Google I/O 2018: ecco le nuove esperienze di IA su Gmail, Foto, Google Assistant, Gboard

Google I/O 2018: ecco le nuove esperienze di IA su Gmail, Foto, Google Assistant, Gboard

Google I/O 2018 è iniziata con l'intelligenza artificiale, l'argomento caldo di questi ultimi mesi. Sfruttando algoritmi proprietari la compagnia abiliterà diverse nuove esperienze sulle app proprietarie

di pubblicata il , alle 19:52 nel canale Programmi
Google
 

L'Intelligenza Artificiale è stato ovviamente l'argomento più caldo dell'intera Google I/O, la conferenza annuale per gli sviluppatori organizzata dal colosso di Mountain View. Fra i primi argomenti trattati da Big G ci sono state le nuove esperienze con le app proprietarie garantite attraverso l'uso degli algoritmi di machine learning più moderni su cui la compagnia lavora ormai da anni. L'intelligenza artificiale permetterà ad esempio di migliorare la stesura delle e-mail su Gmail, e la modifica delle foto sul servizio apposito. Ma andiamo con ordine.


Clicca per ingrandire

Google ha annunciato una nuova modalità di scrittura su Gmail, il client web per la posta elettronica: Smart Compose. La novità arriva insieme a Smart Reply con il nuovo design, e utilizza l'IA per prevedere in maniera accurata il continuo della frase, analizzando diversi elementi, fra cui anche il nome del destinatario e il contesto generale dell'e-mail e della conversazione. Premendo Tab si continua con la scrittura scegliendo quanto ci suggerisce l'algoritmo, e la novità arriverà entro la fine del mese attraverso un consueto roll-out. Per sfruttarla, ovviamente, sarà necessario attivare il nuovo design su Gmail.

Intelligenza Artificiale e applicazioni fotografiche vanno a braccetto, ed è per questo che arriveranno diverse novità anche sull'app Google Foto. La società ha annunciato che sul servizio vengono visualizzate oltre 5 miliardi di foto ogni giorno, e presto arriverà una nuova funzionalità chiamata Suggested Actions. Con questa funzione l'app suggerirà all'utente con chi condividere una o più fotografie riconoscendone il soggetto, o di effettuare modifiche in post-produzione se l'immagine è sottoesposta o sovraesposta. Molto interessante, inoltre, anche la conversione di immagini in documenti.

Se viene visualizzato un documento Google Foto suggerisce di convertirlo in PDF, effettuando tutte le modifiche necessarie per rendere le proporzioni e la prospettiva corrette. L'intelligenza artificiale può inoltre stabilire qual è il soggetto della foto, e mantenerlo a colori mentre rende in bianco e nero la parte restante dell'immagine. Inoltre, l'app potrà trasformare a colori una vecchia foto scattata in bianco e nero.

Durante la fase iniziale della Google I/O la società ha anche annunciato l'arrivo di sei nuove voci per Google Assistant, tutte - a detta di Big G - estremamente naturali e fra queste ci sarà anche quella di John Legend. Attraverso il machine learning l'Assistente saprà quando vogliamo avere una conversazione duratura, e non ci sarà più la necessità di pronunciare ogni volta "Ok, Google" quando è attiva la schermata dell'Assistente. Questa funzione si chiama "Continued Conversation", mentre grazie a "Multiple Action" sarà possibile fare più richieste nella stessa frase, e aspettarci una risposta per ciascuna.


Clicca per ingrandire

È infine assolutamente degno di menzione anche il supporto del Codice Morse sull'app Gboard, ovvero sulla tastiera proprietaria di Google, che aiuterà chi ha problemi ad esprimersi ad avere migliori capacità di comunicazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emiliano8408 Maggio 2018, 22:31 #1
Era cosi difficile cop...ehm scrivere un articolo simile per la build?
frankie08 Maggio 2018, 23:51 #2
Noooo la tastiera morse, era stata presentata il primo di aprile di qualche anno fa
Fra un po' presenteranno il visore per la realtà reale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^