Il codice sorgente di MS-DOS e Word 1.1a è adesso disponibile a tutti

Il codice sorgente di MS-DOS e Word 1.1a è adesso disponibile a tutti

Microsoft e il Computer History Museum hanno aperto il codice sorgente di MS-DOS 1.1 e 2.0 (1982 e 1983), e Word for Windows 1.1a (1990)

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Programmi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha oggi rilasciato il codice sorgente di MS-DOS 1.1 e 2.0 e di Microsoft Word 1.1a. I codici di due dei software storici appartenenti all'era primitiva della storia dell'informatica e di quella del colosso di Redmond diventano quindi disponibili a tutti, in una manovra resa possibile dal Computer History Museum.

MS-DOS 1.1

L'obiettivo è quello di aiutare i futuri addetti del settore tecnologico a capire meglio le radici del mondo dei PC: MS-DOS 1.1 risale al 1982, mentre la versione 2.0 viene commercializzata nell'anno successivo. IBM era allora alla ricerca di un partner che sviluppasse un sistema operativo da installare all'interno dei propri personal computer.

Microsoft offriva allora un interpreter per il linguaggio BASIC e, accettando la nuova sfida, rilascia nel 1982 quello che veniva chiamato PC-DOS quando offerto in licenza ad IBM, e MS-DOS (Disk Operating System) per tutti gli altri produttori di sistemi informatici.

"La versione 1.1 integra un intero sistema operativo - seppur con tutti i limiti del tempo - all'interno di 12Kbyte di memoria, che è incredibilmente poco rispetto ai canoni attuali", ha dichiarato Len Shustek, Presidente del Computer History Museum.

La prima versione di Microsoft Word è stata rilasciata per MS-DOS nel 1983, non riuscendo ad imporsi sull'elaboratore di testi più diffuso dei tempi, WordPerfect. Solo pochi anni più tardi, però, cambia tutto: nel 1989 Microsoft rilascia la prima versione di Word per Windows, riuscendo ad ottenere in soli quattro anni più della metà dei proventi dell'intero mercato degli elaboratori di testo.

"MS-DOS e Word per Windows hanno costruito le solide basi per il successo di Microsoft nell'industria tecnologica", scrive Roy Levin di Microsoft Research. "Crediamo che preservare il codice sorgente storico di questi due programmi sia la chiave per capire come il software si è evoluto dalle proprie radici primordiali" - conclude Shustek - "e divenire parte cruciale della nostra evoluzione".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexSwitch26 Marzo 2014, 09:33 #1
" Odio " queste news..... Mi fanno sentire nostalgico dei tempi di quando ero poco più di un ragazzino e bramavo per il mio primo PC... arrivato nel 1986!!

Comunque ai tempi di PcDos/MsDos 1.0 il word processor più diffuso era WordStar... WordPerfect arrivò pochi anni dopo e godette pure di lui di una grande diffusione. Word, alla lunga e limitatamente ai word processor che giravano sotto MsDos, si è dimostrato il progetto più flessibile e completo...

Bei tempi...
gd350turbo26 Marzo 2014, 09:44 #2
Originariamente inviato da: AlexSwitch
" Odio " queste news..... Mi fanno sentire nostalgico dei tempi di quando ero poco più di un ragazzino e bramavo per il mio primo PC... arrivato nel 1986!!


Anche il mio primo vero pc è arrivato nel 1986...
Un NEC V20 (http://it.wikipedia.org/wiki/NEC_V20) a 10 MHZ per la folle cifra di due milioni di lire !
gioloi26 Marzo 2014, 09:51 #3
Il sommario è errato. Nel 1983 uscì Word per DOS. La versione per Windows è di parecchi anni posteriore, come scritto correttamente nel testo dell'articolo.
PhoEniX-VooDoo26 Marzo 2014, 10:34 #4
ho in giro ancora dei file reduci dai vari formattoni con il nome troncato a 8 caratteri (mi pare) preceduto dal carattere tilde (~).

tra l'altro qualcuno si ricorda perch'e DOS faceva questo strano rename?
san80d26 Marzo 2014, 10:43 #5
il mitico ms-dos, ho iniziato con lui... che ricordi
!fazz26 Marzo 2014, 10:49 #6
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
ho in giro ancora dei file reduci dai vari formattoni con il nome troncato a 8 caratteri (mi pare) preceduto dal carattere tilde (~).

tra l'altro qualcuno si ricorda perch'e DOS faceva questo strano rename?


lunghezza massima per i nomi dei file 8 caratteri + 3 di estensione se il nome era più lungo sulla console lo si vedeva così

cmq se voi vi sentite vecchi, io ho ancora a casa lo spectrum con annesso un pacco di cassette e un paio di manuali contententi programmi da copiare a manina
gd350turbo26 Marzo 2014, 10:49 #7
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
ho in giro ancora dei file reduci dai vari formattoni con il nome troncato a 8 caratteri (mi pare) preceduto dal carattere tilde (~).

tra l'altro qualcuno si ricorda perch'e DOS faceva questo strano rename?


Bhè questo è storia quasi contemporanea...

E' iniziato con win95, che al suo interno, mostrava i nomi lunghi, ma da dos, li mostrava con il finale ~ ad es. progra~1 mentre in win95 vedevi programmi
san80d26 Marzo 2014, 10:52 #8
Originariamente inviato da: gd350turbo
Bhè questo è storia quasi contemporanea...


in campo informatico 19 anni sono tanti
PhoEniX-VooDoo26 Marzo 2014, 10:54 #9
Originariamente inviato da: gd350turbo
Bhè questo è storia quasi contemporanea...

E' iniziato con win95, che al suo interno, mostrava i nomi lunghi, ma da dos, li mostrava con il finale ~ ad es. progra~1 mentre in win95 vedevi programmi


ecco esatto.
si io ho iniziato con Win 3.1 e poi 95 (anche se alla fine per un sacco di cose usavi DOS), all'epoca di DOS 2.0 non ero ancora nato
JackZR26 Marzo 2014, 11:17 #10
Bello ma sinceramente non si sono sprecati, ci sono un sacco di software che potrebbero rendere open senza problemi ma non lo fanno (tutto ciò che ha 20 anni o più.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^