stride fortemente con il concetto stesso di driver binario, non c'e niente da fare (e io sono dichiaratamente tra i volenti, ma non importa in questo caso). il punto e' che linux ESISTE grazie a questo modello di sviluppo. l'equazione e': niente modello di sviluppo aperto => niente linux => niente concorrente numero 1 per windows (perche tutti quelli commerciali sono stati spazzati via per loro demerito o altro).
mi rivolgo agli utenti windows: se volete un concorrente per microsoft (pensateci, l'unico sistema per evitare altri anni e anni di minestre riscaldate travestite da sistemi operativi tipo winme...) servono driver liberi. la volete o no la concorrenza? o vi comoda solo per i processori e le schede video?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^